Giovedì 17 Gennaio 2019 | 23:57

NEWS DALLA SEZIONE

Hanno agito in quattro
Brindisi: sparano e svaligiano gioielleria di centro commerciale, nessun ferito

Brindisi, sparano e svaligiano gioielleria, poi fanno incidente: fermati in 3

 
Da Maria De Filippi
Carovigno, una 23enne invitata a C'è Posta per Te

Carovigno, una 23enne invitata a C'è Posta per Te

 
Nel pieno della movida
Brindisi, spari dopo una lite in un locale: ferito un 27enne

Brindisi, sparò a 27enne dopo lite in un locale, 20enne si costituisce

 
Ss 172 dir.
Via ai lavori sulla statale dei trulli: fine entro il 2020

Via ai lavori sulla statale dei trulli: fine entro il 2020

 
Lotta con il sindaco
Scuola, corsi serali al freddo, diffidata la Provincia

Scuola, corsi serali al freddo, diffidata la Provincia

 
L'iniziativa
Canale reale a Latiano diventerà parco fluviale: accordo Regione-Politecnico

Canale reale a Latiano diventerà parco fluviale: accordo Regione-Politecnico

 
Cucina
La Prova del Cuoco: uno chef brindisino per la sfida sulle seppie ripiene

La Prova del Cuoco: uno chef brindisino per la sfida sulle seppie ripiene

 
Istruzione
Brindisi, «Diritto allo studio» arrivano i fondi dalla Regione

Brindisi, «Diritto allo studio» arrivano i fondi dalla Regione

 
Nel Brindisino
Bagno a torso nudo nella fontana di Francavilla: segnalato 16enne

Bagno a torso nudo nella fontana di Francavilla: segnalato 16enne

 
Indagine di Brindisi
Ostuni, traffico finti Rolex: arrestato noto orefice per autoriciclaggio

Ostuni, traffico finti Rolex: arrestato l'orefice dei vip per autoriciclaggio
La replica del legale

 
Dopo 22 anni fermi i risarcimenti
Brindisi, naufragio «Kater»: agli eredi nessun risarcimento dei danni

Brindisi, naufragio «Kater»: agli eredi nessun risarcimento

 

L'incontro con Enel Italia

Cerano, sindaco Brindisi: «Stop ciclo carbone entro 2025»

Il primo cittadino Riccardo Rossi ha incontrato Carlo Tamburi per parlare del futuro della centrale Federico II di Cerano

Cerano, sindaco Brindisi: «Stop ciclo carbone entro 2025»

Chiudere il ciclo del carbone entro il 2025. E’ la richiesta avanzata dal sindaco di centrosinistra di Brindisi, Riccardo Rossi, che oggi, insieme all’assessore alle Politiche ambientali Roberta Lopalco, ha incontrato il direttore di Enel Italia Carlo Tamburi per parlare del futuro della centrale Federico II di Cerano. Con Enel è stato avviato un percorso comune.
«Lei conosce la mia storia, e sa come la penso», ha detto a Tamburi il sindaco, dalle note posizioni ambientaliste. «Il nostro territorio - ha proseguito - ha pagato già un prezzo molto alto in termini di ricadute su ambiente e salute dei cittadini dall’utilizzo del carbone e da tutte le presenze industriali sul territorio come ha certificato l’indagine epidemiologica. Da ciò scaturisce la nostra assoluta necessità di conseguire gli obiettivi della Sen per la chiusura del ciclo del carbone entro il 2025».
Il sindaco ha condiviso con i rappresentanti di Enel che è necessario attivare al più presto un’interlocuzione con il governo nazionale per comprendere come attuare quanto previsto dalla Sen (Strategia energetica nazionale). Al contempo l'amministrazione vuole avviare fin da subito un tavolo di confronto con l’azienda per studiare ciò che può essere realizzato nell’area di 270 ettari che oggi ospita la centrale a conclusione del ciclo del carbone.
In questo momento l’impianto di Cerano, a quanto risulta, è classificato come «essenziale» dal governo per mantenere la stabilità della rete elettrica, certificazione che viene rinnovata annualmente. Tale richiesta ad Enel potrebbe giungere anche dopo il limite del 2025.
Il sindaco Riccardo Rossi ha chiesto ai vertici di Enel di provvedere a garantire i medesimi servizi di essenzialità senza l'utilizzo del carbone ma con le fonti rinnovabili o tecnologie basate sull'accumulo qualora si ritenesse necessario per le indicazioni del governo.
L’amministrazione ha chiesto inoltre che sia mantenuta anche la politica di privilegiare la scelta di imprese e lavoratori locali per lavori esterni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400