Domenica 27 Settembre 2020 | 06:44

NEWS DALLA SEZIONE

A Punta della Contessa
Brindisi, allarme morìa di pesci, l’Arpa: «Cause naturali»

Brindisi, allarme morìa di pesci, l’Arpa: «Cause naturali»

 
Controlli dei CC
Mesagne, a spasso con fucile, machete e munizioni: arrestato 29enne ghanese

Mesagne, a spasso con fucile, machete e munizioni: arrestato 29enne ghanese

 
Blitz della Ps
Brindisi, operazione Dda all'alba contro la Scu: eseguite 13 misure cautelari

Brindisi, operazione Dda all'alba contro la Scu: 13 misure cautelari

 
Coronavirus
Brindisi, 12 contagiati al pranzo di nozze: anche un bimbo, in isolamento 30 di un asilo

Brindisi, 12 contagiati al pranzo di nozze: anche un bimbo, in isolamento 30 di un asilo

 
il provvedimento
Ostuni, truffava commercianti e imprenditori: 49enne arrestato dalla Ps

Ostuni, truffava commercianti e imprenditori: 49enne arrestato dalla Ps

 
Arrestati e scarcerati
Brindisi, fiamme in casa: vanno in strada, se le danno di santa ragione e poi aggrediscono i Cc

Brindisi, fiamme in casa: vanno in strada, se le danno di santa ragione e poi aggrediscono i Cc

 
Il fatto
Brindisi, investe su diamanti e perde tutto

Brindisi, investe su diamanti e perde tutto

 
In 60 anni
Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

 
Controlli dei CC
Ceglie Messapica, a spasso con 5 «cipolle» di cocaina: arrestato 26enne

Ceglie Messapica, a spasso con 5 «cipolle» di cocaina: arrestato 26enne

 
Il caso
Fasano, rapina allo Zoosafari: ladri scappano con l'incasso

Fasano, rapina allo Zoosafari: ladri scappano con l'incasso

 

Il Biancorosso

Serie C
bari calcio, mister Auteri: « A Francavilla imporremo nostro gioco»

Bari calcio, mister Auteri: « A Francavilla imporremo nostro gioco»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Materaturiste minorenni violentate
Stupro a Marconia, al via incidente probatorio: una delle vittime ha riconosciuto i 4 indagati

Stupro a Marconia, al via incidente probatorio: una delle vittime ha riconosciuto i 4 indagati

 
BariIl caso
Bari, il lungomare di Santo Spirito è al buio da 2 giorni: l'allarme dei cittadini

Bari, il lungomare di Santo Spirito è al buio da 2 giorni: l'allarme dei cittadini

 
PotenzaIl virus
Coronavirus in Basilicata, 4 nuovi positivi a Potenza: tutti della stessa famiglia

Coronavirus in Basilicata, 4 nuovi positivi a Potenza: tutti della stessa famiglia

 
TarantoA Torre Ovo
Taranto, marito e moglie entrambi poliziotti salvano anziano dalla furia del mare

Taranto, marito e moglie entrambi poliziotti salvano anziano dalla furia del mare

 
BrindisiA Punta della Contessa
Brindisi, allarme morìa di pesci, l’Arpa: «Cause naturali»

Brindisi, allarme morìa di pesci, l’Arpa: «Cause naturali»

 
LecceControlli dei CC
Poggiadro, coppia di pusher nascondevano in casa cocaina e marijuana: due in manette

Poggiardo, coppia di pusher nascondeva in casa cocaina e marijuana: arrestati

 
GdM.TVTragedia sfiorata
Foggia, auto contro carro-attrezzi sulla SS16: ferita donna, trasportata in elisoccorso

Foggia, auto contro carro-attrezzi sulla SS16: ferita donna, trasportata in elisoccorso

 

i più letti

contagio

Brindisi, altri ufficiali positivi al Coronavirus, ridotta attività Marina Militare

Le navi coinvolte sono la San Giusto e la San Giorgio

Coronavirus, sottufficiale positivo, in quarantena equipaggio nave San Giusto della Marina

Altri tre membri della Marina Militare di Brindisi, tutti ufficiali, sono risultati positivi al Coronavirus, dopo i due sottufficiali che erano imbarcati sulle navi San Giorgio e San Giusto. In seguito ai nuovi casi, e tenuto conto che gli equipaggi delle due navi sono in quarantena e si stanno sottoponendo ai tamponi, le attività della base navale di Brindisi sono ridotte ai soli servizi essenziali. Parte del personale, inoltre, viene impiegato in smart working. Lo apprende l’ANSA da fonti della Forza armata le quali precisano che nè la base navale, nè il comando della brigata Marina San Marco, sono chiusi, ma continuano ad essere operativi garantendo, appunto, tutti i servizi essenziali.
Il 13 marzo scorso circa 300 militari che componevano gli equipaggi delle navi anfibie San Giorgio e San Giusto, erano stati posti in quarantena nelle proprie abitazioni o in strutture militari dopo che due sottufficiali erano risultati positivi al Covid-19. Entrambi, dieci giorni prima, avevano svolto attività in mare sulle due navi che ora sono ormeggiate in porto a Brindisi dove il personale della Stazione navale ne sta mantenendo lo stato di efficienza

I CASI - Due militari sono risultati positivi al coronavirus e gli equipaggi di altrettante navi della Marina militare, entrambe ormeggiate a Brindisi, sono stati messi in quarantena. In tutto sono 300 i militari coinvolti, che dovranno osservare periodi di isolamento domiciliare nelle loro abitazioni o in strutture militari.
Il primo caso è quello della nave anfibia San Giusto, attraccata nei pressi della base della Brigata marina San Marco. Un sottufficiale dell’Esercito, imbarcato sull'unità per una operazione interforze, ha accusato i primi sintomi ed è stato trasferito all’ospedale Perrino di Brindisi, dove è tuttora ricoverato. Il tampone eseguito è risultato positivo.
Anche a bordo della nave anfibia San Giorgio, un componente dell’equipaggio è risultato positivo al tampone naso-faringeo, ma non è stato necessario il ricovero.

La Marina Militare, di propria iniziativa, ha subito adottato misure precauzionali per limitare al massimo il rischio di contagio, con provvedimenti restrittivi tesi a tutelare la salute del personale, dei familiari e della cittadinanza.
Gli equipaggi sono stati quindi segnalati alle autorità sanitarie a scopo di quarantena.
Dagli accertamenti svolti è emerso che i due militari poi risultati positivi (e che hanno informato essi stessi del contagio i loro comandi) avevano svolto attività in mare sulle due navi 10 giorni fa. Si è deciso quindi di procedere in maniera capillare, considerando ogni singolo membro dell’equipaggio come potenziale contatto stretto, per evitare ulteriori conseguenze. La propagazione del Covid-19 com'è noto è molto rapida e a bordo di una nave il rischio è piuttosto elevato. Non solo. Sono state anche attivate le procedure volte a verificare quali siano stati gli ultimi contatti dei due militari all’esterno delle navi, in particolare se vi siano anche familiari o altre persone potenzialmente coinvolte e per cui disporre un periodo di quarantena a scopo cautelativo.

Le due navi anfibie, spiega lo Stato maggiore della Marina militare, resteranno ormeggiate in porto a Brindisi vigilate dal personale della Stazione Navale che ne manterrà lo stato di efficienza.
Le condizioni dei due militari contagiati, a quanto si apprende, sono buone e non destano particolari preoccupazioni: il sottufficiale ricoverato in ospedale è in isolamento, ma non si trova in terapia intensiva.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie