Sabato 15 Maggio 2021 | 03:37

NEWS DALLA SEZIONE

Il focus
Comunicare la sostenibilità ambientale evitando di fare «greenwashing»

Comunicare la sostenibilità ambientale evitando di fare «greenwashing»

 
La sentenza
Non può pagare le tasse per «forza maggiore»: annullata cartella esattoriale di 73mila euro

Non può pagare le tasse per «forza maggiore»: annullata cartella esattoriale di 73mila euro

 
Il punto
Innovazione e sviluppo, investire al Sud è un'opportunità di ripresa per l'Italia

Innovazione e sviluppo, investire al Sud è un'opportunità di ripresa per l'Italia

 
Il focus
Verande e pergolati: quando è necessario il permesso di costruire?

Verande e pergolati: quando è necessario il permesso di costruire?

 
L'intervento
Ciclovie, idrogeno e infrastrutture green così prende forma il «modello Puglia»

Ciclovie, idrogeno e infrastrutture green così prende forma il «modello Puglia»

 
Mobilità verde
Dalle bici ai bus, ecco gli obiettivi fissati dal Pnrr

Dalle bici ai bus, ecco gli obiettivi fissati dal Pnrr

 
L'intervista
Maldarizzi:

Maldarizzi: «Il passaggio all’auto elettrica? Oggi è una rivoluzione per ricchi»

 
Il dibattito
«Sull'ergastolo è urgente un intervento legislativo»

«Sull'ergastolo è urgente un intervento legislativo»

 
Il punto
Il COPASIR e la democrazia costituzionale

Il COPASIR e la democrazia costituzionale

 
L'approfondimento
Giovani pugliesi e startup nella nuova puntata di «The Master Class»

Giovani pugliesi e startup nella nuova puntata di «The Master Class»

 
L'analisi
Una proposta operativa per il «debito buono»

Una proposta operativa per il «debito buono»

 

Il Biancorosso

L'intervista
Galano tra due grandi amori: «Bari e Foggia, che brividi»

Galano tra due grandi amori: «Bari e Foggia, che brividi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaDibattito
Moles, «da Forza Italia contributo fondamentale al Governo»

Moles, «da Forza Italia contributo fondamentale al Governo»

 
LecceL'iniziativa
Il riso della Coldiretti contro gli scafisti

Il riso della Coldiretti contro gli scafisti

 
TarantoEx Ilva
«L'aria di Taranto 20 volte più pulita di quella di Milano»

«L'aria di Taranto 20 volte più pulita di quella di Milano»

 
LecceTurismo
Otranto e Bari regine sulla stampa internazionale

Otranto e Bari regine sulla stampa internazionale

 
Brindisila denuncia
Brindisi, arrivano le fototrappole ma il centro storico resta una vergogna

Brindisi, arrivano le fototrappole ma il centro storico resta una vergogna

 
BatLa curiosità
Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

 
MateraLa novità
Protocollo di collaborazione per la «Carta del potenziale archeologico di Matera»

Protocollo di collaborazione per la «Carta del potenziale archeologico di Matera»

 

i più letti

Il parere

Le nuove frontiere della finanza sostenibile

In tutto il mondo assistiamo oggi alla ridefinizione delle agende politiche secondo gli schemi della cosiddetta green economy

Le nuove frontiere della finanza sostenibile

Muovendo le proprie mosse dalla rivoluzione globale degli ultimi anni, in tutto il mondo assistiamo oggi alla ridefinizione delle agende politiche secondo gli schemi della cosiddetta green economy. Già da tempo, tra gli altri, l’intero settore dei servizi finanziari ha iniziato un processo di profonda trasformazione, se vogliamo, anche più ampio impegno rispetto alle tematiche strettamente legate alla tutela dell’ambiente.

La pressione sempre maggiore esercitata da investitori, clienti, istituzioni finanziarie e aziende in questo senso sta spingendo lo sviluppo di specifiche competenze in ambito sostenibilità, a supporto dunque della integrazione dei criteri ambientali sociali e di buona governance (Environmental, Social e di Governance o ESG).

L’acronimo ESG

Con l’acronimo ESG si fa riferimento all'impegno di un'organizzazione a integrare questi criteri nelle proprie strategie di business, perseguendo dunque scopi ulteriori rispetto a quello del semplice profitto. In questo senso gli sforzi spesi attivamente per contribuire, con un impatto positivo, all’ambiente, alle cause sociali e a comportarsi in modo responsabile.

Questi i tre fattori che sempre di più diventeranno determinanti per le organizzazioni al fine di creare e mantenere un valore sostenibile che risulti di lungo termine, misurabile ed etico.

In cosa si traduce?

Da un lato il pubblico ora richiede alle banche, ai fondi pensione, alle imprese di assicurazione e agli asset manager di investire i risparmi in strumenti finanziari o partecipativi “sostenibili”; le attività in cui si preferisce investire sono quelle che riguardano l’utilizzo di energie rinnovabili, la conservazione del suolo e delle risorse idriche, la riduzione delle emissioni di C02 o la promozione di questioni sociali come la diversità nella forza lavoro e nella leadership, i diritti umani.

Dall’altro le aziende, oltre a intraprendere percorsi di sostenibilità ambientale e sociale finalizzati a rendere sostenibili le produzioni manifatturiere, compiono azioni positive su questioni di governance aziendale come l'anti-corruzione, la limitazione dei compensi dei dirigenti e la composizione degli organi di governo secondo criteri di diversity.

Da ormai consolidati studi di benchmarking, la sostenibilità ambientale è in particolare estremamente importante per i millennials e le generazioni più giovani: sempre più diffuse inoltre le pratiche di monitoraggio degli impatti della filiera produttiva: i consumatori vogliono comprare da aziende responsabili e i dipendenti vogliono lavorare per loro.

Dall’Agenda 2030 al SFDR

L’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, adottata dalle Nazioni Unite nel 2015 ha rappresentato una pietra miliare in questo senso. Al centro dell’iniziativa vi sono 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile che devono essere raggiunti dai membri e che rappresentano una chiamata urgente ad una azione unitaria, congiunta e transnazionale per rispondere ad esigenze globali. [LINK: https://unric.org/it/agenda-2030/]

L’Agenda ha rappresentato uno slancio per la progressiva regolamentazione dell’integrazione dei fattori ESG in tutti i settori economici. Per arrivare a tale ambizioso obiettivo, anche il settore finanziario è chiamato a fare la sua parte, e il regolatore europeo sta oggi fissando le regole del gioco.

Lo scorso 10 marzo 2021 è entrato in vigore in tutti i paesi europei, il Regolamento (EU) n. 2019/2088 (c.d. SFDR) che stabilisce norme armonizzate sulla trasparenza per i partecipanti ai mercati finanziari e i consulenti finanziari, nonché nella comunicazione delle informazioni connesse alla sostenibilità relative a tutti i prodotti finanziari commercializzati sul territorio dell’Unione Europea.

Prospettive per gli operatori finanziari

In questo scenario, gli operatori del settore, spinti dal bisogno di soddisfare le nuove esigenze poste dalla propria clientela, saranno tenuti sempre di più a sostenere e promuovere iniziative sostenibili.

Le banche, a loro volta, abbracceranno sempre di più la promozione della sostenibilità. Questa tendenza è confermata dai Principles of Responsible Banking sottoscritti dai rappresentanti di 130 tra le principali banche del mondo: questi principi, seppur volontari, fissano una serie di regole per un sistema bancario sostenibile e richiedono un impegno di lungo periodo nel definire strategie e pratiche in linea con i nuovi obiettivi di sostenibilità.

Alcuni numeri possono meglio chiarire la portata del fenomeno della finanza sostenibile: Goldman Sachs si è impegnata a spendere 750 miliardi di dollari in finanza sostenibile nel prossimo decennio e Bank of America 300 miliardi di dollari in investimenti sostenibili.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie