Giovedì 25 Aprile 2019 | 07:45

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
Botta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 
Il furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
Il furto
Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

 
Discariche a cielo aperto
Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

 
La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl premio
Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
LecceTecnologia
Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

 
BatLavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
FoggiaL'intervista
Giannini: «Al treno-tram la Regione ha rinunciato»

Giannini: «Al treno-tram Foggia-Manfredonia la Regione ha rinunciato»

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 

A Trani (Bt)

Auto del consigliere sommersa dai cartoni: 8 mesi fa fu incendiata

Raffaella Merra ha sporto denuncia contro ignoti: l'episodio è accaduto di notte

Auto del consigliere sommersa dai cartoni: 8 mesi fa fu incendiata

L'auto sommersa dai cartoni

Ha formalizzato nella tarda mattinata di ieri, presso il Commissariato di pubblica sicurezza, una denuncia contro ignoti il consigliere comunale indipendente di minoranza Raffaella Merra, eletta nella Lista Florio, la cui autovettura è stata letteralmente sommersa di cartoni l’altra notte. A rivelare l’episodio lo stesso componente dell’assemblea elettiva, limitandosi a rendere nota la circostanza e senza dichiarare null’altro sul possibile movente.
In realtà, non mancano almeno un paio di motivi da accostare all’evento come probabile causa. Al netto dell’eventuale goliardata da parte di qualcuno - ma a quel punto sarebbe da comprendere come mai, fra tante auto parcheggiate in zona, si sia scelta proprio quella del consigliere comunale - potrebbero esserci, come dicevamo, due possibili cause che potrebbero avere mosso qualcuno mettere in scena un possibile avvertimento.
Nei giorni scorsi Merra era stata protagonista in prima persona di una serie di iniziative contro il presunto responsabile, o responsabili di avvelenamenti di cani nel quartiere di Pozzo piano. Il consigliere, da sempre dichiaratamente animalista, aveva raccolto un paio delle polpette presuntivamente avvelenate, di quelle che avrebbero ucciso cinque cani negli ultimi giorni, e sporto denuncia sempre presso le forze dell’ordine: pertanto, la sua azione potrebbe essere stata osteggiata da anti animalisti o, magari, dagli stessi responsabili degli avvelenamenti.
Ci sarebbe, però, anche qualcosa d’altro. E qui bisogna tornare indietro a dicembre 2017 quando, più o meno nello stesso luogo, la precedente auto del consiglieri comunale, insieme con altre due, furono avvolte dalle fiamme in uno di quei consueti incendi notturni che si dice nascano per autocombustione, ma che quasi sempre finiscono per essere classificati come dolosi.
Infatti, presso il Tribunale amministrativo regionale per la Puglia pende un ricorso, proposto dai fratelli Nicola, Alessandra e Antonella Nuzzolese, rappresentati dall’avvocato Sabino Persichella, per l’annullamento, previa sospensiva, della deliberazione con cui il consiglio comunale, il 18 dicembre 2017, ha approvato la modifica della riperimetrazione del comparto 37 del Piano urbanistico generale, che ha sede lungo via Falcone, è uno dei più grandi della città ancora in attesa di una definizione, ed una parte dei cui suoli sono di proprietà dei ricorrenti.
Ebbene, nel ricorso al Tar dei fratelli Nuzzolese viene evocato anche il rogo l’autovettura della consigliera Merra, l’unica che in Commissione urbanistica aveva votato favorevolmente al parere, espresso dal dirigente uscente Michele Stasi, per non modificare alcunché perché l’istruttoria si era già da tempo conclusa.
Poco dopo quell’evento, Merra si dimise dalla carica di vice presidente dell’organismo, facendo apparire il fatto di cronaca strettamente correlato alla sua rinuncia alla carica. A novembre il ricorso al Tar sarà discusso e giudicato nel merito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400