Giovedì 17 Gennaio 2019 | 11:58

LETTERE ALLA GAZZETTA

Si muore sulle nostre strade anche per mancanza di controlli

Rieccheggia nelle mie orecchie una vecchia canzone"...un sabato qualunque, un sabato italiano, il peggio sembra essere passato..." di Sergio Caputo e il giorno dopo apprendi che è morto un ragazzo di 22 anni, vittima di un incidente stradale evitabilissimo. Chi ha prestato a lui i soccorsi, tra i membri dell'ambulanza del 118 che conosco, mi racconta che sul teatro dell'incidente era già presente il padre avvertito dal cellulare che comunicava l'avvenuto incidente. Il ragazzo esanime, la disperazione e l'arrivo della pattuglia della polizia stradale, unica auto nel raggio di 150 chilometri. L'assassino, il responsabile ferito è positivo all'alcol test e a sostanze stupafacenti, sembra dalle prime analisi, e ha percorsi per vari chilometri la tangenziale in controsenso. Nessuno l'ha fermato, nessuno l'ha potuto fermare perchè i mezzi per i controlli sono una chimera. E poi chi precedeva il ragazzo ha avuto potuto evitare l'impatto e poi un attimo e l'ennesima vittima sacrificata sull'altare di precisi responsabili, Ministro dell'Interno, Presidente del Consiglio e a ruota Prefetto che anno per anno fanno sì che grazie alla cronica assenza di controlli sulle strade, fa sì che tangenziali, autostrade siano terra di nessuno con il reiterarsi di ubriachi, drogati o anziani che percorrono le strade in controsenso per decine di chilometri indisturbati, spesso nei fine settimane come un rito, una messa sacrificale in onore del Dio tagli ai servizi essenziali, sacrificio con la morte di giovani vite.
Ed ecco che se qualcuno interrogherà Alfano sul perchè del deficit dei controlli, sull'impunità di questi assassini consapevoli, risponderà che non ci sono fondi per finanziare un numero sufficiente di agenti della polstrada e di mezzi. Poi senti ai tg che quest'anno un altro spreco è stato denunciato dalla Corte dei Conti, quattro miliardi di opere incompiute con le Regioni del Sud ai vertici della graduatoria. Se lo fai notare, ti rispondono che sono soldi destinati per le opere, non suscettibili di dirottamento per l'acquisto di mezzi ed assunzione di uomini per evitare questi sacrifici del sabato sera di una giovane vita. Naturalmente un invito ad osservare come nel resto di Europa questa anarchia non sia possibile o come chi è stato in USA ha osservato che i CHIPS siano dappertutto e non puoi sgarrare.


Leonardo Damiani (Bari)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400