Giovedì 28 Maggio 2020 | 04:06

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

prima del match

Bisceglie, ex tecnico Papagni: «Bari ospite di lusso, non sarà mai nemico»

Bisceglie, ex tecnico Papagni: «Bari ospite di lusso, non sarà mai nemico»

Un derby mai visto: per Papagni i biscegliesi hanno cominciato ad amare il calcio guardando i biancorossi

«A Bisceglie il Bari non sarà mai un nemico: per la piazza sportiva nerazzurra domenica sarà una giornata storica». Parola di Aldo Papagni. Biscegliese doc che dei nerazzurrostellati è stato calciatore prima e allenatore poi (dal 1993 al ‘95, poi nel 1997-98). Da tecnico, peraltro, ha scritto pagine importanti con la Fidelis Andria (condotta ad una clamorosa salvezza in C nel 2018) o Taranto (condotto dalla C2 alla C1 nel 2006), solo per citare alcune delle sue imprese più eclatanti.

Attualmente dirige l’area tecnica dell’Unione Calcio Bisceglie, in Eccellenza pugliese. Ma la sua vasta esperienza in Lega Pro gli consente di analizzare minuziosamente il super derby di domenica prossima sia sul lato tecnico, sia su quello ambientale.

Che significato avrà Bisceglie-Bari?
«I biscegliesi tradizionalmente hanno cominciato ad amare il calcio tramite il Bari che è sempre stata la squadra di alto livello da vedere. Oppure, in alcuni casi, la squadra ospite d’onore di alcune amichevoli di lusso. Un match vero, con i tre punti in palio, è atteso da sempre. È scontato che lo stadio Ventura registrerà il pienone e spero che ci sia un’aria di festa. Probabilmente la gran parte delle persone che domenica saranno in gradinata, sono state spesso al Della Vittoria o al San Nicola».

Tuttavia, si tratterà di una sfida tirata: in palio ci sono punti pesanti.
«Senza dubbio. Ma per quanto concerne il Bisceglie, la priorità è trovare la stabilità societaria. La squadra ha potenzialità superiori al terzultimo posto attuale, ma si vede che manca serenità. Il Bari resta a mio avviso la squadra più forte del girone: per il bene del nostro territorio, mi auguro che sia promossa subito in serie B».

A che cosa addebita lo svantaggio dei baresi dalla vetta della classifica?
«Montare interamente una squadra non è semplice: occorre tempo per trovare affiatamento. Peraltro, il girone C è complicatissimo. Ci sono almeno dieci compagini di alto livello, le outsider sono comunque formazioni di tutto rispetto. In più, iniziare un torneo con un ambiente scettico nei confronti dell’ex tecnico Cornacchini non ha aiutato. Vivarini è un allenatore molto preparato: sono certo che saprà risalire la china».

A suo avviso è recuperabile l’attuale -8 dalla Reggina?
«I calabresi troveranno difficoltà. È inevitabile in un campionato in cui si incontrano Catania, Catanzaro, Teramo, Ternana, le stesse Potenza e Monopoli. Il Bari deve alzare il passo, ma le possibilità di rimontare non mancheranno. La famiglia De Laurentiis ha grandi ambizioni e pur di riuscire nell’intento a gennaio investirà ancora pur di centrare la B».

Quale sarà il motivo tattico del match del Ventura?
«Pochesci è un tecnico che pratica un calcio propositivo: sono certo che non si limiterà ad aspettare il Bari. Anche perché rinunciare a giocare per difendersi sarebbe controproducente al cospetto di gente che può comunque trovare la giocata vincente in un attimo. Basti vedere Antenucci: gli basta una mezza occasione per essere letale. Al di là del risultato, però, sarà davvero un momento indimenticabile per la nostra terra: perciò, viviamolo con entusiasmo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Bari, il difensore Perrotta: «Chiediamo chiarezza sul prosieguo del torneo»

Bari, il difensore Perrotta: «Chiediamo chiarezza sul p...

 
C’è anche il rebus dei contratti. Il Bari alle prese col nodo Laribi

C’è anche il rebus dei contratti: il Bari alle prese co...

 
L’ultima incornata dello Zar Maiellaro. «De Laurentiis, spingi il Bari in serie A»

L’ultima incornata dello Zar Maiellaro: «De Laurentiis,...

 

Il Bari vuole e prepara lo sprint. L’eventuale stop fa ...

 
Matteo Scala

Il Bari fissa i tempi dell’ultimo «miglio»

 
Ciak si rigioca, schiaffo a Ghirelli: Bari riallaccia gli scarpini per la B

Ciak si rigioca, schiaffo a Ghirelli: Bari riallaccia g...

 
Luigi Laurentis

Bari, playoff nei gironi, poi finale a 3. E Bari torna ...

 
Bari, De Laurentis: «Proponiamo i play off con chi vuole partecipare»

Bari, De Laurentiis: «Proponiamo i play off con chi vuo...