Domenica 20 Gennaio 2019 | 07:27

Lettere alla Gazzetta

I commercianti sono pronti a rimboccarsi le maniche

Se l’Italia vuole avere un futuro, quando finirà la crisi?. Nel 2017?. 2018?. 2020?. Booo!! Insomma, nessuno è in grado di dircelo!!. Ma forse, questa non è una crisi, è qualcosa di molto diverso, di molto più profondo. In pratica, il governo centrale ha portato avanti con determinazione una necessaria politica di rigore, ma esso si deve rendere conto, insieme a tutti gli altri governi europei, che questa politica può avere successo solo se i suoi tempi di attuazione sono compatibili con la ripresa della crescita. Soprattutto, gli imprenditori guardano con una speranza tutt’altro che di facciata. In sostanza, deve indicarci gli obiettivi e le strade per raggiungerli. C’è tutta la disponibilità dei commercianti, a rimboccarsi le maniche per aiutare il Paese, a uscire dalla crisi nonostante il fatto, che migliaia di aziende sono state costrette a chiudere, mentre poche resistono. Si ha un grande rispetto per la politica, ma alla politica si chiede rispetto.

Nico Pesce, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400