Venerdì 18 Gennaio 2019 | 17:21

LETTERE ALLA GAZZETTA

Il punto su diritti e doveri delle unioni civili

In merito al disegno di Legge sulle Unioni civili, di cui si stanno occupando i vari mezzi di comunicazione, Stampa e Televisione, vorrei porre alcune osservazioni. La questione essenziale riguarda la possibilità di qualificare l'unione fra persone dello stesso sesso come “Matrimonio”. Tutte le persone, qualunque sia il loro orientamento sessuale, hanno pari dignità. “ Chi sono io per giudicare un omosessuale” rispose Papa Francesco ad un giornalista: una linea, quella del Pontefice chiara, volta a fugare qualunque equivoco, ogni dubbio. Inoltre in un discorso alla Rota romana (venerdì 22/1/016) lo stesso Papa Francesco ha invitato a “non confondere il matrimonio con altri tipi di unione; pertanto anche la Chiesa resta convinta, nel pieno rispetto per ogni persona e per ogni orientamento, che la reciprocità maschile-femminile sia fondamentale per la vita sociale, per l'educazione dei figli, indispensabile per la trasmissione della vita. D'altra parte nella nostra Costituzione la famiglia viene descritta “come società naturale, fondata sul matrimonio. L'etimologia della parola Matrimonio risulta proveniente dalla parola MATER, riferendosi al ruolo della donna nella procreazione, al suo diventare genitrice. La Società Italiana di pediatria, ha pubblicamente dichiarato che “non si può escludere che convivere con due genitori delle stesso sesso non abbia ricadute negative sul processo di sviluppo e relazionale nell'età evolutiva. Infine riguardo al disegno di Legge sulle Unioni Civili, vorrei porre la seguente osservazione: non volendo escludere la cosiddetta “Step child adoption”, allo scopo di compattare la maggioranza, potrebbe bastare un emendamento, secondo il quale uno dei conviventi dello stesso sesso, possa adottare il figlio o la figlia del convivente solo se tale figlio è già presente o in itinere al momento della formulazione dell'unione. Infine sarebbe opportuno regolamentare le adozioni anche per i single.

Maria Amendolagine (Bari)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400