Lunedì 20 Gennaio 2020 | 20:56

NEWS DALLA SEZIONE

nuove uscite
«Lenzuola»: il misterioso progetto LefrasiincompiutediElena si rivela, e profuma di Salento

«Lenzuola»: il misterioso progetto LefrasiincompiutediElena si rivela, e profuma di Salento

 
nuove uscite
«Chi manda le onde», il nuovo singolo del tarantino Emanuele Barbati in featuring con i Kaufman

«Chi manda le onde», il nuovo singolo del tarantino Emanuele Barbati in featuring con i Kaufman

 
musica
«AmoreAmaro», nel nuovo album Maria Mazzotta canta i vari volti dell'amore

«AmoreAmaro», nel nuovo album Maria Mazzotta canta i vari volti dell'amore

 
l'appuntamento
Niccolò Fabi arriva in Puglia: ultimi biglietti per il concerto di Bari

Niccolò Fabi arriva in Puglia: ultimi biglietti per il concerto di Bari

 
nuove uscite
«Malamore», la band salentina pubblica il suo primo ep

«Malamore», la band salentina pubblica il suo primo ep

 
a locorotondo
Locus Festival: gli eventi gratuiti si aprono con Shabaka & The Ancestors

Locus Festival: gli eventi gratuiti si aprono con Shabaka & The Ancestors

 
musica
«Come l'America»: dopo le collaborazioni con Benji&Fede, Moro, Meta, l'esordio da solista del leccese Damiano Mulino

«Come l'America»: dopo le collaborazioni con Benji&Fede, Moro, Meta, l'esordio da solista del leccese Damiano Mulino

 
nuove uscite
«Se l'amore è fantasia», ecco il nuovo singolo del pugliese Filippo Ferrante

«Se l'amore è fantasia», ecco il nuovo singolo del pugliese Filippo Ferrante

 
nuove uscite
«Chica Linda», nel video del rapper pugliese Prynce Niko c'è Mercedesz Henger

«Chica Linda», nel video del rapper pugliese Prynce Niko c'è Mercedesz Henger

 
l'annuncio
Sanremo 2020, ecco i big in gara: nel cast anche i pugliesi Diodato e Elodie

Sanremo 2020, ecco i big in gara: nel cast anche i pugliesi Diodato e Elodie

 
a potenza
Musicamanovella, SestoMantra, Gianni Basilio: i lucani che completano il cast del Capodanno Rai

Musicamanovella, SestoMantra, Gianni Basilio: i lucani che completano il cast del Capodanno Rai

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, contro la Sicula Leonzio mancherà Di Cesare

Bari calcio, contro la Sicula Leonzio mancherà Di Cesare

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl concorso
Bari, la sfida dell'acciaio: obiettivo raggiungere 400 tonnellate riciclate in un anno

Bari, la sfida dell'acciaio: obiettivo raggiungere 400 tonnellate da riciclare in un anno

 
FoggiaIl caso
Foggia, danneggiata Camera del Lavoro Cgil: «Serve reazione»

Foggia, danneggiata Camera del Lavoro Cgil: «Serve reazione»

 
GdM.TVLotta per la sopravvivenza
Gallipoli, polpo intrappola gabbiano: ma alla fine vince il pescatore

Gallipoli, polpo intrappola gabbiano: ma alla fine vince il pescatore

 
TarantoIl processo
Ex Ilva, in serata il deposito delle repliche dei commissari ex Ilva

Mittal, Tar boccia ricorso in As su bonifica. Stop Acciaieria 1, Usb: 250 esuberi mascherati

 
MateraLa consegna
Matera, l'altorilievo raffigurante l’Eterno Padre torna in cattedrale

Matera, l'altorilievo raffigurante l’Eterno Padre torna in cattedrale

 
BrindisiNel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
Batl'ultimo saluto
Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

 

i più letti

nuove uscite

Da Martina Franca i Carena in «Nefertiti» cantano la provincia

La band presenta il disco d'esordio, registrato negli studi di Renzo Rubino

Esce oggi, venerdì 25 novembre, Nefertiti, album d'esordio dei martinesi Carena, un'opera introspettiva che racconta le storie d'amore, le notti umide e la lenta vita nella provincia pugliese. Un disco di amicizia, atmosfere sognanti e complicità, che ha preso vita nell'estate 2018, quando la band, composta da Giovanni Maggi (voce e tastiera), Giovanni Palmer (chitarra), Claudio Pulito (batteria), accompagnati da Fabrizio Convertini (basso), è entrata negli studi di Giungla Factory. Il disco è anticipato da tre singoli, l'ultimo dei quali, FBI, è accompagnato da un video onirico e tenebroso: ce lo siamo fatto raccontare dal chitarrista Giovanni Palmer.

«Nefertiti»: come nasce questo disco?

«Prende il nome da un brano a cui teniamo molto, non è un singolo ma ha avuto nuova vita dando il nome a tutto l'album. La nostra è una storia d'amicizia, ci conosciamo e suoniamo insieme da sempre, ma solo nel 2017 abbiamo cominciato a pensare di poter applicare i nostri 'tempi dispari' e le nostre 'dissonanze' alla musica pop. Le canzoni le ho scritte io, le ho portate in sala prove, e abbiamo deciso di registrarle negli studi di Giungla, di Renzo Rubino, tanto che il suo produttore (Fabrizio 'Faco' Convertini, ndr.) si è talmente appassionato al progetto che ha deciso di iniziare a suonare con noi. I brani grazie a lui hanno preso una nuova veste, se avessi potuto io il disco l'avrei chiamato 'Provincia', parla di quello, di Martina Franca, del nostro territorio in inverno così triste e d'estate così ricco. Viviamo in una forte ambivalenza, anche di sentimenti»

Quali sono le vostre ispirazioni?

«Ci siamo avvicinati alla musica italiana grazie al Teatro degli Orrori, da lì ci siamo spostati dall'ascoltare solo artisti americani, e siamo passati anche al filone indipendente italiano. Oggi ci piace il cantautorato classico, da De Andrè a De Gregori, ma anche tanti nuovi, da Calcutta a Giorgio Poi. Continuiamo, però, a farci ispirare dall'America e dai suoi suoni campionati»

Qual è stata la vostra prima esibizione come Carena?

«Onestamente? Non me lo ricordo. Sicuramente nel 2017, ma è stato tutto talmente naturale che non c'è stato un vero e proprio passaggio da quello che eravamo prima ai Carena. Anche il fatto di dover registrare un album è stata una conseguenza naturale, non ci siamo imposti di entrare in studio, ci siamo ritrovati»

La vostra Valle d'Itria gioca un ruolo importante nel vostro fare musica

«Viviamo in un territorio bellissimo da questo punto di vista, siamo circondati da altri artisti, siamo tutti amici, ci scambiamo opinioni, la natura circostante ci ispira. Qui da noi si sta bene, amo l'idea di prendere la macchina e arrivare in due minuti nella selva o in mezzo agli ulivi»

Prossimi progetti?

«Stiamo organizzando il tour di promozione di Nefertiti, quindi saremo un po' in giro. Poi spero in un nuovo album in tempi brevi, c'è tanta voglia di tornare in studio»

Chiudiamo sognando: un palco su cui vi piacerebbe suonare?

«Premettendo che tutti i palcoscenici sono importanti, pur sapendo che nel settore fa 'brutto' dirlo, mi piacerebbe andare al Festival di Sanremo, o con i Carena, o come autore. Ad ogni modo sarebbe bellissimo, anche se poi la sensazione più bella è il riuscire a far arrivare quello che provo mentre scrivo a chi lo ascolta»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie