Venerdì 23 Agosto 2019 | 11:57

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

LA POLEMICA

Due gol annullati e un rigore negatoBari, l'arbitro rosa fa discutere

Due gol annullati e un rigore negato
Bari, l'arbitro rosa fa discutere

Il bilancio della prima donna ad aver diretto una partita allo stadio San Nicola

Di certo non dimenticherà Bari-Picerno. Maria Sole Ferreri Caputi è la prima arbitro donna ad aver diretto un match del Bari al San Nicola. Una piccola pagina di storia, considerando i 111 anni di vita del club biancorosso. Una giornata che resterà di certo impressa nella mente della direttrice di gara livornese che si è cimentata in un impianto a lungo sede di campionati di serie A, nonché di un mondiale (1990) e di una finale di Coppa dei Campioni (1991). E forse era destino che, in qualche modo, la signora Caputi Ferreri diventasse un personaggio della sfida tra i biancorossi ed i lucani. Contestatissima la prestazione dell’arbitro toscano da parte dei galletti: il nervosismo è notevole a fine match. Non solo perché diversi sono gli episodi che avrebbero potuto orientare l’incontro a favore dei pugliesi. Ma anche perché l’ambiente barese si sente penalizzato da una stagione nella quale le decisioni sfavorevoli sono state una costante, con l’impressione che spesso i direttori di gara abbiano voluto mettersi in evidenza approfittando del prestigio e della vetrina mediatica concessa dal blasone del club biancorosso. A fine match, la signora Ferreri Caputi è stata attorniata dai calciatori biancorossi: inviperito in particolare Di Cesare che continuava a chiedere spiegazioni per la rete annullata in pieno recupero a Iadaresta: difficile essere certi sul verdetto, ma in effetti la posizione del centravanti ex Latina sembrava regolare. Una rete che sarebbe valsa il successo ed un’ipoteca sulla qualificazione alla final four della poule scudetto. Ma il Bari ha protestato anche in altre due circostanze: per un gol annullato allo stesso Di Cesare nel primo tempo (sempre per fuorigioco ed anche in tale circostanza qualche dubbio permane), nonché per un penalty negato a Simeri nella ripresa su un’azione fermata per posizione della punta napoletana che, però, era (e qui i dubbi vengono fugati da immagini piuttosto eloquenti) nettamente in gioco. Insomma, un pomeriggio rocambolesco e denso di emozioni. E forse ancor per questo destinato a comporre un capitolo nel lungo libro che narra le vicende del Bari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Ecco tutte le date e gli orari della serie CBarion campo quasi sempre di domenica

Date e orari della serie C, Bari in campo quasi sempre ...

 
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a ...

 
Bari, Antenucci il punto fermochi lo affiancherà domenica?

Bari, Antenucci il punto fermo, chi lo affiancherà dome...

 
Bari, le prove sono finitemanca una identità definita

Bari, le prove sono finite manca una identità definita

 
Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

 
Bari calcio, boom per gli abbonamenti: superati i 5mila tesserati

Bari calcio, boom abbonamenti: superati i 5mila tessera...

 
Bari, si respira l'aria del calcio veroDomenica esordio in coppa Italia

Bari, si respira l'aria del calcio vero: domenica esord...

 
Bitetto impressionato da questo Bari"Qualità degli interpreti e tante alternative"

Bitetto impressionato da questo Bari: «Qualità degli in...