Lunedì 17 Giugno 2019 | 17:42

NEWS DALLA SEZIONE

Altissima qualità
CALICI - Una degustazione  nel castello aragonese di Taranto

Vino a Orsara, Taranto e Lecce

 
Orgoglio pugliese in tutta Italia e nel mondo
I PILASTRI - La famiglia Maci e la direttrice Assunta De Cillis

I primi 30 anni di Cantine Due Palme

 
Ciak si gira
Lidia Bastianich e chef Pietro Zito

Lidia Bastianich torna in Puglia

 
Ultimo weekend di maggio
BRINDISI - In tutta Italia per l’evento più atteso dell’anno

«Cantine aperte» con un calice

 
Puglia, da scoprire e da degustare
WEEK END - Fra natura e degustazioni e monumenti

Mangia, prega e ama il Gargano

 
Cucina
Sulla Murgia è tempo di P-Assaggi: tra gli ospiti lo chef stellato Gennaro Esposito

Sulla Murgia è tempo di P-Assaggi: tra gli ospiti lo chef stellato Gennaro Esposito

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Il Monopoli sulle tracce di Barretoriparte dalla Puglia l'avventura ?

Il Monopoli sulle tracce di Barreto, riparte dalla Puglia l'avventura ?

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl rogo
Incendi alle Isole Tremiti, piromane in azione: avvistato con zaino rosso

Incendi alle Isole Tremiti, piromane in azione: avvistato con zaino rosso

 
BariL'inchiesta
Clan e scommesse on line, Malta nega estradizione: libero il barese Ricci

Clan e scommesse on line, Malta nega estradizione: libero il barese Ricci

 
TarantoLotta alla droga
Taranto, sorpreso con un chilo di hashish: arrestato 26enne

Taranto, sorpreso con un chilo di hashish: arrestato 26enne

 
PotenzaRegione Basilicata
Potenza, più soldi per i portaborse: il Consiglio studia una legge ad hoc

Potenza, più soldi per i portaborse: il Consiglio studia una legge ad hoc

 
MateraSanità lucana
Basilicata, arriva l'infermiere di famiglia: un progetto «apripista»

Basilicata, arriva l'infermiere di famiglia: un progetto «apripista»

 
LecceIl ritrovamento
San Cesario, passanti trovano gatto senza testa: è caccia ai colpevoli

San Cesario, passanti trovano gatto senza testa: è caccia ai colpevoli

 
BrindisiL'incidente
Ceglie Messapica, parco giochi pericoloso: bimbo in ospedale

Ceglie Messapica, parco giochi pericoloso: bimba in ospedale

 
BatL'incidente
Trani, sedicenne precipitato da Villa Comunale: è mistero sulle cause

Trani, sedicenne precipitato da Villa Comunale: è mistero sulle cause

 

i più letti

Buongusto

Mangiar bene, una tradizione a Bari

Da quasi 60 anni «La Taberna» accoglie con eleganza valorizzando le materie prime

LA TABERNA - Filippo Carella nel suo storico ristorante

LA TABERNA - Filippo Carella nel suo storico ristorante

BUONGUSTO - La tradizione di una città è un insieme di molti elementi, ma ce n’è uno che racchiude e racconta il vero spirito di un’intera cittadinanza: il cibo.

E ci sono luoghi a Bari in cui la ristorazione si sposa proprio con la tradizione, colorandosi però di sfumature attuali. Luoghi in cui l’arte del cucinare non è semplice mansione professionale, ma passione e patrimonio familiare. Spazi architettonici in cui è praticamente inevitabile perdersi tra gli odori, i sapori di un tempo e le atmosfere tipiche di una città legata fortemente alle sue abitudini.

Tutto questo è “La Taberna”, il ristorante barese che da quasi sessant’anni accoglie la clientela con una premura che rimane inalterata nel tempo. La sua è una cucina verace, presentata ed impiattata con gusto e raffinatezza, senza mai perdere di vista l’elemento principale: il sapore delle pietanze classiche, con particolare attenzione per le cotture sulla carbonella.

Cicorie e fave, braciola al ragù, frittate, verdure cucinate in mille modi, fritture e pastelle doratissime, primi piatti della tradizione barese in cui la pasta si sposa con ingredienti selezionati, secondi di carne e di pesce di prima scelta. E poi i dolci, il paradiso per i più golosi.

Il ristorante gode di un’ambientazione rustica e piena di calore, ricavata in una antica cantina dalle pareti e dalle arcate di tufo. Il segreto del successo costante di un posto così è da cercare nella profonda passione quotidiana di Filippo Carella, titolare del locale, di sua moglie Rosa e dello chef e pasticcere Pietro Abbaticchio che da anni contribuisce a rendere speciale questo ristorante, le cui qualità sono state riconosciute anche nell’ambito di gare gastronomiche a livello nazionale e dall’inserimento nelle guide più rinomate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE