Lunedì 28 Settembre 2020 | 09:42

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Brindisi, ricovero choc al Perrino: donna non si lavava da anni, larve di mosca nelle ferite

Brindisi, ricovero choc al Perrino: donna non si lavava da anni, larve di mosca nelle ferite

 
A Punta della Contessa
Brindisi, allarme morìa di pesci, l’Arpa: «Cause naturali»

Brindisi, allarme morìa di pesci, l’Arpa: «Cause naturali»

 
Controlli dei CC
Mesagne, a spasso con fucile, machete e munizioni: arrestato 29enne ghanese

Mesagne, a spasso con fucile, machete e munizioni: arrestato 29enne ghanese

 
Blitz della Ps
Brindisi, operazione Dda all'alba contro la Scu: eseguite 13 misure cautelari

Brindisi, operazione Dda all'alba contro la Scu: 13 misure cautelari

 
Coronavirus
Brindisi, 12 contagiati al pranzo di nozze: anche un bimbo, in isolamento 30 di un asilo

Brindisi, 12 contagiati al pranzo di nozze: anche un bimbo, in isolamento 30 di un asilo

 
il provvedimento
Ostuni, truffava commercianti e imprenditori: 49enne arrestato dalla Ps

Ostuni, truffava commercianti e imprenditori: 49enne arrestato dalla Ps

 
Arrestati e scarcerati
Brindisi, fiamme in casa: vanno in strada, se le danno di santa ragione e poi aggrediscono i Cc

Brindisi, fiamme in casa: vanno in strada, se le danno di santa ragione e poi aggrediscono i Cc

 
Il fatto
Brindisi, investe su diamanti e perde tutto

Brindisi, investe su diamanti e perde tutto

 
In 60 anni
Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

 
Controlli dei CC
Ceglie Messapica, a spasso con 5 «cipolle» di cocaina: arrestato 26enne

Ceglie Messapica, a spasso con 5 «cipolle» di cocaina: arrestato 26enne

 

Il Biancorosso

Post-partita
Bari, Auteri vede bicchiere mezzo pieno: «Troppi regali, ma siamo solo all'inizio»

Bari, Auteri vede bicchiere mezzo pieno: «Troppi regali, ma siamo solo all'inizio»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiIl caso
Brindisi, ricovero choc al Perrino: donna non si lavava da anni, larve di mosca nelle ferite

Brindisi, ricovero choc al Perrino: donna non si lavava da anni, larve di mosca nelle ferite

 
LecceDuplice omicidio
Fidanzati uccisi a Lecce, ascoltate oltre 100 persone in Procura: al setaccio mail e social

Fidanzati uccisi a Lecce, ascoltate oltre 100 persone in Procura: al setaccio mail e social

 
Barinel Barese
Svaligia villette a Monopoli: pizzicato dai carabinieri li aggredisce, arrestato 26enne

Svaligia villette a Monopoli: pizzicato dai carabinieri li aggredisce, arrestato 26enne

 
Tarantoil siderurgico
Ex Ilva, oggi vertice da Patuanelli: ArcelorMittal convocata in Prefettura

Ex Ilva, oggi vertice da Patuanelli: ArcelorMittal convocata in Prefettura

 
Foggiail fatto
Filmano prete in atteggiamenti hot: «Paga o mandiamo video alle Iene», 2 foggiani indagati per estorsione

Filmano prete in atteggiamenti hot: «Paga o mandiamo video alle Iene», 2 foggiani indagati per estorsione

 
Materacalcio
Da Bernalda la favola di Berni Gallitelli, a 10 anni ingaggiato dal Lecce

Da Bernalda la favola di Berni Gallitelli, a 10 anni ingaggiato dal Lecce

 
PotenzaNel Potentino
Lavello, rapina in casa: condanna nulla in Cassazione, il sospettato ha un fratello che gli somiglia troppo

Lavello, rapina in casa: condanna nulla in Cassazione, il sospettato ha un fratello che gli somiglia troppo

 
Batsanità
Barletta, al «Dimiccoli» eseguita per la prima volta Pet per diagnosi tumori endocrini

Barletta, al «Dimiccoli» eseguita per la prima volta Pet per diagnosi tumori endocrini

 

i più letti

Storia a lieto fine

Brindisi, migrante ritrova e rende al consigliere lo zaino perduto

Massimiliano Oggiano di Fdi perde lo zaino con, al suo interno, un pc portatile, carte di credito, assegni, documenti di lavoro piuttosto importanti, ed effetti personali: a ritrovarli e restituirglieli è un migrante

Brindisi, migrante ritrova e rende al consigliere lo zaino perduto

BRINDISI - Perde lo zaino con, al suo interno, un pc portatile, carte di credito, assegni, documenti di lavoro piuttosto importanti, ed effetti personali: a ritrovarli e restituirglieli è un migrante. La storia, che già di per se rappresenta un bell'esempio di senso civico è resa ancor più particolare dal fatto che a trovare lo zaino è stato un 33enne del Burkina Faso ospite del Dormitorio di via Provinciale San Vito ed il proprietario è il capogruppo di Fratelli d'Italia Massimiliano Oggiano, il principale artefice nei mesi scorsi di una dettagliata denuncia sulle condizioni di vita della struttura che ha rischiato la chiusura. A ciò si aggiunga anche la difficile condizione del migrante che è senza permesso di soggiorno ed ha in corso una causa per la sua espulsione. Il migrante, che lavora regolarmente in campagna, ha trovato lo zaino nei pressi di un semaforo. Ha trovato un numero di cellulare appuntato su un libro e lo ha contattato. Dall’altra parte del cellulare ha risposto una donna, la dr.ssa Katia Colangelo, la quale ha poi fatto riferimento alla Polizia Locale perché si facesse carico di contattare Oggiano e di riferirgli che il migrante lo aspettava per restituirgli tutto ciò che aveva perso poche ore prima.

«È stato un bel gesto - dice Oggiano -, di cui do atto tranquillamente e ringrazio pubblicamente Drissa Bara, questo quarantenne del Burkina Faso che ha avuto la correttezza di trovare lo zaino e di restituirmelo. Per me non si tratta di un gesto straordinario, su cui magari qualcuno vorrà, speculare, anche perchè io al posto suo avrei fatto la stessa cosa. Se avessi ritrovato uno zaino avrei fatto di tutto per restituirlo al legittimo proprietario, è questo il senso civico».

Ma magari qualcun altro non avrebbe fatto lo stesso, magari – pur essendo stato un italiano e quindi con valori e mentalità comuni - spinto da uno stato di bisogno avrebbe optato per un'altra via.
«Riconosco il gesto e per questo dopo aver incontrato Drissa per la restituzione dello zaino – premetto che avevo già bloccato carte e attivato la geolocalizzazione del portatile quindi nessuno avrebbe potuto trarne vantaggi da una mancata restituzione – l’ho incontrato pubblicamente per dirgli grazie ancora una volta. Mi ha raccontato della sua difficile posizione, i suoi problemi e sono a sua disposizione per dargli una mano. È una brava persona. Ho sentito il legale che segue la sua causa e cercherò di dargli assistenza. Così come ho intenzione di dargli una mano ad imparare l’italiano e qualche elemento di diritto che può tornargli utile. Ha voglia di integrarsi e farò del mio meglio per assisterlo, domani gli porterò anche dei vestiti di cui ha bisogno».

Un ospite di quel dormitorio che nei mesi scorsi ha rischiato la chiusura per una sua denuncia che cosa la induce a pensare?
«Che ha fatto una buona azione e che è una persona perbene».

Questo fatto avrà influenza sul suo atteggiamento nei confronti della questione Dormitorio?
«Assolutamente no. Sono stato tacciato anche di razzismo, ma la nostra battaglia sul Dormitorio è sempre stata fraintesa. Quello che abbiamo chiesto con la nostra denuncia è che venisse rispettata la dignità di queste persone. Basta col buonismo di facciata mentre la struttura accoglie gente in condizioni disumane. E su questa strada andremo avanti. Vogliamo solo che i migranti che ne hanno titolo vengano ospitati nelle migliori condizioni e non che da 80 posti consentiti con una deroga a 90 si passi poi a 147-150. Vogliamo che non vivano in condizioni di precarietà in ambienti fatiscenti dato il sovra numero perchè per fare i buonisti giriamo la testa dall'altro lato e facciamo finta di nulla. Vogliamo che chi può, tra gli ospiti che hanno diritto all'alloggio, dia quel contributo minimo delle 2,50 euro che è previsto per migliorare la vivibilità della struttura, consentire le pulizie e non gravare sulle tasche dei brindisini».

Quindi nessuna deroga?
«No, continuiamo a monitorare la situazione che dopo i le polemiche dei mesi scorsi ed il lavoro del Comune sulla struttura anche in termini di contenimento delle presenze. Presenze che sembra stia tornando nuovamente ad aumentare».
Al di là dei personaggi coinvolti nella vicenda e delle personali e legittime convinzioni di ognuno, resta il dato di fondo che essere una persona onesta e perbene non dipende dal colore della pelle.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie