Giovedì 25 Aprile 2019 | 23:43

NEWS DALLA SEZIONE

La situazione
Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

 
Il nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 
Le indagini
Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

 
Petrolio lucano
Basilicata, Rockhopper rilancia: è scontro con Di Maio

Basilicata, Rockhopper rilancia: è scontro con Di Maio

 
Il caso
Basilicata, petrolio contaminato in Val D'Agri: un arresto

Val D'Agri, petrolio contaminato: arrestato dirigente Eni 
«Massima collaborazione»

 
La nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
Elezioni del 26 maggio
Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

 
L'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
La curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto.La squadra fa ricorso ma viene respinto

 
A potenza
Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

 
Nel Potentino
Melfi, costrinse compagna incinta a prostituirsi: arrestato

Melfi, costrinse compagna incinta a prostituirsi: arrestato

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceSalento
Melpignano, Francesco Guccini inaugura Palazzo Marchesale

Melpignano, Francesco Guccini nel giardino del palazzo Marchesale tra musica e parole

 
BariIl protocollo
Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa

Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa
Bagarre tra Sisto e Decaro

 
BrindisiIl concerto
Negrita ad agosto a Francavilla F.na, unica tappa in Puglia

Negrita ad agosto a Francavilla F.na, unica tappa in Puglia

 
FoggiaOperazione dei Cc
Cagnano Varano, pistola e cartucce in masserie e droga: tre arresti

Cagnano Varano, pistola e cartucce in masserie e droga: tre arresti

 
PotenzaLa situazione
Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

 
BatL'appuntamento
Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 

L'indagine per frode

Calcio, 2,3 mln di «nero»
fari su 10 società sportive

Controlli delle Fiamme gialle nel Lagonegrese e della Vallesinni: mai fatto dichiarazioni dei redditi

Calcio, 2,3 mln di «nero»fari su 10 società sportive

Lagonegro - La frode fiscale stimata ammonta complessivamente a 2, 3 milioni di euro. Sono dieci le associazioni sportive dilettantistiche (del Lagonegrese, della valle del Sinni e della val d’Agri) finite nel mirino della Guardia di Finanza, sei delle quali non hanno mai presentato una dichiarazione dei redditi, mentre le altre quattro non avrebbero dichiarato tutte le loro entrate.
Il calcio, certo, ma non solo: così fan «quasi» tutti, dalla pallavolo alla pallacanestro al calcio a cinque, traditi dal principio comune del «tanto a noi non ci beccheranno mai». Chi mai potrebbe venire a controllare i conti di una società di calcio di prima o terza categoria? E invece le incursioni dei finanzieri della Compagnia di Lauria hanno scoperto che, guarda un po’, ogni sistema è buono per cercare di dribblare il fisco anche tra i dilettanti. Le società professionistiche, quando evadono, per forza di cose lo fanno alla grande, quelle dilettantistiche, pur su numeri decisamente inferiori, essendo meno controllate dalla legge (possibilità di bilanci semplificati) alla fine possono evadere molto di più. Le indagini (che hanno riguardato il periodo compreso tra il 2011 e 2015) sono partite da una verifica nei confronti di alcune associazioni di Lauria. I militari delle fiamme gialle insospettiti dal fatto che piccole società che partecipano a campionati minori avessero fatturazioni così elevate hanno approfondito le ragioni di tanto guadagno arrivando a scoprire che alcune di loro erano veri e propri «fantasmi» per il fisco. I finanzieri hanno scoperto che le 10 società sportive dilettantistiche del Lagonegrese, della valle del Sinni e della val d’Agri avevano accumulato ricavi in nero per circa 2, 3 milioni di euro nel periodo compreso tra il 2011 e il 2015. Di queste la maggior parte sono a Lauria (volley, calcio e calcio a cinque), una a Senise (basket), una a Spinoso (calcio) e a Lagonegro una società di calcio che oggi non esiste più. I militari hanno utilizzato le banche dati dell’amministrazione finanziaria e hanno incrociato i dati con altri sistemi informatici, come il cosiddetto spesometro che individua le disponibilità economiche dei contribuenti. Non sono stati dichiarati neanche i consistenti redditi di alcuni dirigenti. I finanzieri hanno, infatti, scoperto come allenatori, dirigenti e accompagnatori abbiano omesso di dichiarare i propri compensi per un totale di 260mila euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400