Domenica 20 Gennaio 2019 | 06:20

NEWS DALLA SEZIONE

CARABINIERI
La storia delle teste di cuoio italianeraccontata dal comandante Alfa dei Gis

La storia delle teste di cuoio italiane
raccontata dal comandante Alfa dei Gis

 
DIFESA
In un anno bonificati 50mila ordigni inesplosiArtificieri e palombari al servizio del Paese

In un anno bonificati 50mila ordigni inesplosi
Artificieri e palombari al servizio del Paese

 
L'ACCORDO
Marina militare e Università di Bari insiemeSi rafforza la collaborazione con l'Ateneo

Marina militare e Università di Bari insieme
Si rafforza la collaborazione con l'Ateneo

 
IL REPORTAGE
La Brigata Pinerolo e la missione in Iraqun consuntivo dell'impegno fuori area

La Brigata Pinerolo e la missione in Iraq
un consuntivo dell'impegno fuori area

 
LA STORIA
Tscherkowo, l'inferno bianco degli italianila tragica ritirata descritta da chi c'era

Tscherkowo, l'inferno bianco degli italiani
la tragica ritirata descritta da chi c'era

 
ESERCITO
L'82° Reggimento fanteria "Torino"ricorda i caduti sul fronte russo

L'82° Reggimento fanteria "Torino"
ricorda i caduti sul fronte russo

 
L'ANALISI
"Sicurezza europea, coinvolgere la RussiaE nei Balcani Italia più protagonista"

"Sicurezza europea, coinvolgere la Russia
E nei Balcani Italia più protagonista"

 
ESERCITO
Con "ToroTen" si corre per beneficenzaBarletta, il 27 gennaio la gara più cool

Con "ToroTen" si corre per beneficenza
Barletta, il 27 gennaio la gara più cool

 
AFRICA
Mini tour di Conte in Niger e in CiadSono 92 i militari italiani a Niamey

Mini tour di Conte in Niger e in Ciad
Sono 92 i militari italiani a Niamey

 
IL PUNTO
Teheran verso arricchimento al 20 per centoRitiro Usa dalla Siria, le critiche di Riad

Teheran verso arricchimento al 20 per cento
Ritiro Usa dalla Siria, le critiche di Riad

 
L'INCHIESTA
Iraq, falde acquifere contaminatenel Paese dei fiumi Tigri e Eufrate

Iraq, falde acquifere contaminate
nel Paese dei fiumi Tigri e Eufrate

 

MARINA MILITARE

Taranto, l'esercitazione
di soccorso sommergibili

Testati la catena di allarme e il sistema di ricerca nazionale

Taranto, l'esercitazionedi soccorso sommergibili

Con l'attività di Triage in mare si è conclusa, nel golfo di Taranto, l'esercitazioneSmerezx 2018. I team di soccorso, trasportati d aut elicottero EX-101 di MAristaer Grottaglie, si sono lanciati in mare nella zona di addestramento per prestare soccorso a tre membri del sommergibile Romei che ha simulato un'avaria in immersione. Arrivati sul battello di salvataggio, grazie alla speciale tuta dii fuoriuscita Mk11 in dotazione, il personale è stato assistito e recuperato dalla nave Anteo che fungeva da unità di soccorso.

L'obiettivo dell'esercitazione è stato quello di testare la catena di allarme ed il sistema nazionale di ricerca e soccorso basato sul sistema satellitare impiegato normalmente per la ricerca e la localizzazione di navi in difficoltà denominato COSPAS-SARSAT, verificando il corretto svolgimento di tutte le procedure per trarre in salvo l'equipaggio di un sottomarino posato sul fondo a seguito di un'avaria. Quest'anno l'esercitazione ha avuto un carattere internazionale con la partecipazione del sottomarino greco Matrozos, della classe U214, del personale dell'ISMERLO (International submarine escape and rescue liaison office) e, per la Marina Militare, del sommergibile Romei, classe Todaro tipo U212A.

Il ruolo di soccorritore è affidato alla nave di salvataggio e soccorso sommergibili Anteo della Marina Militare italiana che imbarca, tra gli altri sistemi di ricerca e soccorso, un minisommergibile SRV 300. Alle varie fasi dell'esercitazione ha partecipato il nucleo di pronto intervento aviolanciato SPAG (Submarine parachute assistant group) del Gruppo operativo subacquei (GOS), supportato dallo SMERAT (Submarine escape and assistance group) del Comando Subacquei ed incursori (COMSUBIN) di La Spezia. Il soccorso ai sommergibili svolto dal COMSUBIN, vera e propria eccellenza in campo subacqueo del nostro Paese riconosciuta anche all'estero, è una peculiarità unica nel contesto delle Marine del Mediterraneo e rientra nell'ambito delle molteplici capacità che la Marina Militare pone al servizio della collettività nell'ambiente marino.

In virtù di questo, alla SMEREX 2018 erano presenti in qualità di osservatori anche i rappresentanti delle marine del Brasile, Cile, Ecuador, Emirati Arabi Uniti, Francia, Israele, Olanda, Pakistan, Russia, Turchia e Spagna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400