Martedì 20 Agosto 2019 | 06:55

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Barletta appestata da puzza nauseante: cittadini costretti a chiudersi in casa

Barletta, puzza ammorba la città, cittadini si chiudono in casa. Sindaco: sono criminali

 
Il furto
Barletta, ruba monete dalla cassetta delle offerte: arrestato

Barletta, ruba monete in chiesa dalla cassetta delle offerte: arrestato

 
Cervelli in fuga
Da Bisceglie in Olanda: la storia di Anna, biologa contro il cancro al fegato

Da Bisceglie in Olanda: la storia di Anna, biologa contro il cancro al fegato

 
In Sicilia
Turista pugliese bloccato nella riserva dello Zingaro: il salvataggio è spettacolare

Turista pugliese bloccato nella riserva dello Zingaro: il salvataggio è spettacolare

 
L'iniziativa il 22 agosto
Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

 
I numeri
Burrata di Andria irresistibile: vendite cresciute del 17,5%

Burrata di Andria irresistibile: vendite cresciute del 17,5%

 
L'aggressione
«Quel pitbull senza guinzaglio stava sbranando il mio cagnolino», tragedia sfiorata a Barletta

«Quel pitbull senza guinzaglio stava sbranando il mio cagnolino», tragedia sfiorata a Barletta

 
Nel nordbarese
Andria, in un casolare abbandonato trovato materiale esplosivo

Andria, in un casolare abbandonato trovato materiale esplosivo

 
Denunciata una terza persona
Barletta, finge di vendere bibite, in realtà spaccia cocaina: arrestato con la moglie

Barletta, finge di vendere bibite, in realtà spaccia cocaina: arrestato con la moglie

 
La tragedia
Trani, annega un 63enne: forse stroncato da un malore

Trani, annega un 63enne: forse stroncato da un malore

 
Criminalità
Trani, rapinatori aggrediscono in casa una anziana a Capirro

Trani, rapinatori aggrediscono in casa una anziana a Capirro

 

Il Biancorosso

Coppa Italia
Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoLa protesta
Poste Taranto, Cgil: un mese di sciopero servizi aggiuntivi

Poste Taranto, Cgil: un mese di sciopero servizi aggiuntivi

 
LecceMalendugno
Torre dell'Orso, si tuffa dalla falesia e finisce sugli scogli: grave 16enne

Torre dell'Orso, si tuffa e batte la testa sugli scogli: grave 16enne

 
MateraDopo il rogo
Bernalda, 14 braccianti in nero dormivano nella «Felandina»

Bernalda, 14 braccianti in nero dormivano nella «Felandina»

 
PotenzaIl caso
Riforma poli museali, la Basilicata è contraria a «sposare» la Puglia

Riforma poli museali, la Basilicata è contraria a «sposare» la Puglia

 
BariIl restyling
Bari, telecamere e luci led per la pineta di San Francesco: ottobre i lavori

Bari, telecamere e luci led per la pineta di San Francesco: ottobre i lavori

 
BatIl caso
Barletta appestata da puzza nauseante: cittadini costretti a chiudersi in casa

Barletta, puzza ammorba la città, cittadini si chiudono in casa. Sindaco: sono criminali

 
FoggiaGiovani e la musica
La leggenda del pianista di Apricena: dalla Puglia a Morricone e alla Tv

La leggenda del pianista di Apricena: dalla Puglia a Morricone e alla Tv

 
BrindisiAtti vandalici
Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

 

i più letti

A Trani (Bt)

Auto del consigliere sommersa dai cartoni: 8 mesi fa fu incendiata

Raffaella Merra ha sporto denuncia contro ignoti: l'episodio è accaduto di notte

Auto del consigliere sommersa dai cartoni: 8 mesi fa fu incendiata

L'auto sommersa dai cartoni

Ha formalizzato nella tarda mattinata di ieri, presso il Commissariato di pubblica sicurezza, una denuncia contro ignoti il consigliere comunale indipendente di minoranza Raffaella Merra, eletta nella Lista Florio, la cui autovettura è stata letteralmente sommersa di cartoni l’altra notte. A rivelare l’episodio lo stesso componente dell’assemblea elettiva, limitandosi a rendere nota la circostanza e senza dichiarare null’altro sul possibile movente.
In realtà, non mancano almeno un paio di motivi da accostare all’evento come probabile causa. Al netto dell’eventuale goliardata da parte di qualcuno - ma a quel punto sarebbe da comprendere come mai, fra tante auto parcheggiate in zona, si sia scelta proprio quella del consigliere comunale - potrebbero esserci, come dicevamo, due possibili cause che potrebbero avere mosso qualcuno mettere in scena un possibile avvertimento.
Nei giorni scorsi Merra era stata protagonista in prima persona di una serie di iniziative contro il presunto responsabile, o responsabili di avvelenamenti di cani nel quartiere di Pozzo piano. Il consigliere, da sempre dichiaratamente animalista, aveva raccolto un paio delle polpette presuntivamente avvelenate, di quelle che avrebbero ucciso cinque cani negli ultimi giorni, e sporto denuncia sempre presso le forze dell’ordine: pertanto, la sua azione potrebbe essere stata osteggiata da anti animalisti o, magari, dagli stessi responsabili degli avvelenamenti.
Ci sarebbe, però, anche qualcosa d’altro. E qui bisogna tornare indietro a dicembre 2017 quando, più o meno nello stesso luogo, la precedente auto del consiglieri comunale, insieme con altre due, furono avvolte dalle fiamme in uno di quei consueti incendi notturni che si dice nascano per autocombustione, ma che quasi sempre finiscono per essere classificati come dolosi.
Infatti, presso il Tribunale amministrativo regionale per la Puglia pende un ricorso, proposto dai fratelli Nicola, Alessandra e Antonella Nuzzolese, rappresentati dall’avvocato Sabino Persichella, per l’annullamento, previa sospensiva, della deliberazione con cui il consiglio comunale, il 18 dicembre 2017, ha approvato la modifica della riperimetrazione del comparto 37 del Piano urbanistico generale, che ha sede lungo via Falcone, è uno dei più grandi della città ancora in attesa di una definizione, ed una parte dei cui suoli sono di proprietà dei ricorrenti.
Ebbene, nel ricorso al Tar dei fratelli Nuzzolese viene evocato anche il rogo l’autovettura della consigliera Merra, l’unica che in Commissione urbanistica aveva votato favorevolmente al parere, espresso dal dirigente uscente Michele Stasi, per non modificare alcunché perché l’istruttoria si era già da tempo conclusa.
Poco dopo quell’evento, Merra si dimise dalla carica di vice presidente dell’organismo, facendo apparire il fatto di cronaca strettamente correlato alla sua rinuncia alla carica. A novembre il ricorso al Tar sarà discusso e giudicato nel merito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie