Domenica 22 Settembre 2019 | 03:57

NEWS DALLA SEZIONE

Domenica 22 settembre
ENOTURISTI - In vigna per scoprire profumi e saperi

«Cantine aperte» in vendemmia

 
Vini di eccellenza
BRINDIAMO - Al sapere del vino e alla eccellenza di Massimo Bottura

Monopoli brinda al «De Vinea»

 
Dopo le vacanze estive
ULIVI - Ricchi di frutti preziosi per  la nostra salute

«Dieta? L’olio non deve mancare»

 
«Sparkling Wine»
BRINDARE A OSTUNI - Le bollicine saranno protagoniste

A Ostuni arriva il vino frizzante

 
Binomio di grande interesse
IN VIGNA - Ecco un campo per  la ricerca su uve e vino

Acqua, da pianificare per il vino

 

Il Biancorosso

Calcio
Folorunsho rialza il Bari: «Noi i più forti della C»

Folorunsho rialza il Bari: «Noi i più forti della C»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

LecceDue operazioni
Lecce, nel garage droga e 4mila euro in contanti: 2 arresti

Fiumi di droga in Salento, recuperati 12mila euro in contanti: 3 arresti

 
TarantoDai carabinieri
Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

 
BatL'annuncio
Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

 
BariA bari
Assenteismo al Di Venere: senologo condannato a 2 anni, il pomeriggio passeggiava in scooter

Assenteismo al Di Venere: 2 anni al senologo, il pomeriggio passeggiava in scooter

 
Potenzatruffa nel potentino
Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

 
MateraL'indagine
Basilicata, donne-madri costrette a licenziarsi

Basilicata, donne-madri costrette a licenziarsi

 
BrindisiDenunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 

i più letti

Cultura gastronomica

Nella pancia di Matera capitale

Braia: «La nuova sfida è la filiera zootecnica, dalla podolica al maiale nero»

PROGETTI  - Da sinistra Fiore, Braia, Guastamacchia e Montano

PROGETTI - Da sinistra Fiore, Braia, Guastamacchia e Montano

Nella «pancia» di Matera batte, forte, il cuore della sua cultura gastronomica. Al traguardo di Matera 2019 l’economia agricola lucana è giunta accelerando le dinamiche di valorizzazione di prodotti e produttori. Ed ora, a chi tocca? Dopo il vino, che oramai marcia da solo e lo fa alla grande. Al fianco dell’ortofrutta, capolavoro soprattutto del biologico che spicca sul resto del Belpaese.

Al fianco del tartufo, che si è imposto all’attenzione del globo con l’asta mondiale made in Matera. Che altro? Noi lo abbiamo chiesto ad alcuni di coloro che, questa scalata della Basilicata nei piatti gourmet del mondo, l’hanno progettata. Sui social netowrk si declina con #iomangiolucano, #basilicatafinefood e #Matera2019. A tavolino, invece, è un sogno in continua evoluzione che ha portato avanti con caparbietà anche l’Associazione Cuochi Materani.

Seduti ad un solo tavolo, informale, ecco l’attuale presidente Giovanni Battista Guastamacchia ed i due predecessori Francesco Paolo Fiore e Carlo Montano. La loro risposta è sperimentare per crescere, insieme ai giacimenti gastronomici del territorio.

Quella dell’assessore alle Politiche Agricole della Regione Basilicata Luca Braia è ancora più mirata: «la filiera zootecnica è quella su cui puntare». Il «gioiello» da tirare fuori dal cassetto è una collana di perle che va dalla vacca podolica – il 90% del patrimonio italiano è in Basilicata – fino al maiale nero. Perché? «Significa tutelare sapori autentici e salvaguardare il territorio, attraverso gli allevamenti», risponde Braia.

Nel piatto, intanto, il maiale nero è già stato messo sotto i riflettori nel XXII mo concorso interregionale dell’Asso Cuochi Materani. Le regole? Rigidamente internazionali: antipasto, secondo e dolce …niente pasta. Chi ha vinto? Sul podio il team dell’Associazione Cuochi Baresi guidato da Salvatore Turturo, che si è imposto per le elevate capacità tecniche. Centrato l’obiettivo? «Sì, ogni concorso è soprattuto una palestra», conclude il presidente Guastamacchia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie