Venerdì 19 Agosto 2022 | 07:28

In Puglia e Basilicata

Una mela al giorno

In estate è un imperativo: l'importante è bere

In estate è un imperativo: l'importante è bere

Acqua, succhi o bevande analcoliche. Comunque è bene non esagerare con le “gassate”

08 Giugno 2022

Nicola Simonetti

Una mela al giorno

Nicola Simonetti

Vivere in salute: suggerimenti, risposte, piccoli accorgimenti per gestire la propria giornata, l’umore, l’alimentazione, il ricorso a farmaci, come affrontare al meglio gli impegni di lavoro, di responsabilità, il riposo ed il diporto, l’attività fisica. Inoltre, una finestra aperta sulla ricerca, sulle novità che la medicina ci offre ora e ci riserva e promette per il prossimo futuro.

“… E noi che figli siam/ beviam, beviam, beviam…” La filastrocca goliardica si riferiva all’alcol mentre essa si addice più ai liquidi non alcolici. Beviamo, l’indicativo può essere una costatazione, ma il verbo all’imperativo è un comando ed al congiuntivo, un’esortazione. Per la salute, meglio coniugare quest’ultimo tempo e non esagerare. Introdurre liquidi nell’organismo è necessità che può essere compendiata in almeno 8 bicchieri al dì (adattabile alla persona, alla stagione, alle situazioni di tempo e luogo). L'acqua è una componente essenziale per il corpo umano e abbiamo bisogno, in genere, di circa 2,5 litri di acqua al giorno (tra quella contenuta negli alimenti e quella che beviamo: 1 bicchiere da acqua = 1/5 di litro = 2 dl = 200 ml = 200 g di acqua).

La maggior parte di questa quantità deriva da liquidi, ma una parte anche da cibo solido o liquido. Le bevande si classificano: alcoliche, nervine (caffè, tè verde, nero, bianco), non alcoliche: bibite vendute con il nome di uno o più frutti a succo o di fantasia, gassose semplici (acqua, zucchero, essenza di limone, ac. citrico o tartarico, anidride carbonica (senza coloranti); Succhi di frutta ottenuti per estrazione meccanica del succo dai frutti. Distinguere però:

- succo di frutta: che contiene il 100% di succo naturale;

- Il nettare o succo e polpa di frutta: ottenuto aggiungendo acqua e zucchero a un succo naturale o concentrato (sono bevande che in media contengono il 40-50% di frutta);

- Lo sciroppo ottenuto da succhi di frutta o estratti vegetali più una elevata percentuale di zucchero che varia dal 60 al 70%;

Disponibili anche le Gassose: bevande composte da acqua, zucchero, essenza di limone, acido citrico o tartarico, e anidride carbonica (senza coloranti). Va precisato che in base alla normativa europea, i succhi di frutta devono contenere il 100% di frutta naturale o di succo concentrato, senza zuccheri aggiunti.

Se la percentuale di frutta è inferiore al 100%, vengono definiti nettari di frutta o bevande a base di frutta. Il consiglio è di conteggiare le cosiddette “calorie vuote” che assommano: in media 370 per 100 cl di bevanda (una confezione di bevanda zuccherata contiene, in media, 7-8 cucchiaini di zucchero (35- 40g), superando la raccomandazione pro-salute di non superare 25 grammi di zucchero al giorno). Le bevande gassate: Solo la fantasia è limite alla numerosità di queste bevande le quali sono vantate, in gran numero, “senza zuccheri aggiunti”. Ma, a ben leggere l’etichetta, a volte, troviamo “dolcificanti artificiali” sulla cui affidabilità non c’è giudizio unanime. C’è chi gli addebita – ma non c’è dimostrazione consolidata e permane il dubbio - incremento del rischio diabete, danni allo smalto dei denti e incentivo alla carie, iperattività nei bambini più piccoli.

Comunque è bene non esagerare con le “gassate”, le quali danno l’illusione di dissetare di più (ma è soprattutto effetto della “anestesia” temporanea che esse forniscono alle papille della bocca). Da quantificare, l’assunzione totale di glucosio, fruttosio, caffeina (l sua presenza, a volte, non è “denunciata”). Comunque val la pena non esagerare neanche con l’acqua. Consigliava Orazio: Est modus in rebus. Cioè ci sia una misura (moderazione) per tutte le cose; vi sono determinati confini oltre i quali non è bene spingersi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Calendario dei post

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

 

PODCAST

 

i più visti della sezione

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725