Sabato 15 Maggio 2021 | 00:29

NEWS DALLA SEZIONE

Ex Ilva
«L'aria di Taranto 20 volte più pulita di quella di Milano»

«L'aria di Taranto 20 volte più pulita di quella di Milano»

 
L'iniziativa
Taranto, raddoppiano gli spazi all'aperto per bar e ristoranti

Taranto, raddoppiano gli spazi all'aperto per bar e ristoranti

 
Il siderurgico
Ex Ilva, annunciato sciopero per il 21 maggio, coinvolti lavoratori diretti e dell'appalto

Ex Ilva, annunciato sciopero per il 21 maggio, coinvolti lavoratori diretti e dell'appalto

 
Migranti
Taranto, 250 minori non accompagnati arrivati da hotspot Lampedusa

Taranto, 250 minori non accompagnati arrivati da hotspot Lampedusa

 
Sicurezza sul lavoro
Taranto, fuga di gas questa mattina nell’area Altiforni dell'ex Ilva

Taranto, fuga di gas questa mattina nell’area Altiforni dell'ex Ilva

 
Immigrazione
Taranto, in arrivo 250 i minori non accompagnati da Lampedusa

Taranto, in arrivo 250 i minori non accompagnati da Lampedusa

 
Le dichiarazioni
Ex Ilva, Melucci a Roma in attesa pronuncia Consiglio di Stato: «Acciaio non vale più di una vita»

Ex Ilva, Melucci a Roma in attesa pronuncia Consiglio di Stato: «Acciaio non vale più di una vita»

 
L'operazione della stradale
Taranto, falsi incidenti per avere soldi dalle assicurazioni: 6 arresti

Taranto, falsi incidenti per avere soldi dalle assicurazioni: 6 arresti, anche un avvocato

 
Ambiente
Ex Ilva, esposto in Procura sugli attuali livelli di inquinamento

Ex Ilva, esposto in Procura sugli attuali livelli di inquinamento

 
Il ritrovamento
Taranto, l’ancella del gazebo di piazza Garibaldi torna al suo posto

Taranto, l’ancella del gazebo di piazza Garibaldi torna al suo posto

 
Territorio
Alla scoperta delle bellezze nascoste di Taranto: la Concattedrale

Alla scoperta delle bellezze nascoste di Taranto: la Concattedrale

 

Il Biancorosso

L'intervista
Galano tra due grandi amori: «Bari e Foggia, che brividi»

Galano tra due grandi amori: «Bari e Foggia, che brividi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaDibattito
Moles, «da Forza Italia contributo fondamentale al Governo»

Moles, «da Forza Italia contributo fondamentale al Governo»

 
LecceL'iniziativa
Il riso della Coldiretti contro gli scafisti

Il riso della Coldiretti contro gli scafisti

 
TarantoEx Ilva
«L'aria di Taranto 20 volte più pulita di quella di Milano»

«L'aria di Taranto 20 volte più pulita di quella di Milano»

 
LecceTurismo
Otranto e Bari regine sulla stampa internazionale

Otranto e Bari regine sulla stampa internazionale

 
Brindisila denuncia
Brindisi, arrivano le fototrappole ma il centro storico resta una vergogna

Brindisi, arrivano le fototrappole ma il centro storico resta una vergogna

 
BatLa curiosità
Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

 
MateraLa novità
Protocollo di collaborazione per la «Carta del potenziale archeologico di Matera»

Protocollo di collaborazione per la «Carta del potenziale archeologico di Matera»

 

i più letti

Il caso

Taranto, bimba di 4 anni perde la vita per diagnosi in ritardo: condannato pediatra

La piccolaa fu ricoverata in condizioni critiche a causa di scompensi per diabete mellito con cheto acidosi

tribunale taranto

TARANTO - Condannato a sei mesi con pena sospesa e al pagamento di un risarcimento provvisionale, cioè immediatamente esecutivo, di 200mila euro, un pediatra tarantino accusato di omicidio colposo di una sua paziente di quattro anni. La bimba, nell’agosto del 2013, era stata ricoverata d’urgenza in ospedale dopo essere giunta al Pronto Soccorso in condizioni critiche a causa di scompensi legati alla presenza di diabete mellito con cheto acidosi. Fu lui il primo a visitare la bambina e secondo l’accusa non diagnosticò per tempo il grave problema di salute. Al pagamento della provvisionale nei confronti dei familiari della piccola è stata condannata anche l’Asl, chiamata in causa quale responsabile civile. Assolti, invece, primario e medici ospedalieri finiti sotto accusa per cooperazione in omicidio colposo. La sentenza è stata pronunciata dal giudice Federica Rotondo nei giorni scorsi. Nell’ambito del processo è stato accertato che il ritardo nella diagnosi, precedente al ricovero, ha determinato effetti purtroppo irreversibili sulla condizione della piccola, giunta in ospedale quando ormai non c’era più nulla da fare. La procura ionica aveva chiesto la condanna di tutti i medici coinvolti a due anni e mezzo di reclusione, anche dei medici dell’ospedale, che secondo i consulenti della procura avevano responsabilità nella morte della bimba. Nel corso del processo, il giudice ha ascoltato anche i consulenti tecnici degli imputati, secondo i quali nell’operato dei medici dell’ospedale non si potevano individuare responsabilità in relazione alla difficile gestione clinica della sfortunata paziente. Sono stati così assolti da ogni accusa il dottor Mauro Magno, primario di endocrinologia, difeso dagli avvocati Antonio e Carlo Raffo, il dottor Vincenzo Vitacco, difeso dall’avvocato Elisa Pugliese e il dottore Giuseppe La Balestra, dirigente medico specializzato in pediatria, difeso dall’avvocato Gianluca Mongelli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie