Giovedì 04 Marzo 2021 | 00:33

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
Sanremo 2021, Arisa: «Porto sul palco anche il legame con la mia Basilicata»

Sanremo 2021, Arisa: «Porto sul palco anche il legame con la mia Basilicata»

 
Musica
«L'eco dei tuoi no», Reverendo insieme a Claver Gold per il remix prodotto da Gian Flores

«L'eco dei tuoi no», Reverendo insieme a Claver Gold per il remix prodotto da Gian Flores

 
Nuove uscite
«Dove sei», il ritmo dancehall del brindisino Plata su una produzione che profuma di Salento

«Dove sei», il ritmo dancehall del brindisino Plata su una produzione che profuma di Salento

 
L'intervista
Gaudiano da Foggia a Sanremo: «Le prove all'Ariston emozionanti, finalmente di nuovo su un palco»

Gaudiano da Foggia a Sanremo: «Le prove all'Ariston emozionanti, finalmente di nuovo su un palco»

 
Musica
«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

 
fuori il 26 marzo
«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

 
Nuove uscite
Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

 
Musica
«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

 
In uscita
«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

 
Ha radici molfettesi
«Niente da dire», viaggio nel mondo visionario di Lemuri sull'incomunicabilità della vita

«Niente da dire», viaggio nel mondo di Lemuri Il Visionario sull'incomunicabilità della vita

 
Musica
«La Strega», il pugliese Mattia Pellicoro e il suo inno di ribellione contro le idee imposte dalla società

«La Strega», il pugliese Mattia Pellicoro e il suo inno di ribellione contro le idee imposte dalla società

 

Il Biancorosso

La trasferta
Bari batte Juve Stabia 2-0. Carrera: ora più in alto

Bari batte Juve Stabia 2-0. Carrera: ora più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariMons. Satriano
Covid, arcivescovo Bari ricoverato al Miulli: «Risponde alle cure»

Covid, arcivescovo Bari ricoverato al Miulli: «Risponde alle cure»

 
BatII fatti un mese fa
Margherita di Savoia, 24enne morto mentre getta spazzatura: c'è l'inchiesta

Margherita di Savoia, 24enne morto mentre getta spazzatura: c'è l'inchiesta

 
PotenzaIl caso
Vagoni storici abbandonati sui binari a Potenza: via alla rimozione

Vagoni storici abbandonati sui binari a Potenza: via alla rimozione della motrice Fal

 
LecceL'emergenza
Lecce, focolaio Covid in Oncologia al «Fazzu»: 12 contagiati, si teme variante inglese

Lecce, focolaio Covid in Oncologia al «Fazzi»: 12 contagiati, si teme variante inglese

 
BrindisiIl caso dei lavori
Lavori Porto Brindisi: 6 indagati, anche Presidente Autorità

Porto Brindisi, inchiesta bis: 6 indagati. Presidente Autorità: «Pm non condivide sentenza del Consiglio di Stato...»

 
Foggianel foggiano
Manfredonia, minacciano tabaccaia con taglierino e fuggono con l'incasso: presi minorenni

Manfredonia, minacciano tabaccaia con taglierino e fuggono con l'incasso: presi minorenni

 
TarantoLotta al virus
Taranto, vaccini al Palaricciardi: in un giorno 920 dosi

Taranto, vaccini al Palaricciardi: in un giorno 920 dosi

 
MateraLa decisione
Ambiente, firmata l'intesa: così Matera diventa «Plastic Free»

Ambiente, firmata l'intesa: così Matera diventa «Plastic Free»

 

i più letti

nuove uscite

Da Martina Franca i Carena in «Nefertiti» cantano la provincia

La band presenta il disco d'esordio, registrato negli studi di Renzo Rubino

Esce oggi, venerdì 25 novembre, Nefertiti, album d'esordio dei martinesi Carena, un'opera introspettiva che racconta le storie d'amore, le notti umide e la lenta vita nella provincia pugliese. Un disco di amicizia, atmosfere sognanti e complicità, che ha preso vita nell'estate 2018, quando la band, composta da Giovanni Maggi (voce e tastiera), Giovanni Palmer (chitarra), Claudio Pulito (batteria), accompagnati da Fabrizio Convertini (basso), è entrata negli studi di Giungla Factory. Il disco è anticipato da tre singoli, l'ultimo dei quali, FBI, è accompagnato da un video onirico e tenebroso: ce lo siamo fatto raccontare dal chitarrista Giovanni Palmer.

«Nefertiti»: come nasce questo disco?

«Prende il nome da un brano a cui teniamo molto, non è un singolo ma ha avuto nuova vita dando il nome a tutto l'album. La nostra è una storia d'amicizia, ci conosciamo e suoniamo insieme da sempre, ma solo nel 2017 abbiamo cominciato a pensare di poter applicare i nostri 'tempi dispari' e le nostre 'dissonanze' alla musica pop. Le canzoni le ho scritte io, le ho portate in sala prove, e abbiamo deciso di registrarle negli studi di Giungla, di Renzo Rubino, tanto che il suo produttore (Fabrizio 'Faco' Convertini, ndr.) si è talmente appassionato al progetto che ha deciso di iniziare a suonare con noi. I brani grazie a lui hanno preso una nuova veste, se avessi potuto io il disco l'avrei chiamato 'Provincia', parla di quello, di Martina Franca, del nostro territorio in inverno così triste e d'estate così ricco. Viviamo in una forte ambivalenza, anche di sentimenti»

Quali sono le vostre ispirazioni?

«Ci siamo avvicinati alla musica italiana grazie al Teatro degli Orrori, da lì ci siamo spostati dall'ascoltare solo artisti americani, e siamo passati anche al filone indipendente italiano. Oggi ci piace il cantautorato classico, da De Andrè a De Gregori, ma anche tanti nuovi, da Calcutta a Giorgio Poi. Continuiamo, però, a farci ispirare dall'America e dai suoi suoni campionati»

Qual è stata la vostra prima esibizione come Carena?

«Onestamente? Non me lo ricordo. Sicuramente nel 2017, ma è stato tutto talmente naturale che non c'è stato un vero e proprio passaggio da quello che eravamo prima ai Carena. Anche il fatto di dover registrare un album è stata una conseguenza naturale, non ci siamo imposti di entrare in studio, ci siamo ritrovati»

La vostra Valle d'Itria gioca un ruolo importante nel vostro fare musica

«Viviamo in un territorio bellissimo da questo punto di vista, siamo circondati da altri artisti, siamo tutti amici, ci scambiamo opinioni, la natura circostante ci ispira. Qui da noi si sta bene, amo l'idea di prendere la macchina e arrivare in due minuti nella selva o in mezzo agli ulivi»

Prossimi progetti?

«Stiamo organizzando il tour di promozione di Nefertiti, quindi saremo un po' in giro. Poi spero in un nuovo album in tempi brevi, c'è tanta voglia di tornare in studio»

Chiudiamo sognando: un palco su cui vi piacerebbe suonare?

«Premettendo che tutti i palcoscenici sono importanti, pur sapendo che nel settore fa 'brutto' dirlo, mi piacerebbe andare al Festival di Sanremo, o con i Carena, o come autore. Ad ogni modo sarebbe bellissimo, anche se poi la sensazione più bella è il riuscire a far arrivare quello che provo mentre scrivo a chi lo ascolta»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie