Lunedì 21 Gennaio 2019 | 12:33

NEWS DALLA SEZIONE

CARABINIERI
La storia delle teste di cuoio italianeraccontata dal comandante Alfa dei Gis

La storia delle teste di cuoio italiane
raccontata dal comandante Alfa dei Gis

 
DIFESA
In un anno bonificati 50mila ordigni inesplosiArtificieri e palombari al servizio del Paese

In un anno bonificati 50mila ordigni inesplosi
Artificieri e palombari al servizio del Paese

 
L'ACCORDO
Marina militare e Università di Bari insiemeSi rafforza la collaborazione con l'Ateneo

Marina militare e Università di Bari insieme
Si rafforza la collaborazione con l'Ateneo

 
IL REPORTAGE
La Brigata Pinerolo e la missione in Iraqun consuntivo dell'impegno fuori area

La Brigata Pinerolo e la missione in Iraq
un consuntivo dell'impegno fuori area

 
LA STORIA
Tscherkowo, l'inferno bianco degli italianila tragica ritirata descritta da chi c'era

Tscherkowo, l'inferno bianco degli italiani
la tragica ritirata descritta da chi c'era

 
ESERCITO
L'82° Reggimento fanteria "Torino"ricorda i caduti sul fronte russo

L'82° Reggimento fanteria "Torino"
ricorda i caduti sul fronte russo

 
L'ANALISI
"Sicurezza europea, coinvolgere la RussiaE nei Balcani Italia più protagonista"

"Sicurezza europea, coinvolgere la Russia
E nei Balcani Italia più protagonista"

 
ESERCITO
Con "ToroTen" si corre per beneficenzaBarletta, il 27 gennaio la gara più cool

Con "ToroTen" si corre per beneficenza
Barletta, il 27 gennaio la gara più cool

 
AFRICA
Mini tour di Conte in Niger e in CiadSono 92 i militari italiani a Niamey

Mini tour di Conte in Niger e in Ciad
Sono 92 i militari italiani a Niamey

 
IL PUNTO
Teheran verso arricchimento al 20 per centoRitiro Usa dalla Siria, le critiche di Riad

Teheran verso arricchimento al 20 per cento
Ritiro Usa dalla Siria, le critiche di Riad

 
L'INCHIESTA
Iraq, falde acquifere contaminatenel Paese dei fiumi Tigri e Eufrate

Iraq, falde acquifere contaminate
nel Paese dei fiumi Tigri e Eufrate

 

IL RETROSCENA

Afghanistan, dopo l'annunciato ritiro Usa
in pericolo la sicurezza dei militari italiani

Missione lampo del ministro degli Esteri a Washington per avere rassicurazioni

Afghanistan, dopo l'annunciato ritiro Usain pericolo la sicurezza dei militari italiani

Il ministro degli Esteri

La stabilizzazione della Libia e dell'area del Mediterraneo, la delicata questione delle sanzioni Usa all'Iran, le sfide future della Nato. Ma anche la questione dei dazi e delle politiche commerciali tra le due sponde dell'Oceano Atlantico. Fitta l'agenda del ministro degli esteri, Enzo Moavero Milanesi, in missione lampo a Washington per fare il punto sui rapporti Italia-Usa. E per dare seguito agli impegni presi nel luglio scorso durante l'incontro alla Casa Bianca tra il presidente americano Donald Trump e il premier Giuseppe Conte. Una visita di meno di 48 ore quella del titolare della Farnesina e culminata nella cena col segretario di stato statunitense Mike Pompeo, in partenza per un lungo tour in Medio Oriente il cui obiettivo è quello di rassicurare gli alleati della regione dopo la decisione di Trump di ritirare le truppe Usa da Siria e Afghanistan e dopo le dimissioni del capo del Pentagono James Mattis.

E' chiaro che il ritiro annunciato degli Usa dai teatri operativi (Siria e Afghanistan su tutti) avrà un impatto soprattutto sulla sicurezza dei nostri militari impegnati nelle missioni all'estero. Infatti, i soldati italiani non hanno le capacità necessarie, in termini di difesa, per affrontare a 360 gradi eventuali peggioramenti degli scenari in termini militari. Ci si affidava all'ombrello americano in grado di garantire sempre e comunque la cornice di sicurezza necessaria. Ora tutto dovrà essere valutato e rivisto.

«Un disimpegno militare americano non potrebbe non avere un impatto sulla presenza italiana all’estero», ha detto il ministro degli Esteri italiano Enzo Moavero Milanesi durante la sua visita ufficiale a Washington. Ma sul ritiro dalla Siria e dall’Afghanistan, l’amministrazione Trump «non sembra avere calendario definito, né tappe definite», il disimpegno sembra «legato al parallelo miglioramento della situazione. Ci sono state rassicurazioni rispetto al mantenimento di un impegno degli Stati Uniti in Europa e nelle aree circostanti di più diretto interesse per gli europei e dunque anche per l’Italia». 
   

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400