Domenica 19 Settembre 2021 | 20:15

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

L'evento

Bernalda, una serenata a sorpresa tra Jovanotti e Dario Argento

Così la città lucana assapora le prime note della tappa lucana al Jova Beach di Policoro

Bernalda, una serenata a sorpresa tra Jovanotti e Dario Argento

MATERA - Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, non finisce mai di stupire. Il cantautore romano, lunedì sera, si è affacciato, a sorpresa, al balcone di Palazzo Margherita, a Bernalda, cantando assieme alle centinaia di fans che si erano radunati ai piedi dello storico Palazzo, trasformato da Francis Ford Coppola in un resort lusso a cinque stelle. Lì, Jovanotti, assieme al fido compositore Saturnino, ha trascorso le due notti precedenti al concertone sulla spiaggia, che ha tenuto ieri sera a Policoro, concedendosi un’escursione diurna a Matera, capitale europea della Cultura 2019.
Davanti a Palazzo Margherita non si vedeva tanta gente dall’agosto 2011, quando il Premio Oscar Sofia Coppola, figlia di Francis, convolò a nozze con il musicista francese Thomas Mars, attirando su Bernalda il meglio del gossip mondiale. Jovanotti si è materializzato proprio da quel balcone, dove in tante occasioni, Francis si è affacciato, per godersi lo spettacolo del Corteo storico di San Bernardino, e dove Sofia e il marito comparvero per salutare i loro ammiratori assiepati sul viale sottostante.

Annunciato il giorno prima da alcune foto postate su Instagram, che lo ritraevano nel giardino della dimora Ottocentesca, a godersi qualche attimo di dorato relax. Tutto è partito da un’idea di un gruppo di ragazzi di Bernalda, che hanno deciso di “stuzzicarlo”, portando un amplificatore sotto il Palazzo e cominciando a intonare le più belle canzoni di Jovanotti. Erano circa le 23. Richiamata dai suoni e dalla catena dei social, una folla festante ha cominciato a inneggiare al rapper-dj. «Abbiamo cantanto le canzoni “A Te” e “Mi fido di te” – afferma Gabriele, uno dei promotori dell’iniziativa -. È stato molto bello, perché ci esibivamo in coro, invitandolo a uscir». Non tutti si aspettavano il colpo di scena, ma molti ci speravano. «A un certo punto – racconta Antonio – dal balcone si è affacciata una bambina. Qualche secondo dopo è apparso Jovanotti, che ha scatenato l’entusiasmo e migliaia di scatti dai cellulari». Le sorprese non erano finite. «Si è aggiunto Saturnino – afferma Raffaella – con due chitarre, segno evidente che Jovanotti ci avrebbe concesso un piccolo omaggio musicale, coi suoi maggiori successi”. E così è stato. Dopo una rapida accordatura degli strumenti, è partito il “concertino”, con tanto di saltelli, che ha preceduto il Beach Party sulla spiaggia di Policoro, mandando in visibilio i tanti ragazzi presenti, giunti anche da fuori Bernalda. Dopo qualche canzone però, Lorenzo ha chiosato: «Forse è ora di smetterla, perché non vogliamo disturbare gli altri ospiti di Palazzo Margherita che vogliono riposare». Lasciando l’originale palcoscenico fra il tripudio generale.

Nella notte delle Stelle, intanto, a pochi metri di distanza, in un altro dei locali “cult” della movida bernaldese, il “Concept Bistrot”, copmpariva il regista dell’horror Dario Argento, reduce dal Lucania Film Festival. Per la civettuola Bernalda è stata davvero una serata da “brividi”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie