Domenica 31 Maggio 2020 | 19:35

NEWS DALLA SEZIONE

la trovata
Modugno, parrocchia Immacolata: tutorial per prenotare online posto a messa

Modugno, parrocchia Immacolata: tutorial per prenotare online posto a messa

 
Ostaggi Selvaggi
La quarantena di Vladimir Luxuria: «Piangevo con i vecchi di Foggia»

La quarantena di Vladimir Luxuria: «Piangevo con i vecchi di Foggia»

 
Paesaggio
Il ponte di Gravina, da James Bond ai Luoghi del cuore

Il ponte di Gravina, da James Bond ai Luoghi del cuore del Fai

 
Martedì 2 giugno
Molfetta, «Facciamo ripartire la musica»

Molfetta, due deejay in spiaggia danno voce alla musica fatta tacere per 3 mesi

 
Storia a lieto fine
Foggia, Isabella 99 anni vince la battaglia contro il covid e lascia il Policlinico Riuniti

Foggia, Isabella 99 anni vince la battaglia contro il covid e lascia il Policlinico Riuniti

 
fase 2
Bari, Michele e Rossella sposi: primo matrimonio con invitati e regole anti-covid

Bari, Michele e Rossella sposi: primo matrimonio con invitati e regole anti-covid

 
L'iniziativa
Lecce, 1 giugno all'insegna del «Pasticciotto Day» per ricominciare...in dolcezza

Lecce, 1 giugno «Pasticciotto Day» per ricominciare...in dolcezza

 
Arte
Cancellate e ringhiere: anche Bari ha i suoi «ferri» d’arte

Cancellate e ringhiere: anche Bari ha i suoi «ferri» d’arte

 
La decisione
Fase 2 a Matera, il Fai riapre casa Noha per la Festa della Repubblica

Fase 2 a Matera, il Fai riapre casa Noha per la Festa della Repubblica

 
La guida
In bici sui mari del Salento: alla scoperta delle 20 spiagge più belle della Puglia

In bici sui mari del Salento: alla scoperta delle 20 spiagge più belle della Puglia

 
Festa del Patrono
Potenza, i turchi ai tempi del Covid: un flash della parata in Tv

Potenza, i turchi ai tempi del Covid: un flash della parata in Tv

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barifase 2
Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

 
PotenzaVIOLENZA
Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

 
BrindisiFASE 2
Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

 
LecceIL DIBATTITO
Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

 
BatLA PROTESTA
Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

Barletta Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

 
Foggiaoperazione «Ares»
A San Severo mafia, droga e racket in 37 chiedono il rito abbreviato

San Severo, mafia, droga e racket: 37 chiedono rito abbreviato

 
MateraArte
Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

 

i più letti

Oscar Teatro Ragazzi

Eolo Awards 2020: «Mattia e il nonno» con Ippolito Chiarello miglior spettacolo dell'anno

Il regista De Nitto: «Chiarello eccezionale col testo di Piumini»

«Mattia e il nonno» al gusto di Salento, vince l’Eolo Awards

De Nitto, Piumini, Chiarello

L’«Eolo Awards 2020» come Migliore spettacolo dell’anno a «Mattia e il nonno» di Ippolito Chiarello con l’adattamento e la regia di Tonio De Nitto.

Parla salentino l’«Oscar italiano» del Teatro ragazzi col prestigioso premio assegnato al lavoro realizzato in coproduzione da Factory Compagnia Transadriatica e Fondazione Sipario Toscana Onlus in collaborazione con Nasca Teatri di Terra. Tratto dall’omonimo romanzo di Roberto Piumini, edito da Einaudi, autore dai più apprezzati della letteratura per l’infanzia, lo spettacolo tratta con delicatezza estrema il tema della morte e del distacco.

Assegnati dalla rivista on line «Eolo», diretta da Mario Bianchi e dedicati alla memoria di Manuela Fralleone, gli Awards 2020 sono stati consegnati ieri sera nel corso di una diretta streaming sulla pagina Facebook del Festival Segnali.

Quale il primo pensiero alla notizia del riconoscimento? «Al lavoro svolto in tutti questi anni - risponde Tonio De Nitto, che ha curato regia e adattamento di “Mattia e il nonno “ - da una squadra che comprende attori, tecnici, distribuzione e collaboratori e che ha cercato di presentare un teatro ragazzi adatto e utile anche a un pubblico adulto. È particolare come la storia raccontata sul palcoscenico, una storia visionaria che si snoda attraverso una passeggiata, si leghi in maniera particolare e inattesa al periodo che stiamo vivendo. La pandemia, l’emergenza sanitaria ha colpito in larga misura una generazione, quella dei nonni, strappata dagli affetti senza che vi fosse spesso la possibilità neanche di un addio. Un pensiero particolare a Ippolito Chiarello, capace di portare in scena un lavoro delicato e carico di emozioni».

La produzione di Factory anche grazie a “Mattia e il nonno” guarda alle nuove generazioni...

«Non abbiamo mai considerato il Teatro ragazzi come figlio di un dio minore. Siamo invece consapevoli che questo tipo di arte possa offrire ai giovani spunti importanti di riflessione, uno sguardo più ricco e capace di guardare alle dinamiche del mondo. Soprattutto in questo momento di grave crisi legata all’emergenza Covid- 19 questa particolare forma di spettacolo teatrale sta pagando un prezzo altissimo, essendo stata la prima a fermarsi lo scorso 24 febbraio. Basta guardare a noi, un centinaio le date programmate e saltate in questi due mesi di blocco totale, per capire la portata del dramma».

Quali le sue scelte di regia nella piece?

«Abbiamo avuto la fortuna di partire dalla grande scrittura di Roberto Piumini e abbiamo deciso di adornare lo spettacolo di semplicità e chiarezza. In scena null’altro che la capacità di Ippolito Chiarello di raccontare un tema delicato e complesso come quello della morte senza cadere nel drammatico. Merito al suo grande equilibrio che gli ha permesso di essere sul palcoscenico bambino e nonno, senza mai scimmiottare l’una o l’altra figura. Un lavoro dai toni molto poetici e di grande impatto emotivo grazie anche alle musiche originali di Paolo Coletta, ai costumi di Lapi Lou e alle luci di Davide Arsenio».

Come immagina la prima replica post-Coronavirus di “Mattia e il nonno” e cosa pensa delle possibili prossime aperture di teatri e altri luoghi d’arte?

«Immagino una serata di grande empatia ed emozioni forti. Il teatro si nutre di questo e pensare a chi fa teatro lontano dal proprio pubblico è molto complicato. Parlare di riaperture mentre ancora si naviga a vista rispetto alla crisi sanitaria ed economica anche del nostro comparto mi pare azzardato. Programmare pare complicato, alla luce per esempio del fatto che si parli di regole stringenti rispetto alle attuali capienze dei teatri».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie