Mercoledì 20 Novembre 2019 | 17:41

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

il match

Bari, delusione a Bisceglie: il «Ventura» non è tutto esaurito per il derby

Bari, delusione a Bisceglie: il «Ventura» non è tutto esaurito per il derby

Un appuntamento storico per tanti tifosi: per alcuni è la partita più prestigiosa in tanti anni di storia

Per tanti tifosi è la partita dell’anno. Qualcuno l’ha persino definita «la gara più prestigiosa mai disputata in 106 anni di storia» e, benché residente al Nord per lavoro, si è sobbarcato centinaia di chilometri pur di non perdersela. Altri ancora, viceversa, diserteranno il «Ventura» in segno di delusione per i recenti accadimenti extracampo, a partire dalle dimissioni del patron Canonico.

Modalità diametralmente opposte di vivere il derby al cospetto del Bari, appuntamento del tutto inedito in competizioni ufficiali. L’entusiasmo evaporato nelle ultime due settimane e rimpiazzato da nubi dense sul futuro, associato ai risultati tutt’altro che lusinghieri della squadra, incide non poco sul mancato raggiungimento del sold out in gradinata, dove sono rimasti invenduti circa 600 dei 2000 biglietti a disposizione. In ogni caso non mancherà l’apporto del tifo organizzato. È stata una prevendita decisamente migliore per la curva riservata ai supporters biancorossi e per la tribuna, anche se in quest’ultimo settore è facile ipotizzare la netta maggioranza di appassionati provenienti dal capoluogo.

In totale saranno circa 2500 gli spettatori di una sfida dal pronostico apparentemente chiuso. All’asciutto di vittorie dal colpaccio del 22 settembre al «Partenio», il Bisceglie non ha però alcuna intenzione di fungere da sparring partner e proverà a giocarsi al meglio le proprie chance per strappare un risultato positivo insperato. Se è vero che sotto la gestione di Sandro Pochesci i nerazzurri hanno raggranellato appena 2 punti in 6 partite, pare altrettanto doveroso rimarcare come le 4 sconfitte siano tutte maturate con il minimo scarto e di fronte ad avversarie in salute come Teramo, Ternana, Viterbese e Francavilla.
Per la sfida ai galletti il tecnico romano si affiderà al consueto 3-5-2, con il prezioso ritorno in prima linea di Alessandro Gatto al fianco del giovane Longo. Nessun problema a centrocampo per Abonckelet, mentre nel pacchetto arretrato ci sarà il rientro di Zigrossi, con il conseguente avanzamento in mediana dell’ex di turno Nicola Turi (14 presenze lo scorso anno in D tra le file biancorosse) in qualità di «quinto» a destra. Sempre in tema di ex, per Giulio Ebagua - non ancora al meglio della condizione - è presumibile invece l’impiego in corso d’opera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Frattali, sacrificio necessario: il Bari ha un super «guardiano»

Frattali, sacrificio necessario: il Bari ha un super «g...

 
Bari missione rimonta con due magnifici dieci

Bari missione rimonta con due magnifici dieci

 
Vivarini: «Contro la Paganese solo applausi per la squadra, vittoria meritata»

Vivarini: «Contro la Paganese solo applausi per la squa...

 
Antenucci e una partita speciale: «Incrocio fra passato e presente»

Bari batte Paganese 1-0. Decide la rete di Antenucci. R...

 
Bari calcio, Vivarini: «Contro Paganese voglio personalità»

Bari calcio, Vivarini: «Contro Paganese voglio personal...

 
Bari, Sigarini ricorda la trasferta a Pagani

Bari, Sigarini ricorda la trasferta a Pagani

 
Bari, contro la Paganese Vivarini recupera Scavone

Bari, contro la Paganese Vivarini recupera Scavone

 
Bari, l'ex direttore sportivo Angelozzi: «Credo nella promozione»

Bari, l'ex direttore sportivo Angelozzi: «Credo nella p...