Domenica 28 Febbraio 2021 | 13:33

NEWS DALLA SEZIONE

L'emergenza
Andria, vigile scrive alla sindaca: «Non ce la faccio più contro gli assembramenti»

Andria, vigile scrive alla sindaca: «Non ce la faccio più contro gli assembramenti»

 
L'episodio
Trani, a fuoco portone del sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

Trani, a fuoco portone sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

 
Nella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 
Il caso
Barletta, marito cancella l'identità della moglie per 20 anni: condannato

Barletta, marito cancella l'identità della moglie per 20 anni: condannato

 
la polemica
Bisceglie, lavori in corso sulla costa: «Sembra la muraglia biscegliese»

Bisceglie, lavori in corso sulla costa: «Sembra la muraglia biscegliese»

 
Nella Bat
Canosa, rapina a portavalori vicino alla posta: ferita guardia giurata

Canosa, rapina a portavalori vicino alla posta: ferite una guardia giurata

 
La sentenza d'appello
Barletta, Di Leo ucciso dopo lite per leadership sui frutti di mare: confermato ergastolo per sicario

Barletta, Di Leo ucciso dopo lite per leadership sui frutti di mare: confermato ergastolo per sicario

 
La fiction
Lolita Lobosco, parla Bianca Nappi: «Accanto alla Ranieri ho ritrovato Trani»

Lolita Lobosco, parla Bianca Nappi: «Accanto alla Ranieri ho ritrovato Trani»

 
sicurezza urbana
Barletta, ripristinata viabilità in via Buonarroti: nessun intralcio più per i Vigili del fuoco

Barletta, ripristinata viabilità in via Buonarroti: nessun intralcio più per i Vigili del fuoco

 
L'emergenza
Vaccini anti Covid nella BAT: «Serve accelerare, altrimenti ci vorranno anni»

Vaccini anti Covid nella BAT: «Serve accelerare, altrimenti ci vorranno anni»

 

Il Biancorosso

Serie C
Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatL'emergenza
Andria, vigile scrive alla sindaca: «Non ce la faccio più contro gli assembramenti»

Andria, vigile scrive alla sindaca: «Non ce la faccio più contro gli assembramenti»

 
FoggiaControlli dei CC
S.Giovanni Rotondo, in auto con cocaina e marijuana: nei guai un 25enne incensurato

S.Giovanni Rotondo, in auto con cocaina e marijuana: 25enne incensurato nei guai

 
Potenzala protesta
Potenza, appeso striscione contro ministro Speranza in via Vaccaro

Potenza, appeso striscione contro ministro Speranza in via Vaccaro

 
LecceL'emergenza
Lecce, paziente positivo al Covid: chiude Neurologia al Vito Fazzi

Lecce, paziente positivo al Covid: chiude Neurologia al Vito Fazzi

 
TarantoIl caso
Taranto, spara per errore all'amico: 20enne si consegna in Questura, arrestato

Taranto, spara per errore all'amico: 20enne si consegna in Questura, arrestato

 
Covid news h 24Lotta al virus
Vaccini, l'appello del sindaco di Matera a Bardi: «serve accelerazione»

Vaccini, l'appello del sindaco di Matera a Bardi: «serve accelerazione»

 
BrindisiIl ricordo
Brindisi, 30 anni fa lo sbarco degli albanesi: in teatro uno spettacolo in streaming

Brindisi, 30 anni fa lo sbarco degli albanesi: in teatro uno spettacolo in streaming

 

cinema e calcio

Riccardo Scamarcio, l'andriese nell'ultimo film canta l'inno della Fidelis

Ne "Il ladro di giorni" mostra la sua fede calcistica

Andriese per sempre e ovunque. Un legame con la propria terra sempre vivo, anche adesso che ha raggiunto una grande maturità professionale, corroborata da una crescente fama internazionale. Riccardo Scamarcio ha regalato un'altra pillola di “andriesità” nel suo ultimo film “Il ladro di giorni”, uscito in tutte le sale italiane lo scorso giovedì 6 febbraio. E quale miglior strumento per rimarcare il suo essere andriese, se non quello passionale del calcio e dell'infinito amore mostrato verso la Fidelis.

Nella pellicola diretta dal regista Guido Lombardi, il Riccardo andriese interpreta il ruolo di un criminale che, appena uscito dal carcere, riabbraccia il proprio figlio. Il calcio diventa uno degli argomenti per avvicinarsi al piccolo, ed ecco lo sketch svolto in auto dove l'attore comincia a cantare un coro da stadio, di quelli che i tifosi azzurri intonano ancora oggi in Curva Nord dello stadio Degli Ulivi: “Di tempo ne è passato e sono ancora qua, e oggi come allora io tifo Andriaaaa”. Ma non è finita, perché segue il dialogo tra padre e figlio: “Per quale squadra tifi? La nazionale. Ma che nazionale, devi tifare Andria. Ma in che categoria sta? Sta in serie D, ma torneremo!!!”.

Un autentico spot per la città di Federico II, da parte di uno Scamarcio che nel 2018 ha anche ricevuto ad Andria la cittadinanza onoraria, come segno di riconoscimento verso un personaggio dello spettacolo che non perde mai l'occasione di rimarcare le proprie origini. Del resto non è la prima volta che il nome di Riccardo viene accostato a quello della Fidelis. In ogni sua ospitata televisiva o intervista sui giornali, il riferimento al calcio e alla sua Andria c'è sempre, perché è sempre vivo in lui l'attaccamento ai colori azzurri. Quei colori che ha imparato ad amare fin da piccolo, quando a portarlo allo stadio era il suo papà Emilio. Una abitudine mai persa, ma solo ridotta per gli inevitabili impegni di lavoro. Ma appena libero da tutto, ecco che Riccardo spunta tra gli spettatori presenti in ogni stadio (in casa e fuori) al seguito della squadra del cuore. E quando non c'è il calcio, c'è sempre la sua famiglia, il sole e gli ulivi da cui si lascia coccolare ogni volta che torna ad essere andriese doc.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie