Lunedì 25 Maggio 2020 | 23:22

NEWS DALLA SEZIONE

La provocazione
Taranto, i vucumprà si attrezzano contro il Coronavirus e vendono mascherine in spiaggia

Taranto, i vucumprà si attrezzano contro il Coronavirus e vendono mascherine in spiaggia

 
Il siderurgico
ArcelorMittal, ministro Catalfo: «Massimo 10 giorni per soluzione definitiva». Ma all'ex Ilva resta stato d'agitazione

ArcelorMittal, Catalfo: «10 giorni per soluzione definitiva». I sindacati: «Stato entri in azionariato»

 
L'iniziativa
video per graziana

Turismo, a Martina Franca uno spot con i vip della città per la ripartenza

 
nel Tarantino
Pulsano, weekend di caos: sindaco rinvia apertura spiagge libere di una settimana

Pulsano, weekend di caos: sindaco rinvia apertura spiagge libere di una settimana

 
nell'agrigentino
Settanta migranti tunisini sbarcati in Sicilia: disposto trasferimento a Taranto

Settanta migranti tunisini sbarcati in Sicilia: disposto trasferimento a Taranto

 
la decisione
Tavolo al Mise: sciopero in tutti gli stabilimenti Mittal, anche a Taranto

Tavolo al Mise: sciopero in tutti gli stabilimenti Mittal, anche a Taranto

 
l'iniziativa
Massafra, «We are the world» diventa «We are the school», in un video che unisce alunni, docenti e genitori

Massafra, «We are the world» diventa «We are the school» in un video

 
La curiosità
Taranto, case in vendita a 1 euro nel centro storico: l'idea della giunta comunale

Taranto, case in vendita a 1 euro nel centro storico: l'idea della giunta comunale

 
Il recupero di beni storici
Marco Turco

Taranto, il sottosegretario Turco: «Finanziati nel Cis progetti per la riconversione»

 
Il caso Ilva
Tarnto, due lettere turbano l’ex Ilva il Governo prepara la svolta

Taranto, due lettere turbano l’ex Ilva: il Governo prepara la svolta

 
Il caso
Taranto, uccise agente penitenziario: liberato per emergenza Covid, ora torna in carcere

Taranto, uccise agente penitenziario: liberato per emergenza Covid, ora torna in carcere

 

Il Biancorosso

SERIE C

Il Bari vuole e prepara lo sprint. L’eventuale stop fa meno paura

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaL'ordinanza
Coronavirus in Basilicata, Bardi riapre da domani palestre e piscine

Coronavirus in Basilicata, Bardi riapre da domani palestre e piscine

 
TarantoLa provocazione
Taranto, i vucumprà si attrezzano contro il Coronavirus e vendono mascherine in spiaggia

Taranto, i vucumprà si attrezzano contro il Coronavirus e vendono mascherine in spiaggia

 
BrindisiSanità
Ospedale Ostuni, finiti i lavori a Chirurgia generale: restyling prosegue

Ospedale Ostuni, finiti i lavori a Chirurgia generale: restyling prosegue

 
BariLa richiesta
Penalisti Bari e il «Requiem della Giustizia», l'appello a Bonafede: «Dia segno che lo Stato c'è»

Penalisti Bari e il «Requiem della Giustizia», l'appello a Bonafede: «Dia segno che lo Stato c'è»

 
FoggiaA Borgo Mezzanone
Covid 19, a Foggia distribuiti 1200 kit anticontagio ai migranti

Covid 19, a Foggia distribuiti 1200 kit anticontagio ai migranti

 
LecceIl rilancio del turismo
OTRANTO

La bellezza di Otranto d'estate in totale sicurezza: lo spot con Lele Spedicato

 
Batnella bat
Bisceglie, la polizia lo pizzica mentre nasconde tre kg di marijuana in garage: arrestato 26enne

Bisceglie, la polizia lo pizzica mentre nasconde tre kg di marijuana in garage: arrestato 26enne

 

i più letti

I nodi dell'acciaio

Taranto, il caso immunità penale di Mittal approda alla Consulta

Al vaglio la questione di legittimità proposta dal gup Ruberto

Taranto, il caso immunità penale di Mittal approda alla Consulta

TARANTO - Approda oggi al vaglio della Consulta la questione di legittimità costituzionale proposta dal gip del Tribunale di Taranto Benedetto Ruberto sull'immunità penale e amministrativa del commissario straordinario, dell'affittuario o acquirente e dei soggetti da questi funzionalmente delegati per l'attuazione del piano ambientale per lo stabilimento ex Ilva.

Nel procedimento risultano costituiti, oltre all'Avvocatura dello Stato, ArcelorMittal (con gli avvocati Massimo Luciani e Elisabetta Gardini), ad adiuvandum la Regione Puglia (con gli avvocati Francesco Saverio Marini, Rossana Lanza e Anna Bucci).
La decisione del gip fu assunta dopo la riunione di tre procedimenti penali riguardanti inchieste sulle emissioni dello stabilimento siderurgico. Il nodo giuridico fondamentale non è l’immunità di vertici e gestori dello stabilimento siderurgico ma la legittimità costituzionale del quinto comma dell’articolo 2 del decreto-legge 191 del 4 dicembre 2015 (Disposizioni urgenti per la cessione a terzi dei complessi aziendali del Gruppo Ilva), poi convertito in legge e affiancato da ulteriori disposizioni urgenti per il completamento della procedura di cessione. Quel comma, finora mai messo in discussione da governo e Parlamento, riguarda la proroga della facoltà d’uso dello stabilimento sequestrato ben oltre l’originario termine di 36 mesi. Spetta ai giudici costituzionali valutare se quelle norme alla base della cessione dell’ex Ilva al gruppo ArcelorMittal rispettano la Costituzione o sono sbilanciate in favore dell’attività aziendale. La questione di legittimità è stata sollevata dal giudice Ruberto l’8 febbraio scorso. Son ben sette gli articoli della Costituzione che il magistrato ritiene violati dalle norme poste alla base della cessione del siderurgico.

Nella decisione sull’ammissibilità, la Corte Costituzionale ricorda che, «avuto riguardo al primo aspetto, concernente la prosecuzione dell’attività produttiva presso lo stabilimento siderurgico Ilva di Taranto, il giudice a quo afferma che uno dei temi di indagine che intende approfondire riguarda l’eventuale permanenza dei fenomeni emissivi, di modo che le condotte su cui si sta indagando o che potrebbero essere oggetto di potenziali nuove indagini non riguardano solo il biennio 2014-2015, ma anche il 2016 (di cui al procedimento penale n. 7297/17 mod. 44) e, astrattamente, gli anni successivi, ove si consideri che si tratta di condotte riguardanti reati permanenti, la cui consumazione è strettamente connessa al ciclo produttivo, mai interrottosi».

Il giudice Ruberto nella sua istanza ha evidenziato «tenuto conto che la stessa attività produttiva, giusto Dpcm 29 settembre 2017, è stata autorizzata sino al 23 agosto 2023, data di scadenza dell’autorizzazione integrata ambientale e termine ultimo per la realizzazione degli interventi del piano ambientale» e che «le indagini non potrebbero non tener conto che si tratta di un’attività autorizzata per legge a proseguire, nonostante lo stesso legislatore l’abbia ritenuta fonte di pericoli gravi e rilevanti per l’integrità dell’ambiente e della salute». Da qui «sorge la ritenuta necessità di scrutinare la conformità a Costituzione delle disposizioni che hanno consentito e che stanno tuttora consentendo allo stabilimento Ilva di Taranto la prosecuzione dell’attività produttiva in costanza di sequestro penale».
La settimana prossima il Senato discuterà il decreto-crisi che ad agosto a reintrodotto le tutele legali ad ArcelorMittal che il decreto-crescita di giugno aveva delimitato allo scorso 6 settembre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie