Domenica 29 Novembre 2020 | 15:27

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

Serie C

Di Cesare: Atmosfera così neanche in serie ASimeri, grazie per l'assist perfetto

Di Cesare (foto Luca Turi)

Bari calcio, oggi sfida-spettacolo (ore 17.30) alla capolista Ternana

Gli umbri sono primi con quattro punti di vantaggio sui pugliesi, ma hanno giocato una gara in più. È il primo vero big-match

davide lattanzi
BARI - «Il mister è un leone in gabbia, vorrebbe spaccare tutto: segue ogni nostra mossa, si collega in video con noi e ci sarà comunque vicino per preparare questa sfida. In fondo, gare così importanti non hanno bisogno di troppe parole: gli stimoli vengono da soli». Gaetano Auteri è ancora in isolamento domiciliare, a causa della positività riscontrata al coronavirus. E allora tocca al capitano, Valerio Di Cesare, farne le veci per presentare la sfida alla Ternana, di gran lunga il match più importante in questa fetta della stagione del Bari. I biancorossi sono a quattro punti dagli umbri che comandano il girone C, con una gara in più: vincere significherebbe mettersi in corsia di sorpasso, pareggiare o, peggio ancora, perdere comporterebbe un altro torneo in rincorsa.

«Affrontiamo una partita molto importante, ma non determinante», afferma Di Cesare. «Un successo garantirebbe un bel salto, non tanto per la classifica, quanto per concreto segnale di continuità. Fin dall’estate sostengo che la Ternana sia una grande squadra. Quanto a nomi, forse persino superiore alla Reggina dello scorso anno. Basti vedere quante frecce hanno in attacco: gente con grandi doti tecniche, forte nell’uno contro uno. Servirà una prova corale, possono mettere in difficoltà, ma ce la giocheremo alla grande. Partendo da un presupposto: tre punti sarebbero fondamentali, ma senza un passo costante non si va da nessuna parte. Se battiamo la Ternana e perdiamo a Caserta, non abbiamo risolto nulla».

Già, ma nessuno vuole vivere una stagione analoga all’ultima, conclusa con un secondo posto e la beffa ai playoff. «Rispetto all’anno scorso - spiega Di Cesare - c’è una differenza: eravamo partiti male nelle prime giornate, abbiamo cambiato tecnico e modalità di lavoro, abbiamo perso tempo prezioso. Ora, invece, siamo attaccati alla vetta. Non ci sono ancora elementi sufficienti per affermare se siamo più o meno forti del torneo passato: la verità è che siamo arrivati ad un passo dal sogno. Perciò, se stavolta vinceremo saremo stati più bravi. I campionati si vincono negli scontri diretti come quello con la Ternana, ma anche con le squadre piccole. A Foggia, ad esempio, dissi che tutti quanti, io per primo, non avevamo capito il contesto in cui siamo. Una squadra come la nostra deve imporsi in match del genere».

Si disserta molto sul ruolo del 37enne romano: se renda meglio da centrale puro o sul centro-sinistra, posizione in cui è stato prevalentemente usato in questo primo scorcio di torneo. «Ho già giocato a tre in passato, a sinistra» dice Di Cesare. «Nelle prime partite ho fatto un po’ di fatica perché era da parecchio che non ricoprivo quella posizione. Ma in fondo, non cambia molto. Il mister chiede a noi difensori di stare corti. Vuole recuperare palla nelle zone alte del campo, per arrivare prima alla porta avversaria. Inoltre, vuole che l’azione parta da dietro, dobbiamo saper difendere, ma anche impostare. In ogni caso, l’aspetto personale mi interessa poco. Sono sceso in D per riuscire a riportare il Bari in Serie B. Non penso che ho 37 anni o che sono prossimo a smettere. Mi diverto, sto bene e continuo. Ma è pur vero che non voglio più rimandare l’appuntamento con il traguardo che mi sono prefisso. Siamo in una piazza che non può rimanere in serie C».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Auteri sfida un passato importante: «Catanzaro forte, ma Bari non ha paura»

Auteri sfida un passato importante: «Catanzaro forte, m...

 
Bari calcio, Auteri: «Con Catanzaro per imporre nostro gioco»

Bari calcio, Auteri: «Con Catanzaro per imporre nostro ...

 
Bari, traffico a centrocampo: Auteri gestisce l'abbondanza

Bari, traffico a centrocampo: Auteri gestisce l'abbonda...

 
Morte Maradona, Maiellaro: «Sono triste, ho perso il mio idolo»

Morte Maradona, Maiellaro: «Sono triste, ho perso il mi...

 
Bari calcio, videospot dei biancorossi contro violenza sulle donne

Bari calcio, videospot dei biancorossi contro violenza ...

 
Calcio Bari, mister Vivarini recede da contratto e va all'Entella

Calcio Bari, mister Vivarini recede da contratto e va a...

 
Casertana-Bari 0-2: i biancorossi si rialzano dopo il ko con la Ternana

Casertana-Bari 0-2: i biancorossi si rialzano dopo il k...

 
Auteri cerca il Bari che non si «vede», tanti potenziali inespressi

Auteri cerca il Bari che non si «vede», tanti potenzial...