Giovedì 04 Marzo 2021 | 01:06

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
Sanremo 2021, Arisa: «Porto sul palco anche il legame con la mia Basilicata»

Sanremo 2021, Arisa: «Porto sul palco anche il legame con la mia Basilicata»

 
Musica
«L'eco dei tuoi no», Reverendo insieme a Claver Gold per il remix prodotto da Gian Flores

«L'eco dei tuoi no», Reverendo insieme a Claver Gold per il remix prodotto da Gian Flores

 
Nuove uscite
«Dove sei», il ritmo dancehall del brindisino Plata su una produzione che profuma di Salento

«Dove sei», il ritmo dancehall del brindisino Plata su una produzione che profuma di Salento

 
L'intervista
Gaudiano da Foggia a Sanremo: «Le prove all'Ariston emozionanti, finalmente di nuovo su un palco»

Gaudiano da Foggia a Sanremo: «Le prove all'Ariston emozionanti, finalmente di nuovo su un palco»

 
Musica
«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

 
fuori il 26 marzo
«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

 
Nuove uscite
Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

 
Musica
«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

 
In uscita
«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

 
Ha radici molfettesi
«Niente da dire», viaggio nel mondo visionario di Lemuri sull'incomunicabilità della vita

«Niente da dire», viaggio nel mondo di Lemuri Il Visionario sull'incomunicabilità della vita

 
Musica
«La Strega», il pugliese Mattia Pellicoro e il suo inno di ribellione contro le idee imposte dalla società

«La Strega», il pugliese Mattia Pellicoro e il suo inno di ribellione contro le idee imposte dalla società

 

Il Biancorosso

La trasferta
Bari batte Juve Stabia 2-0. Carrera: ora più in alto

Bari batte Juve Stabia 2-0. Carrera: ora più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariMons. Satriano
Covid, arcivescovo Bari ricoverato al Miulli: «Risponde alle cure»

Covid, arcivescovo Bari ricoverato al Miulli: «Risponde alle cure»

 
BatII fatti un mese fa
Margherita di Savoia, 24enne morto mentre getta spazzatura: c'è l'inchiesta

Margherita di Savoia, 24enne morto mentre getta spazzatura: c'è l'inchiesta

 
PotenzaIl caso
Vagoni storici abbandonati sui binari a Potenza: via alla rimozione

Vagoni storici abbandonati sui binari a Potenza: via alla rimozione della motrice Fal

 
LecceL'emergenza
Lecce, focolaio Covid in Oncologia al «Fazzu»: 12 contagiati, si teme variante inglese

Lecce, focolaio Covid in Oncologia al «Fazzi»: 12 contagiati, si teme variante inglese

 
BrindisiIl caso dei lavori
Lavori Porto Brindisi: 6 indagati, anche Presidente Autorità

Porto Brindisi, inchiesta bis: 6 indagati. Presidente Autorità: «Pm non condivide sentenza del Consiglio di Stato...»

 
Foggianel foggiano
Manfredonia, minacciano tabaccaia con taglierino e fuggono con l'incasso: presi minorenni

Manfredonia, minacciano tabaccaia con taglierino e fuggono con l'incasso: presi minorenni

 
TarantoLotta al virus
Taranto, vaccini al Palaricciardi: in un giorno 920 dosi

Taranto, vaccini al Palaricciardi: in un giorno 920 dosi

 
MateraLa decisione
Ambiente, firmata l'intesa: così Matera diventa «Plastic Free»

Ambiente, firmata l'intesa: così Matera diventa «Plastic Free»

 

i più letti

L'intervista

«Bases»: il sassofonista Giovanni Chirico ritorna alle sue «radici» con un album ricco di influenze

Il 29enne racconta il suo disco crossover, in cui convivono jazz, funk, rock, techno e musiche tradizionali del Mediterraneo

«Bases»: il sassofonista Giovanni Chirico ritorna alle sue «radici» con un album ricco di influenze

Partire dalle sue "basi" intese come "radici", geografiche (viene da Sammichele Salentino, nel Brindisino), e musicali: è questo l'intento di Giovanni Chirico, sassofonista 29enne, che ha pubblicato l'album di esordio, "Bases", un disco crossover in sei tracce che fondono senza soluzione di continuità generi diversi, dal jazz al funk, al rock, alla techno, alle musiche tradizionali del Mediterraneo. Ci siamo fatti raccontare tutto su questo progetto.

Dopo anni di collaborazioni (per citarne alcune: le salentine Bandadriatica e GirodiBanda, l’italo-francese Les Trois Lézards e Alex’s Hand), da cosa è nata l'esigenza di pubblicare un prodotto tuo?

«Ho dovuto lottare abbastanza per fare il musicista. A un certo punto ero in Francia per una residenza artistica, e il mio "boss" mi ha proposto di fare qualcosa da solo. Non lo ritenevo possibile, ma si è accesa una miccia, e a Berlino è nata l'idea del disco, in cui ho voluto riassumere la storia del mio percorso musicale e di vita»

Il titolo, "Bases", riporta anche alle tue basi salentine

«È una sorta di partenza da quelle basi da cui mi volevo allontanare perché fonte di problemi, ma ho deciso di sfidarle, e ripartire dal posto in cui sono stato più debole. Però con una cognizione di causa maggiore, so chi sono, ho la consapevolezza di essere un musicista, una persona che ha un posto nella società»

Ti senti fortunato a essere un musicista nel Salento?

«Fortunato è dir poco, considerando anche le testimonianze dei vari musicisti che ho conosciuto altrove. Al momento in Italia non c'è un posto migliore per una persona che vuole esprimersi. Oggi vivo a Lecce, si respira un'aria di comunità e interesse nei confronti di quello che si fa. Accanto a me, poi, c'è tanta gente che fa lavori bellissimi, questa cosa mi rende felice»

Quali influenze hai racchiuso in quest'album?

«Tantissime. Sono partito da ciò che mi piaceva, alcune cose ufficialmente, altre in segreto. Vivere in paese ti fa cogliere usanze diverse rispetto alla città. La domenica mattina, il ragazzetto neopatentato con l'auto e lo stereo a palla, che trasmette cose talmente inascoltabili che finiscono per piacerti... è un "brutto che si trasforma in bello", e questa cosa l'ho inserita nel disco, con qualche licenza poetica. A Berlino ho scoperto l'elettronica, ho fatto serate nei club, ho ascoltato tanta techno. Da ragazzino mi interessava anche la world music, suonavo il tamburello e cantavo la pizzica; ho ripreso questa sfaccettatura interessandomi alle culture al di là del Mediterraneo, con riferimento al mondo arabo, nord Africa, Medioriente...»

Che feedback stai avendo da quest'album?

«Non me l'aspettavo, ma finora molto positivi. Qualcuno ha parlato di 'verità', cosa che mi è piaciuta parecchio. È stato bello poi vedere che in tutti i posti in cui ho suonato finora, la gente era in piedi a ballare, a divertirsi, si sentiva libera, anche dove solitamente si resta seduti ad ascoltare. Mi piace questo coinvolgimento»

Progetti imminenti?

«Al momento sto lavorando per un tour che partirà a metà marzo, porto la mia musica fuori dai confini pugliesi: sarò, tra l'altro, a Firenze, Milano, Torino, in posti più conosciuti, ma anche in posti di cui mi piace l'impronta. A Milano ad esempio suono al Mare Culturale Urbano, molto vicino al discorso delle periferie, concetto a cui mi sento particolarmente affine»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie