Giovedì 28 Maggio 2020 | 03:43

NEWS DALLA SEZIONE

Settembre poi verrà ma senza lezioni a distanza

Settembre poi verrà ma senza lezioni a distanza

 
Il commento
Non come eravamo prima ma come saremo dopo

Non come eravamo prima ma come saremo dopo

 
L'editoriale
rda i giorni della Storia

Porre fine alla guerra fredda Stato-Regioni

 
L'EDITORIALE
Se l’effetto del virus uccide il ceto medio

Se l’effetto del virus uccide il ceto medio

 
LA SCOMMESSA
Beppe Macchione

Gazzetta, la prospettiva di bene storico culturale

 
LA STORIA
Bari, il ricordo del re delle zip, Claudio Goffredo: la storia continua

Bari, il ricordo del re delle zip, Claudio Goffredo: la storia continua

 
Il punto
Gli insegnanti vogliono riaperte le scuole

Bar e ristoranti aperti. Scuole e atenei chiusi?

 
L'analisi
Il testacoda del fisco che penalizza merito e lavoro

Il testacoda del fisco che penalizza merito e lavoro

 
L'analisi
Prime elezioni post-Covid banco di prova per la politica

Prime elezioni post-Covid banco di prova per la politica

 
Il ricordo
Piero Manni

Piero Manni, il cuore a Sud di un editore militante

 
L'Editoriale
Quelle parole che cambiano il nostro modo di stare insieme

Quelle parole che cambiano il nostro modo di stare insieme

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, il difensore Perrotta: «Chiediamo chiarezza sul prosieguo del torneo»

Bari, il difensore Perrotta: «Chiediamo chiarezza sul prosieguo del torneo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLutto
Brindisi piange la scomparsa si «Mestru Roc», tra i primi meccanici della provincia

Brindisi piange la scomparsa si «Mestru Roc», tra i primi meccanici della provincia

 
Battragedia sfiorata
Barletta, misterioso agguato, 30enne ferito a colpi di pistola alla coscia e braccio

Barletta, misterioso agguato, 30enne ferito a colpi di pistola alla coscia e braccio

 
Potenzafase 2
Basilicata economia, 53 milioni per microimprese e turismo

Basilicata economia, 53 milioni per microimprese e turismo

 
BariLa decisione
Salvataggio Popolare Bari, via libera del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi con 1,17 miliardi

Salvataggio PopBari, via libera del Fondo interbancario con 1,17 miliardi

 
MateraLavori pubblici
Matera, sicurezza stradale: nuovo intervento Anas sulla «Basentana»

Matera, sicurezza stradale: nuovo intervento Anas sulla «Basentana»

 
Tarantofase 2
Taranto, più controlli anti-assembramento: vertice in prefettura con le forze dell'ordine

Taranto, più controlli anti-assembramento: vertice in prefettura con le forze dell'ordine

 
Foggiafase 2
Foggia, vietato mangiare e bere all'aperto: arriva ordinanza anti-assembramenti

Foggia, vietato mangiare e bere all'aperto: arriva ordinanza anti-assembramenti

 
LecceLa tragedia
Il cantiere del gasdotto

Pisignano, operaio 35enne muore schiacciato da tubo in gasdotto: cantiere sequestrato

 

i più letti

L'analisi

Salvini e Di Maio davanti al burrone meglio frenare

Guardando i conti italiani, i Mercati e molti osservatori temono che Di Maio e Salvini stiano correndo tenendosi per mano verso la manovra di bilancio di fine anno come Thelma e Louise verso il burrone

Lega - 5 stelle una tregua fondata sugli equivoci

Luigi Di Maio (M5s), 31 anni, e Matteo Salvini (Lega), 45 anni

Guardando i conti italiani, i Mercati e molti osservatori temono che Di Maio e Salvini stiano correndo tenendosi per mano verso la manovra di bilancio di fine anno come Thelma e Louise verso il burrone. Naturalmente, nessuno dei due accetta di identificarsi con le vivaci protagoniste del film americano. Semmai, messo alle strette, ciascuno vorrebbe che nel burrone ci finisse l’altro. La solidarietà di un tempo è finita. Di Maio, caratterialmente meno esuberante di Salvini, non lascia passare giorno senza distinguersi dalla Lega con parole taglienti che fino a qualche tempo fa sarebbero state impensabili.

Il ministro dell’Interno incrocia le gambe, vi appoggia le braccia con le mani rivolte verso l’alto e sublima la posizione Zen: ma è disturbato sempre più spesso dalle voci sempre meno sommesse dei suoi sodali («Matteo attento! Matteo andiamo a sbattere! Matteo il Nord ribolle!»).

Tutti i sondaggi danno la Lega stabilmente sopra il 30 per cento con una decina di punti di distacco dai Cinque Stelle, insidiati a loro volta da un Pd in risalita. Ma la gratitudine dell’elettorato è sempre legata all’aspettativa di benefici futuri (Larochefoucauld). L’inatteso e clamoroso successo nell’arginare i migranti è ormai considerato acquisito. La gente vuole altro. Il Nord l’autonomia e su questo si è scatenata la contraerea del M5S. Tutti vogliono imposte più leggere. Di qui l’insistenza della Lega sulla «tassa piatta» e l’avvertimento dei 5 Stelle che essa deve limitarsi ai «ceti medi» identificati, più o meno, con un reddito netto mensile compreso tra i 1.500 e i 2.200 euro netti al mese. L’accordo tra i due partiti starebbe nell’associare alla «flat tax» una particolare attenzione al quoziente familiare. Il problema sta nel trovare i soldi con l’economia che non cresce, anche se nel primo trimestre dell’anno non c’è stata recessione.
Da economista accademico, Giovanni Tria vorrebbe aumentare l’Iva. Fa parte della scuola di chi ritiene le imposte indirette più eque e indolori di quelle dirette (chi consuma di più paga di più). Ma Di Maio e Salvini impegnano il governo a non parlarne nemmeno. Tria è favorevole alla «flat tax» per i ceti medi. Ma lo sblocca cantieri (87 miliardi da investire) tarda, come il decreto crescita, della cui efficacia dirompente sono in molti a dubitare. Come dell’effetto salvifico di reddito di cittadinanza e quota 100. Dunque?

Dunque Salvini spera che il nuovo assetto del Parlamento europeo consenta una interpretazione meno rigida delle «clausole di salvaguardia» che impongono una manovra da 23 miliardi soltanto per evitare l’aumento dell’Iva (19 miliardi sono stati neutralizzati in passato dai governi di centrosinistra, dice il vice ministro Garavaglia, occorre trovarne quattro in più). Ma la nuova Commissione sarà operativa soltanto da novembre. Troppo tardi, forse, per ribaltare una manovra di bilancio. Di qui la preoccupazione del capo dello Stato che di burroni possibili ne vede addirittura due. Da un lato una legge di bilancio senza coperture adeguate con conseguenze pessime sui mercati. Dall’altro, una rottura della maggioranza ed elezioni anticipate in una situazione economicamente pericolosa. Sapranno Thelma e Louise dare qualche colpetto di freno?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie