Martedì 23 Luglio 2019 | 08:47

NEWS DALLA SEZIONE

Dipende da noi
La dieta, fattore di rischio per il tumore del colon retto?

La dieta, fattore di rischio per il tumore del colon retto?

 
LIBERA LA VITA
Storie di sogni che l'emofilia non può fermare

Storie di sogni che l'emofilia non può fermare

 
Prudenza
«Caldo di città soffrir molto ti fa»

«Caldo di città soffrir molto ti fa»

 
LA CONTINUITÀ ASSISTENZIALE
Anziani malati cronici: una rete per loro

Anziani malati cronici: una rete per loro

 
Il futuro delle ossa si costruisce da bambini

Il futuro delle ossa si costruisce da bambini

 
Più di 4 su 10 under 12 presenta carie dentale
Dentista

Scuola che chiude, dentista che trovi

 

Il Biancorosso

IL CALENDARIO
Bari, ecco i prossimi impegnidal Pisa alla coppa Italia

Bari, ecco i prossimi impegni: dal Pisa alla coppa Italia

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

LecceL'operazione
Lecce, lido abusivo a Torre Castiglione: sequestrato dalla Guardia Costiera

Lecce, lido abusivo a Torre Castiglione: sequestrato dalla Guardia Costiera

 
TarantoL'incidente
Taranto, investe donna e fugge via: rintracciato pirata della strada

Taranto, investe donna e fugge via in auto: rintracciato pirata della strada

 
Brindisi«Felicità è donare»
Brindisi, emergenza sangue: Al Bano in prima fila a sostegno delle donazioni

Brindisi, emergenza sangue: Al Bano in prima fila a sostegno delle donazioni

 
MateraIl caso
Ambiente, sopralluogo assessore Basilicata su spiagge del Metapontino

Ambiente, sopralluogo assessore Basilicata su spiagge del Metapontino

 
FoggiaSanità
Foggia sanità service, Emiliano: «firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato»

Foggia, Sanità Service: firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato

 
PotenzaDalla Polizia Locale
Basilicata, spiagge sicure: più di duemila beni sequestrati

Basilicata, spiagge sicure: più di duemila beni sequestrati

 

i più letti

Lo scorbuto, malattia del passato, nota come morbo dei marinai

Salute & Benessere

Nicola Simonetti

Nicola Simonetti

Vivere in salute: suggerimenti, risposte, piccoli accorgimenti per gestire la propria giornata, l’umore, l’alimentazione, il ricorso a farmaci, come affrontare al meglio gli impegni di lavoro, di responsabilità, il riposo ed il diporto, l’attività fisica. Inoltre, una finestra aperta sulla ricerca, sulle novità che la medicina ci offre ora e ci riserva e promette per il prossimo futuro.

Lo scorbuto, malattia del passato, nota come morbo dei marinai che restavano in viaggio per mesi e, quindi non avevano scorte alimentari fresche e sufficienti, sta rifacendo capolino anche nel mondo occidentale? La rivista Usa Science Alert lo evidenzia con dati inequivocabili.

Com’è noto, lo scorbuto è dovuto alla carenza di vitamina C (acido ascorbico) che colpisce coloro che non consumano, o non lo fanno a sufficienza, frutta e verdura. Poiché il corpo non riesce ad autofabbricarsi questa vitamina, è necessario che essa sia introdotta con l’alimentazione. Ma, essendo questa vitamina termolabile, bisognerà utilizzare cibi crudi (la cottura distrugge la vitamina C) e ben conservati per non molto tempo.

La vitamina C è il sostegno del collagene che consente di conservare la struttura del nostro corpo e, in sua carenza, per esempio, le pareti dei vasi sanguigni vanno in malora.

La malattia si presenta con affaticamento facile, caduta di denti e capelli, emorragie ricorrenti specie dalle gengive, dolori articolari diffusi.

“Il primo caso che abbiamo diagnosticato in un giovane che – dice il dr Eric Churchill (Massachusetts, Usa) nel documentario “Vitamania” – mangiava solo pane e formaggio. Finora abbiamo diagnosticato una trentina di casi di scorbuto tra la nostra popolazione cittadina”.

Accusata numero uno è la povertà che induce la popolazione a mangiare – di necessità, virtù – cibi spazzatura ricchi di grassi che saziano. Verdura e frutta costerebbero troppo e, quindi, niente.

Nel 2016, un primo allarme veniva dall’Australia dove erano stati individuati 12 malati. Undici di loro “distruggevano” la vitamina C degli alimenti che essi erano abituati a far cuocere molto; l’altro paziente era diventato tale per la povertà che l’affliggeva.

Si inizia, intanto, a diagnosticare alcuni casi di scorbuto anche in Italia ed in Francia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400