Venerdì 20 Maggio 2022 | 05:32

In Puglia e Basilicata

pubblica istruzione

Brindisi, parte dal "Perrino" la lotta alla dispersione scolastica

scuola quartiere perrino brindisi

Un fenomeno che continua a trovare terreno fertile anche e soprattutto in realtà svantaggiate come quelle del quartiere cittadino

08 Maggio 2022

Pierluigi Potì

BRINDISI - Un decremento, in media, di oltre 300 unità l’anno. Prosegue con questo ritmo il calo della popolazione scolastica a Brindisi e una causa - oltre al minor numero di nascite e al progressivo svuotamento di abitanti nei singoli comuni - è sicuramente rappresentata dalla dispersione e dall’abbandono scolastico, un fenomeno che purtroppo continua a trovare terreno fertile anche e soprattutto in realtà svantaggiate come la nostra.

Gli ultimi dati indicano nel 26% il tasso di abbandono degli studi riscontrato nella provincia di Brindisi. Una media di uno ogni quattro, insomma, una percentuale ancora troppo alta perchè - tenendo conto anche della altrettanto elevata incidenza (il 16,2%) di brindisini tra i 15 e i 24 anni in possesso della sola licenza media per non aver proseguito gli studi - non si avverta la necessità di correre ai ripari.

Su questo fronte, ad onor del vero, si sta già muovendo l’Amministrazione comunale con un progetto denominato “Brindisi commovente” (finanziato dal Fondo Innovazione Sociale) che, in collaborazione con la Fondazione “Quartieri spagnoli onlus” e “Nesta Italia”, punta a un intervento di recupero e rifunzionalizzazione di immobili pubblici dismessi o sottoutilizzati, per creare in città una nuova infrastruttura sociale, funzionale a una strategia di attivazione cittadina contro, appunto, la dispersione scolastica. Si tratta, in buona sostanza, ci costruire una vera e propria comunità educante, ossia una rete di soggetti - dei settori pubblico e privato - che si occuperà di educazione attiva, di empowerment della comunità locale e di inclusione sociale attraverso il lavoro, in modo da migliorare l’educazione dei più piccoli ed il benessere delle loro famiglie.

Il progetto “Brindisi commovente”, nello specifico, entrerà a breve nella sua seconda fase (dopo il primo step legato alla raccolta dei dati, alla ricerca e all’attività di progettazione), quella della sperimentazione. Si partirà dal rione Perrino (probabilmente, dagli studi effettuati è risultata essere l’area più a rischio nel territorio cittadino) con il coinvolgimento di tutti gli stakeholders (Amministrazione comunale, sistema scolastico, popolazione scolastica, famiglie con figli in età scolare, abitanti del quartiere, aziende e lavoratori dell’area industriale e associazioni ed enti del terzo settore).

Le azioni previste sono: in primis, il recupero e la valorizzazione dell’edilizia scolastica sottoposta ad un lento abbandono e degrado. Più nello specifico, è prevista la rifunzionalizzazione di un piano inutilizzato di una scuola del Perrino, la rifunzionalizzazione di un’area pertinenziale della scuola e dell’area a verde annessa per creare un parco educativo pubblico in cui realizzare attività extrascolastiche fruibili anche nel fine settimana, nonchè la rifunzionalizzazione di un’ex scuola abbandonata e vandalizzata per creare una “Casa di Quartiere”, capace di erogare servizi utili alla comunità locale.

Tra le altre azioni previste rientrano: formazione degli insegnanti e dei docenti riguardo al metodo di “Scuola Attiva”; recupero e valorizzazione di aree verdi comunali inutilizzate per creare un orto comune gestito attraverso il sistema di Community Supported Agriculture, e dunque creare un servizio di educazione extrascolastica attraverso cui generare occasioni lavorative e formazione continua degli adulti; azioni di engagement ed empowerment della comunità educante. La lotta alla dispersione scolastica, dunque, riparte dal Perrino, ma l’intento futuro è quello di estenderne l’esperienza anche agli altri quartieri cittadini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725