Mercoledì 12 Agosto 2020 | 11:42

Il Biancorosso

serie C
Vivarini, Auteri e i «due» Bari

Vivarini, Auteri e i «due» Bari: grandi cambi o tanta fantasia

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceFASE 3
Porto Selvaggio, Ficodindia chiuso per altri 30 giorni

Porto Selvaggio, Ficodindia chiuso per altri 30 giorni

 
BrindisiTRAGEDIA
Brindisi, scontro auto-scoote: muore motociclista 51enne

Mesagne, scontro auto-scooter: muore motociclista 51enne

 
Foggiacarabinieri
Movida selvaggia sul Gargano: droga e armi, nei bar niente mascherine, denunce e multe

Movida selvaggia sul Gargano: droga e armi, nei bar niente mascherine, denunce e multe

 
BatNORDBARESE
Andria, Marmo: da rifare la gara ponte sulla raccolta dei rifiuti

Andria, gara ponte sui rifiuti: tutti i dubbi di Marmo

 
BariSERATA CHOC
Polignano, tragedia in piscina: 20enne barese si tuffa e poi muore

Polignano, tragedia in piscina: 20enne barese si tuffa e poi muore

 
TarantoLA NOMINA
L'ex ciclista Sardone tra gli esperti di Emiliano: si occuperà di Taranto 2026

L'ex ciclista Sardone tra gli esperti di Emiliano: si occuperà di Taranto 2026

 
PotenzaIL CASO

Aiuti alle imprese colpite da crisi: c'è un caso Viggiano, il sindaco prende i soldi del bando comunale

 
MateraNel Materano
Policoro, gasolio venduto illecitamente: 8 indagati

Policoro, gasolio venduto illecitamente in stazione di servizio «abusiva»: 8 indagati

 

i più letti

Non va dimenticata la lezione del turco Ataturk

Il primo febbraio ci sarà «La giornata mondiale dello Hijab» per protestare contro, e per rendere visibile il problema tutte le donne per un giorno dovrebbero indossare il velo mussulmano. C'è chi lo farà e chi dicendo, scrivendo anche urlando afferma esattamente il contrario, cioè che per contestarlo in toto non bisognerebbe metterlo anzi abolirlo dal guardaroba. Si dimentica facilmente che il primo Presidente della Turchia moderna, Kemal Ataturk che governò dal 1923 al 1938 abolì il velo nei locali pubblici, e a Istanbul vi è una grande statua di tipo verista che rappresenta una donna colta nel momento che si toglie il velo, simbolo di sottomissione e annullamento dell'identità femminile. Se ci si nasconde, si scompare, si diventa invisibile e l'affermazione dei propri diritti civili diventa più debole. La galassia orientale è grande e ogni Nazione avrà i suoi eroi e i suoi punti di riferimento, ma la lezione di Ataturk non va dimenticata.

Lilli Maria Trizio (Bari)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie