Sabato 19 Giugno 2021 | 01:52

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

Serie C

Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

Calcio, ecco la storia di Bari-Foggia

88 anni di duelli andati in scena su ogni palcoscenico dalla serie A alla D: e quanti personaggi da copertina!

Lo chiamano il derby “dell’Apulia”. Bari-Foggia è una delle sfide più antiche e sentite della regione. 88 anni di confronti, scanditi da personaggi illustri, con esiti spesso clamorosi per le due squadre, rendono il match in programma mercoledì al San Nicola un appuntamento sentito e non solo per l’altissima posta in palio: solo una, infatti, potrà proseguire il percorso negli spareggi che assegnano l’ultima promozione in serie B. Mancherà la magia del pubblico, ma il fascino del derby resta intatto nelle due città.

Il bilancio nella storia

I numeri dicono che lo scontro tradizionalmente si svolge sul filo dell’equilibrio: 48 gare complessive, suddivise in 18 vittorie del Bari, 14 pareggi e 16 successi dauni. In casa, dominano i biancorossi con 15 affermazioni su 26 confronti, mentre cinque sono i pareggi e sei i blitz dei Satanelli. E a testimonianza del blasone delle due compagini, quello che andrà in scena domani sarà soltanto il settimo match in serie C nell’epopea di una partita che, dalla A alla D, si è disputata su qualsiasi palcoscenico. Nel terzo campionato nazionale, la situazione è in perfetto equilibrio: i rossoneri si sono imposti all’andata e al ritorno nel 1951-52, i biancorossi hanno centrato la medesima impresa nel 1983-84, ancora il Foggia l’ha spuntata nel turno di andata, lo scorso 1 novembre, vincendo per 1-0 con gol su rigore di Curcio al 41’. E con il medesimo risultato si è vendicato il Bari al ritorno, il 27 febbraio, con rete di Cianci (barese purosangue) su punizione al 60’. E se questo è l’ultimo incrocio in ordine cronologico, la storia, invece, è cominciata proprio a Bari il 19 novembre 1933: allo stadio Marisabella (o San Lorenzo), i Galletti centrarono il successo in extremis con gol di Annibale Frossi all’89’. Il più recente colpaccio foggiano è del 9 agosto 2015: in Coppa Italia, i rossoneri eliminarono il Bari al primo turno con un 2-1 firmato da Gigliotti e Floriano (che tre anni dopo approderà proprio ai Galletti, in serie D), mentre fu inutile la marcatura barese di Defendi. Per trovare un pareggio in casa biancorossa, infine, bisogna tornare addirittura al 18 marzo 1979: al Della Vittoria finì 1-1 in appena due minuti, dal vantaggio del Foggia firmato da Apuzzo all’82’ al pareggio del Bari all’84 con Pellegrini.

I personaggi

In una lunghissima lista di doppi ex di lusso, meritano la citazione sicuramente Maurizio Iorio, l’”artista del gol” che a Foggia mosse i primi passi nel calcio “dei grandi” (dal 1976 al ’78) per poi esplodere nel Bari dal 1980 all’82 per diventare il bomber della “squadra dei baresi” che scrisse capitoli indelebili nella storia del calcio pugliese. “Profeta” di quel gruppo era Enrico Catuzzi, pioniere della zona e altro simbolo della sfida: dopo quattro periodi nel Bari (dal 1979 al 1988 con gli intermezzi a Varese e Pescara) fu lui, infatti, a guidare il Foggia nell’ultima serie A del 1994-95, senza riuscire ad evitare la retrocessione in B dei Satanelli. Tra gli allenatori, impossibile non citare Oronzo Pugliese, il leggendario “mago dei poveri”: il tecnico nato a Turi portò il Foggia dalla C alla A in un quadriennio (dal 1961 al ’65), ma non fu profeta in patria al Bari nel 1969-70, quando fu esonerato a fine campionato con la squadra penultima e ormai destinata alla retrocessione. Il ricordo più commosso, però, è per Franco Mancini, portiere materano, soprannominato “il giaguaro” per la straordinaria reattività: fu lui l’estremo difensore nell’epopea di “Zemanlandia” (otto campionati a Foggia dal 1987 al ’95), quindi difese la porta barese per tre eccellenti tornei in A dal 1997 al 2000. E’ scomparso prematuramente nel 2012: domani, sarà impossibile non volgere uno sguardo al cielo pensando a lui. E a tutte le stelle di una sfida sempre meravigliosa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Bari calcio, al via il Generation Day con 240 bimbi al San Nicola

Bari calcio, al via il Generation Day con 240 bimbi al ...

 
Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

 
Il Bari va in pressing su Mignani: l'ex Modena scelto da Polito

Il Bari va in pressing su Mignani: l'ex Modena scelto d...

 
Bari, De Laurentiis: «Polito è qui per vincere»

Bari, De Laurentiis: «Polito è qui per vincere»

 
Bari, Ciro Polito è il nuovo direttore sportivo

Bari, Ciro Polito è il nuovo direttore sportivo

 
È un Bari ancora da lavori in corso. Polito in dirittura d'arrivo

È un Bari ancora da lavori in corso. Polito in dirittur...

 
Polito si «prende» il Bari. Brosco il primo colpo?

Polito si «prende» il Bari. Brosco il primo colpo?

 
Il Bari e una panchina che scotta spuntano le idee Gallo e Scienza

Il Bari e una panchina che scotta spuntano le idee Gall...