Martedì 22 Gennaio 2019 | 02:48

NEWS DALLA SEZIONE

Allarme analfabetismo digitale
Basilicata, a rischio «ghetto»: in 2 famiglie su 10 nessuno sa usare il web

Basilicata, a rischio «ghetto»: in 2 famiglie su 10 nessuno sa usare il web

 
A Lauria
In auto 120grammi di marijuana: 2 arresti nel Potentino

In auto 120grammi di marijuana: 2 arresti nel Potentino

 
Nel potentino
Articoli tossici: 37mila prodotti sequestrati a Viggiano

Articoli tossici: 37mila prodotti sequestrati a Viggiano

 
La decisione
Regionali, il centrosinistra alle primarie il 10 febbraio per scegliere il candidato

Regionali, il centrosinistra alle primarie il 10 febbraio per scegliere il candidato

 
Emergenza maltempo
Neve a Potenza, sindaco chiude le scuole, pioggia di insulti su Facebook

Neve a Potenza, sindaco chiude le scuole, pioggia di insulti su Facebook

 
Il giallo
Potenza, neonato muore al San Carlo: avviata indagine interna

Potenza, neonato muore al San Carlo: avviata indagine interna

 
La decisione del Tribunale
Elezioni in Basilicata, Tar accoglie ricorso M5S: «Non si voterà a maggio»

Elezioni in Basilicata, Tar accoglie ricorso M5S: «Non si voterà a maggio»

 
Giustizia e ambiente
Potenza, Petrolgate uno scudo contro la prescrizione

Potenza, Petrolgate uno scudo contro la prescrizione

 
Allerta meteo
Maltempo in Basilicata: domani scuole chiuse a Potenza

Migliora il maltempo in Basilicata: revocato divieto mezzi pesanti

 
Emergenza maltempo
Manca il sale per le strade, provincia Potenza chiede risorse

Manca il sale per le strade, provincia Potenza chiede risorse

 

Sua l’inchiesta «vallettopoli»

Il ritorno a Potenza del Pm Woodcock

Il Pm anglo-italiano, ora nel capoluogo campano, fa domanda da «aggiunto» in Procura

Il ritorno a Potenza del Pm Woodcock

POTENZA - Il Pm Henry Jhon Woodcock imposta le coordinatedi Potenza sul Navigatore. Il magistrato che ha fatto tremare la Basilicata, attualmente sostituto procuratore a Napoli, la Procura più grande d’Europa, concorrerà al posto da Procuratore aggiunto nel capoluogo lucano. Nulla di definito, ovviamente, per una decisione che compete esclusivamente al Consiglio Superiore della Magistratura, ma la notizia fa il paio con la decisione di ricostituire il pool investigativo sui rati della pubblica amministrazione che coinvolge anche la polizia locale, proprio come ai tempi di Woodcock a Potenza, già assunta dal procuratore capo della distrettuale lucana Francesco Curcio.

Woodcock e Curcio, del resto, sono già un «binomio consolidato». Insieme lavorarono, sempre sui reati nella pubblica amministrazione, alla Procura di Napoli firmando insieme inchieste quali quella sul tesoriere della Lega Nord Francesco Belsito (indagato per truffa ai danni dello Stato, appropriazione indebita e riciclaggio di denaro) a favore di Umberto Bossi e della sua famiglia e ancora quella a carico di Silvio Berlusconi per finanziamento illecito ai partiti con l’accusa di aver pagato a Sergio De Gregorio, leader del movimento «Italiani nel mondo», tre milioni di euro per passare alla propria formazione politica facendo di conseguenza cadere il governo retto da Romano Prodi, e sempre loro si occuparono delle indagini su Lavitola e i finanziamenti all’Avanti.

L’occasione che i due magistrati possano tornare a lavorare insieme è arrivata, quasi inaspettata, con la chiamata dle precedente Procuratore aggiunto di Potenza, Francesco Basentini, a capo del Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, con il posto vacante che il Csm deve riassegnare. Csm di cui, da quest’anno, fa parte anche il potentino Luigi Spina, che proprio nel capoluogo lucano ha svolto funzioni di Gip e componente del Tribunale del Riesame in contemporanea al pm anglonapoletano (occupandosi anche di alcuni suoi fascicoli, ad esempio Vallettopoli) prima di trasferirsi, un paio di anni fa, a Castrovillari con funzioni requirenti. La pratica, tuttavia, arriverà a Spina solamente al momeno dle voto del plenum, quando, ne 90 per cntod ei casi, la questione è già stata definita in commissione (la quinta che si occupa di conferimento di incarichi direttivi e semidirettivi) con un voto ampio se non unanime. Solo in caso contrario, ossia diverse proposte con votazioni a gruppi in commissione, la decisione finale viene direttamente assunta dal plenum.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400