Martedì 28 Gennaio 2020 | 04:55

NEWS DALLA SEZIONE

Il salvataggio
Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

 
Shoah
Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

 
L'aggressione
Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

 
In piazza
Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

 
Una 50enne romena
Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

 
Le dichiarazioni
Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

 
L'annuncio
Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

 
Nel Brindisino
Ceglie Messapica, due cadaveri trovati in una casa: indagano i carabinieri

Ceglie Messapica, trovati morti in casa: si sono uccisi a coltellate dopo una lite

 
Nel Brindisino
Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

 
L'iniziativa
Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

 
nel brindisino
Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

 

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Perrotta salva il Bari al Granillo: 1-1 in casa della Reggina. La diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatL'accusa
«Mio fratello pestato in cella»: la denuncia della sorella dell'andriese Filippo Griner

«Mio fratello pestato in cella»: la denuncia della sorella dell'andriese Filippo Griner

 
Potenzaregione basilicata
Potenza, manca il numero legale, sciolta riunione del consiglio regionale

Potenza, manca il numero legale, sciolta riunione del consiglio regionale

 
FoggiaL'intervento
San Severo, riprende la raccolta rifuti dopo l'incendio dei mezzi della Buttol

San Severo, riprende la raccolta rifuti dopo l'incendio dei mezzi della Buttol

 
HomeIl giallo
Bari, recuperato in mare il cadavere di una donna: forse un suicidio

Bari, recuperato in mare il cadavere di una donna: forse un suicidio (FOTO)

 
TarantoIl caso
Omicidio in sala giochi: 3 condanne a 30 anni a Taranto

Omicidio in sala giochi: 3 condanne a 30 anni a Taranto

 
BrindisiIl salvataggio
Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

 
MateraIl caso
Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

 
LecceNel centro storico
Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

 

i più letti

Pub Ciporti

Fasano, incendio a un pub: terzo attentato in pochi mesi

Il locale aveva appena riaperto dopo l'ultimo danneggiamento

Fasano, incendio a un pub: terzo attentato in pochi mesi

FASANO - Terzo attentato incendiario al pub Ciporti, che aveva riaperto al pubblico giovedì scorso dopo i lavori di ristrutturazione seguiti a due incendi dolosi. Questa volta gli attentatori hanno usato un’auto rubata, che è stata data alle fiamme dopo che è stata accostata alla vetrata di ingresso al locale, per recapitare il loro inquietante messaggio. Il Ciporti è ubicato sotto i Portici dell’ex convento delle teresiane, nel salotto buono del centro cittadino. La scorsa notte, dopo le 4, un ignoto attentatore ha portato una Fiat Panda, che era stata rubata poco prima in via Meucci, dall’altra parte della città, ai Portici (zona interdetta al traffico dei veicoli a motore) e le ha dato fuoco. In pochi secondi l’utilitaria di provenienza furtiva si è trasformata in una palla di fuoco.

Le fiamme hanno danneggiato la porta di ingresso al pub e hanno annerito l’intero porticato dell’ex convento (il complesso è di proprietà del Comune, che nel corso degli anni ha alienato i locali che si affacciano sotto il porticato). Il rogo ha causato danni, che sono in corso di quantificazione, anche all’interno del pubblico esercizio. Per domare le fiamme è stato necessario l’intervento di una squadra di Vigili del fuoco. Sul posto, l’altra notte, sono arrivate anche diverse pattuglie dei carabinieri.

Una sequenza inquietante di attentati che non lascia alcun dubbio: qualcuno ce l’ha con i titolari del Ciporti. Nell’arco di tre mesi quattro messaggi intimidatori sono stati recapitati agi titolari del pubblico esercizio, che ha la sua sede “storica” sotto i Portici e in estate si “trasferisce” a Torre Canne, sulla banchina del porto della frazione balneare. La sequenza di attentati è partita nella notte tra il 14 e il 15 agosto scorsi. Un ignoto attentatore, dopo aver tentato, senza riuscirci, di sfondare la vetrata della porta di ingresso del locale, ha appiccato le fiamme.

Le lingue di fuoco hanno danneggiato la porta e le pareti esterne del locale, ma nel complesso non hanno causato ingenti danni. Forse proprio alla luce dell’insuccesso della sua prima sortita nella notte tra il 19 e il 20 agosto scorsi l’attentatore è tornato all’attacco. L’ignoto incendiario ha sfondato la vetrata del Ciporti e ha lanciato all’interno del locale un’esca di fuoco. I danni causati dall’attentato incendiario sono stati ingenti: le fiamme hanno devastato il locale che, dopo i necessari lavori di ristrutturazione, aveva riaperto al pubblico giovedì scorso. Il 30 agosto scorso, poco prima dell’alba, una molotov è stata lanciata contro la Peugeot 3008 di proprietà di uno dei titolari del pub. La monovolume di fabbricazione francese era parcheggiata nei pressi del porto di Torre Canne.
Vendetta, avvertimento, racket. Tante le ipotesi ma - al momento - un’unica certezza: quella di lanciare un inquietante avvertimento di stampo mafioso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie