Venerdì 23 Luglio 2021 | 18:41

NEWS DALLA SEZIONE

L'analisi
Mattarella, i suoi primi 80 anni e la partita quirinale

Mattarella, i suoi primi 80 anni e la partita quirinale

 
Il commento
Le notti magiche seduti sul divano di casa

Le notti magiche seduti sul divano di casa

 
La riflessione
Lo Stato dice ai giovani del Sud «Dovete emigrare»

Lo Stato dice ai giovani del Sud «Dovete emigrare»

 
il punto
Quell’inferno cantieri sulla via delle vacanze

Quell’inferno cantieri sulla via delle vacanze

 
l'approfondimento
Dobbiamo attrezzarci per una vita da precari

Dobbiamo attrezzarci per una vita da precari

 
l'approfondimento
La compagnia che marcia verso il Quirinale. Come in un libro di Tolkien

La compagnia che marcia verso il Quirinale. Come in un libro di Tolkien

 
il punto
Cambiare tv, una botta a indigenti e pensionati

Cambiare tv, una botta a indigenti e pensionati

 
Il caso
Il mondo in un display sconnesso dalla realtà

Il mondo in un display sconnesso dalla realtà

 
il punto
La lotta alla pandemia e la salvezza della specie

La lotta alla pandemia e la salvezza della specie

 
il punto
Tanti teatri silenziosi un’offesa agli antenati

Tanti teatri silenziosi un’offesa agli antenati

 
L'editoriale
Quella «cultura» che cancella l’Odissea, Mozart e Colombo

Quella «cultura» che cancella l’Odissea, Mozart e Colombo

 

Il Biancorosso

serie c
Calcio: Bari, ritiro con allenamenti individuali

Calcio: Bari, ritiro con allenamenti individuali

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoL'impatto
Taranto, finisce contro un muro in moto: morto 35enne di Brindisi

Taranto, finisce contro un muro in moto: morto 35enne di Brindisi

 
BariLa curiosità
Bari, lungo le coste cittadine arrivano i «pesci mangiaplastica»

Bari, lungo le coste cittadine arrivano i «pesci mangiaplastica»

 
PotenzaIl caso
Potenza, truffe on line: nove denunciati, hanno preso 12 mila euro

Potenza, truffe on line: nove denunciati, hanno preso 12 mila euro

 
Foggiala polemica
Foggia, non ancora attivati presidi medici nelle località turistiche

Foggia, non ancora attivati presidi medici nelle località turistiche

 
Cinema e Spettacolimusica
Nando Popu nell'ultimo lavoro del cantautore  Martix

Nando Popu nell'ultimo lavoro del cantautore Martix

 
PotenzaEffettuate 5.800 vaccinazioni
Covid: in Basilicata 18 positivi su 611 tamponi esaminati

Covid: in Basilicata 18 positivi su 611 tamponi esaminati

 
HomeBrutale aggressione
Latiano, intera famiglia aggredita in piazza: tre arresti

Latiano, intera famiglia aggredita in piazza: tre arresti

 

i più letti

la riflessione

Non abbassiamo la guardia proprio all’ultimo miglio

Non abbassiamo la guardia proprio all’ultimo miglio

Il covid con le sue varianti tira su la testa. Indomito e tenace, nonostante i brillanti risultati ottenuti fino a questo momento dalle vaccinazioni, il virus non ne vuole sapere di chiudere la sua stagione vissuta da protagonista. Complice, è il caso di sottolinearlo per l'ennesima volta, anche quell'idea del «tanto non torna più» e che ha fatto abbassare la guardia rispetto alla pervicacia della pandemia.

Sereni o quasi per il fatto che in fondo la variante «delta» semina il panico più in Gran Bretagna e nel nord Europa più che nel Bel Paese, abbiamo un po' tutti pensato di essere immuni – fatta qualche eccezione – dall'ondata del virus mutato e per di più ostinato a tenerci psicologicamente sul chi va là. Gli ultimi focolai registrati in Puglia ed il numero di soggetti coinvolti, in un villaggio vacanze del litorale foggiano e in un comune salentino, dimostrano invece che c'è necessità di non trattare questa fase della pandemia come folclore. E non è neanche una questione di vaccinazione ed immunizzazione alla luce, ad esempio, di quanto accaduto alle troupe della Rai al seguito della Nazionale di calcio, con un fremito che ha coinvolto non solo addetti ai lavori, ma tutti i tifosi per eventuali perdite nella «bolla» che tiene al riparo gli azzurri in vista della finalissima di domani, a Wembley, contro l'Inghilterra.

Al netto delle comprensibili e giustificate preoccupazioni, c'è da ricordare che le vaccinazioni proteggono ma non filtrano del tutto il virus come del resto spiegano medici e ricercatori: il fatto di essere immuni all'85, 90 o 95 per cento secondo le dosi e i vari tipi di vaccino, la dice tutta sulle percentuali sia pur minime di incontrare lungo la propria vita il covid «mutato», visto che il virus colpisce solo con le varianti più ribelli (dall'inglese alla delta alla beta). Una traiettoria della pandemia – oggi maggiormente governata – confermata del resto da una ospedalizzazione ai minimi termini e da un decremento graduale ma costante dei decessi legati più ad «eredità» del recente passato che alla situazione attuale.

Tuttavia non va mollata la presa e soprattutto non persa di vista quella responsabilità sociale che ciascuno ha nei confronti degli altri. E siccome sono in giro qualche milione di anziani, fragili, anziani e vulnerabili, che non hanno ancora ricevuto una sola dose di vaccino, è opportuno mantenere quella fermezza nel rispetto delle regole (con o senza seconda dose) che dovrebbe trasformarsi in autodisciplina, ovvero in una comunità che ha conosciuto il dramma e che non intende riviverlo, direttamente o indirettamente. Non è impresa difficile, ma neanche semplice: per la voglia di evasione dopo un lungo anno di ristrettezze sociali, perché si vive il periodo delle vacanze, perché le notti magiche dell'Italia pallonara influenzano e non poco comportamenti ed atteggiamenti. Per questo occorre uno sforzo da ultimo miglio, una capacità di gestire questa fase con consapevolezza del pericolo passato ma anche di quello che bussa alla porta, senza chiederla esclusivamente ai giovani che se non vedono buoni esempi negli adulti sono propensi per indole alla ribellione. Ci sono le condizioni per farlo senza farsi guidare e limitare dall'emotività che pure accompagna questi momenti. Le mascherine del resto non sono più obbligatorie nei luoghi all'aperto, ed è stata una grande conquista, ma lo smascheramento autorizzato non deve farci dimenticare alcune scomode verità, ad iniziare da una fattuale e non ipotetica, e cioè che la pandemia non ha chiuso i battenti per fine attività. Giù la maschera dunque, su la testa ma senza abbassare l'attenzione. Mai come in questo momento serve solo la prudenza, una virtù che non è sinonimo di debolezza e scarso coraggio ma solo di saggezza e lungimiranza. Le varianti del covid si battono anche così.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie