Venerdì 26 Aprile 2019 | 12:27

NEWS DALLA SEZIONE

Nessun ferito
Bisceglie, spara contro carabinieri durante un controllo: fermato

Bisceglie, spara contro carabinieri durante un controllo: preso ucraino

 
L'appuntamento
Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

 
Lavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
Botta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 
Il furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
Il furto
Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

 
Discariche a cielo aperto
Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

 
La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiA francavilla fontana
In casa merce rubata e 2 pincher denutriti: denunciata coppia

In casa merce rubata e 2 pincher denutriti: denunciata coppia

 
GdM.TVNel barese
Scarafaggi in mulino ad Altamura, sequestrate 16 tonnellate di prodotti

Scarafaggi in mulino ad Altamura, sequestrate 16 tonnellate di prodotti

 
BatNessun ferito
Bisceglie, spara contro carabinieri durante un controllo: fermato

Bisceglie, spara contro carabinieri durante un controllo: preso ucraino

 
PotenzaÈ ancora minorenne
Violentata per 9 anni dal papà e dal nonno: orrore nel Potentino

Violentata per 9 anni dal papà e dal nonno: orrore nel Potentino

 
LecceIl provvedimento
Lecce, prime multe per rifiuti organici nei sacchi di plastica

Lecce, prime multe per rifiuti organici nei sacchi di plastica

 
FoggiaNel foggiano
Incendio in baracca a Borgo Mezzanone: morto cittadino straniero

Incendio in baracca a Borgo Mezzanone: muore carbonizzato 26enne gambiano
Salvini: «Via grandi insediamenti»

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 

l'accusa era frode

Lavori al cimitero di Canosa
caso archiviato per 12 imputati

lavori al cimitero di canosa

BARI - Il gip del Tribunale di Trani Francesco Messina ha disposto, accogliendo la richiesta della Procura, l’archiviazione del procedimento penale relativo ai lavori di ampliamento del cimitero di Canosa di Puglia nei confronti di 12 indagati, fra cui l’archeologa responsabile della sorveglianza del cantiere, Vincenza Distaso, e la funzionaria della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Puglia per la zona Daunia Ovest, Marisa Corrente, difesa dall’avvocato Michele Laforgia.

Il pm di Trani che ha coordinato l’inchiesta, Michele Ruggiero, ipotizzava inizialmente la violazione dolosa da parte degli indagati delle norme sull'archeologia preventiva, finalizzata - secondo l’accusa - ad occultare la presenza di tombe e reperti ed evitare così il blocco dei lavori. L'indagine della Polizia portò nel marzo 2016 al sequestro dell’intero cantiere e alla notifica di 19 avvisi di garanzia per i reati, a vario titolo contestati, di frode in pubbliche forniture, falso ideologico, danneggiamento di beni storici e artistici, pericolo di crollo di costruzioni.

Successive indagini difensive, consulenze tecniche disposte dalla magistratura tranese e gli esiti delle ispezioni disposte dal Ministero per i Beni Culturali, hanno accertato come la funzionaria della Soprintendenza abbia agito nel rispetto delle norme, scegliendo di sorvegliare l’area anziché procedere a scavi archeologici preventivi. La stessa Procura definisce tale decisione operativa «opinabile ma certamente non irragionevole».

Il giudice, condividendo le conclusioni del pm, ha quindi archiviato il procedimento nei confronti di Corrente e di altri 11 indagati. Il procedimento, con richiesta di rinvio a giudizio, prosegue invece nei confronti di altre sette persone, tecnici e imprenditori, accusati della presunta frode relativa ai due appalti da sei milioni di euro banditi dal Comune di Canosa per l’ampliamento del cimitero. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400