Martedì 18 Dicembre 2018 | 16:36

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

LA CURIOSITA'

Da Marfella a D'Ignazioc'è già profumo di derby

Marfella

Da Marfella a D'Ignazio
c'è già profumo di derby

Tanti i napoletani biancorossi in vista della partita col Portici

Per buona parte del Bari sarà una specie di derby. Oppure un’occasione di tornare dalle parti di casa. C’è una nutrita schiera di calciatori cresciuti nel territorio napoletano tra le fila biancorosse. Mezza dozzina di uomini per i quali la sfida di domenica a Portici (cittadina ad una manciata di chilometri dal capoluogo campano) non può essere una sfida qualsiasi. D’altra parte, è quasi naturale che il nuovo corso dei galletti abbia un’anima campana: la famiglia De Laurentiis ha avviato il progetto della Ssc Bari avendo già in proprietà il Napoli da cui in estate sono arrivati alcuni dei giovani più importanti dell’organico a disposizione di Giovanni Cornacchini. Il club azzurro, infatti, ha ceduto in prestito il portiere Davide Marfella, l’attaccante Luigi Liguori ed il terzino sinistro Luigi D’Ignazio. Napoletani purosangue i primi due, di San Giorgio a Cremano D’Ignazio, ovvero a due passi dal capoluogo campano. Il terzetto è cresciuto nel Napoli: per Marfella (classe 1999) è già la seconda esperienza lontano da casa, dopo aver vinto lo scorso campionato di serie D con la maglia della Vis Pesaro. Il ventenne D’Ignazio, invece, è al primo vero campionato fuori dalla casa madre: dopo aver svolto l’intera trafila nel settore giovanile azzurro, ha accumulato soltanto sette presenze nel Cuneo in C per sei mesi nel 2017. Luigi Liguori è stato una delle stelle più luminose della Primavera napoletana: l’esterno offensivo del ‘98 si era addirittura guadagnato l’etichetta di «nuovo Insigne». Dallo scorso anno il distacco con la terra natale, cercando fortuna prima a Cosenza, poi proprio in Puglia con la Fidelis Andria. Simone Simeri è nato a Napoli, ma, a differenza dei compagni, non ha mai indossato la casacca della sua città. Ha cominciato a Melfi, è passato dalla Puteolana Internapoli, dal Rende e dal Potenza, quindi dalla Folgore Caratese per poi ripassare dalle Campania vestendo la maglia della Juve Stabia. Della schiera napoletana fa parte anche l’ultimo arrivato, Pasquale Iadaresta. Il 32enne centravanti è nato nel casertano, a San Felice a Cancello, ma è cresciuto nel settore giovanile del Napoli, prima di cominciare il suo lungo girovagare. Curiosità: la prima tappa lontano da casa per Iadaresta fu a Siena, dove riuscì ad esordire in serie A grazie al tecnico materano Luigi De Canio che come secondo aveva Antonio Conte, poi divenuto allenatore ed eroe della promozione del Bari in A nel 2009. Al conto andrebbero aggiunti anche Giuseppe Mattera e Franco Brienza che, però, sono distanti di qualche chilometro. Il 34enne difensore è nato e legatissimo ad Ischia che ha contraddistinto anche gran parte della sua carriera. L’isola campana è anche la patria d’adozione di Brienza (in dubbio la sua presenza a Portici: è in recupero da una distorsione alla caviglia) originario di Cantù, ma a tutti gli effetti cresciuto ad Ischia. Tante storie, dunque, per una sola gara. Magari tanti tra i protagonisti avranno parenti e amici che accorreranno a vederli dal vivo. Ma non ci sarà tempo per i sentimenti. Per tutti la priorità sarà proseguire la marcia ad alto ritmo del Bari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

De Laurentiis e i miei primi 100 giorni"Il voto per quanto fatto finora? Un bel 10"

De Laurentiis e i miei primi 100 giorni "Il voto per qu...

 
Riportare il Bari dove l'aveva lasciatoDi Cesare e la scommessa più rischiosa

Riportare il Bari dove l'aveva lasciato Di Cesare e la ...

 
Bari, non proprio una passeggiata di salutevittoria sofferta anche se alla fine meritata

Bari, non proprio una passeggiata di salute: vittoria s...

 
Di Cesare, Brienza e Iadaresta i miglioriMarfella si fa beffare sul suo palo

Di Cesare, Brienza e Iadaresta i migliori Marfella si f...

 
Brienza e la prima rete stagionale"Fino a quando potrò darò tutto"

Brienza e la prima rete stagionale "Fino a quando potrò...

 
Poco soddisfatto e molto arrabbiatoIl bilancio agrodolce di mister Cornacchini

Poco soddisfatto e molto arrabbiato Il bilancio agrodol...

 
Il Bari si porta a +11 dalla TurrisMarsala al terzo posto con 26 punti

Il Bari si porta a +11 dalla Turris Marsala al terzo po...

 
Rotonda - Bari: la diretta della partita

Rotonda - Bari finisce 1-2: gli highlights della partit...