Domenica 25 Luglio 2021 | 10:29

Il Biancorosso

Sport
Focolaio tra i giocatori del Bari: predisposto il trasferimento dei 9 positivi

Focolaio tra i giocatori del Bari: predisposto il trasferimento dei 9 positivi

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Nardò, in centinaia a ballare senza mascherina: 5 giorni di chiusura per il Ficodindia

Nardò, in centinaia a ballare senza mascherina: 5 giorni di chiusura per il Ficodindia

 
PotenzaAmbiente
Turismo, San Fele ci spera: «Vanno aperte tutte le cascate»

Turismo, San Fele ci spera: «Vanno aperte tutte le cascate»

 
MateraL'accordo
Comuni: firmata intesa Maratea-Matera, programmi comuni

Comuni: firmata intesa Maratea-Matera, programmi comuni

 
Brindisiambiente
Brindisi, serbatoio Edison Gnl: No del Comune è danno per l’ambiente e la Puglia

Brindisi, serbatoio Edison Gnl: No del Comune è danno per l’ambiente e la Puglia

 
TarantoAmbiente
Taranto, video-trappole in azione contro gli incivili

Taranto, video-trappole in azione contro gli incivili

 
BatOra è in cella
Barletta, detenuto ai domiciliari coltivava droga

Barletta, detenuto ai domiciliari coltivava droga

 

i più letti

Handicap 4.0

Quei robot che aiutano i disabili

DiversaMente

Michele Pacciano

Michele Pacciano

L'handicap è un dramma. Ma può anche diventare uno stimolo e una possibilità, uno sguardo diverso sul mondo. Proviamo ad andare oltre la rabbia e il piagnisteo. Capovolgiamo la prospettiva, guardiamo i problemi dall'interno, cerchiamo insieme le soluzioni.

Quei robot che aiutano i disabili

Ho sempre pensato che per vivere bene, un disabile debba nascere ricco. Perché  il dramma esplode quando si diventa adulti.  O peggio, Anziani.  Un po'  per l'usura muscolare e per la riduzione dei margini di autonomia, ma soprattutto per il venir meno dell'assistenza dei genitori. 

È dura abituarsi all'idea di un badante, o peggio di un istituto, che, nei casi più complessi, potrebbe anche deprivare il soggetto disabile  di buona parte delle proprie capacità, cosiddette residue, tanto da indurre una regressione,  anche neuromotoria.

 Oggi ci aiuta la tecnologia e la robotica.  Ci sono robot che aiutano i disabili a passare dalla carrozzina al letto, a mangiare, ad ascoltare musica e in alcuni casi anche a conservare una capacità lavorativa.

Il problema rimane quello dei costi, che ancora oggi si rivelano esorbitanti e non tutti, anzi quasi per nulla, vengono coperti dal Servizio Sanitario Nazionale.

 Allora tanto vale affidarsi  al solito vecchio passaparola e sperare che Dio ce la mandi buona, quando puoi permetterti un badante, o, come si dice adesso un Care Giver. 

Una boccata d'ossigeno, burocrazia a parte, può venire dai bandi Provi e dai progetti regionali per una vita indipendente, che assicurano la possibilità di un assistente personale.

La seconda tornata di domande,  in Puglia, può essere presentata entro giugno, fidando che la tecnologia progredisca sempre più e arrivi a prezzi accessibili.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie