Martedì 26 Marzo 2019 | 23:15

NEWS DALLA SEZIONE

Sempre più voglia di vino pugliese
Cantine aperte San Martino

Vini più acquistati nei supermercati della Puglia: Negroamaro, Nero di Troia e Primitivo

 
La sfida è aperta
TUTELATI - Bietola melanzane ripiene  sivone e lampascione

Puglia, crescono i prodotti «Pat»

 
Innovazione della filiera agroalimentare
Da sinistra: Antonello Magistà (SALA), Salvatore Turturo (CHEF) e Marianna Cardone (VINO)

La «primavera» arriva in cucina

 
Prima iniziativa il 14 aprile
Da sinistra: Donato Taurino presidente di Buonaterra, Maria Teresa Varvaglione presidente Mtv Puglia, Giuseppe Schino presidente La Puglia è servita

2019, anno ad alti livelli per enogastronomia e ristorazione di qualità

 
La qualità trionfa
VERONA - La premiazione  dell’allevatrice  Mariangela Netti di Turi

Quando il latte non è tutto uguale

 

Il Biancorosso

LA PARTITA
Il meglio di Palmese-Baritutte le emozioni biancorosse

Il meglio di Palmese-Bari
tutte le emozioni biancorosse

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaL'annuncio
Basilicata, lo sconfitto Trerotola resterà in consiglio regionale

Basilicata, lo sconfitto Trerotola resterà in consiglio regionale

 
LecceLa sentenza
Lecce, processo a gruppo Scu: 12 condanne e un patteggiamento

Lecce, processo a gruppo Scu: 12 condanne e un patteggiamento

 
BrindisiL'episodio
Francavilla F.na, tenta di uccidere il cognato, arrestato

Francavilla F.na, tenta di uccidere il cognato, arrestato

 
TarantoUn 36enne
Consegnava eroina nascosta nei panini: arrestato a Taranto

Consegnava eroina nascosta nei panini: arrestato a Taranto

 
GdM.TVNel foggiano
«Servizio completo»: così i 7 arrestati di S.Severo fornivano droga e sesso

«Servizio completo»: così i 7 arrestati di S.Severo fornivano droga e sesso

 
HomeL'operazione dei cc
Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

 
GdM.TVLo spettacolo sportivo
Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

Matera 2019, Fiona May in scena con «Maratona di New York»

 

La sfida è aperta

Puglia, crescono i prodotti «Pat»

Col progetto BiodiverSO salvati dall'oblio tanti protagonisti della tavola tipica

TUTELATI - Bietola melanzane ripiene  sivone e lampascione

TUTELATI - Bietola melanzane ripiene sivone e lampascione

La sfida è aperta. Se, in città, mi portate un lampascione scavato in Puglia allora sarà festa a tavola. Sì, perché oramai arrivano regolarmente dal Marocco e Paesi limitrofi. Non ve ne siete accorti? E allora, continuate a leggere perché – grazie al progetto BiodiverSO della Regione Puglia - nell’elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT) italiani è finito anche il buonissimo tubero, che oramai importiamo. Premesso che, secondo me, il buono è nel mondo, mi piace però scegliere cosa mangio. E’ un bene, quindi, che ci siano altri nove prodotti pugliesi inseriti nei PAT su proposta del progetto BiodiverSO e per il tramite della Regione Puglia. Ogni anno viene aggiornato, per ogni regione e categoria di prodotto, l’elenco dei PAT.

Per il 2019 è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il decreto di febbraio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari. Nelle sezioni “Prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati” e “Prodotti della gastronomia” ecco che, attingendo al lavoro di ricerca e studio di BiodiverSO, coordinato dal prof. Pietro Santamaria dell’università di Bari, le denominazioni sono aumentate. Si tratta della bietola di campagna o bietola selvatica, del cucummaru di San Donato, del grespino o sivone, del lampascione (lambascione) o cipollaccio, della meloncella tonda di Galatina e dei meloni di Brindisi. Per le ricette tradizionali, ecco inseriti nei PAT le melanzane ripiene, i panzerotti con ricotta dolce, gli spaghetti con le cozze. Banale? Direi proprio, invece, significativo poiché i PAT rappresentano un biglietto da visita dell’agricoltura italiana di qualità.

“Con il termine di PAT si intendono quei prodotti agroalimentari le cui metodiche di lavorazione, conservazione e stagionatura risultino consolidate nel tempo, omogenee per tutto il territorio interessato, secondo regole tradizionali, per un periodo non inferiore ai 25 anni”, ci spiega il prof. Santamaria. Tradotto in cifre la Puglia vanta 285 PAT (erano 276 nella precedente revisione). Dal 2016 ad oggi il progetto BiodiverSO ha portato nell’elenco nazionale 43 PAT pugliesi (www.biodiversitapuglia.it).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400