Lunedì 09 Dicembre 2019 | 10:48

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

Serie c

Il Bari cerca la domenica perfetta

Il Bari cerca la domenica perfetta

Cornacchini all'esame Francavilla: «Panchina in bilico? Certe cose mi stimolano»

Parola d’ordine: serenità. La ripete più volte Giovanni Cornacchini durante la conferenza stampa che precede l’impegno odierno del Bari in trasferta contro la Virtus Francavilla. Un incrocio particolare: innanzitutto perché sarà il primo derby pugliese della nuova era biancorossa in serie C. In secondo luogo, perché ancora una volta costituirà un esame per i galletti, sempre in caccia di una precisa identità, di un passo celere e di un rendimento costante. D’altra parte, la mancanza di gioco e risultati all’altezza delle ambizioni di società e piazza sta provocando qualche turbolenza: non soltanto in una tifoseria che smania per bruciare le tappe e tornare sui grandi palcoscenici, ma anche in una gestione del gruppo che forse tradisce alcune crepe.
Ha destato un certo stupore, ad esempio, la mancata convocazione di Simone Simeri, per scelta tecnica e non per motivazioni fisiche. Pare che il centravanti napoletano stia attraversando un periodo di scarsa forma e resterà in sede a svolgere un lavoro specifico. Il Bari, però, (privo anche degli infortunati Folorunsho e Schiavone) si presenterà a Francavilla in 21 effettivi (sui 23 consentiti dal regolamento) e con sole due punte pure (Antenucci e Ferrari). Insomma, una scelta che, pur insindacabile, è comunque giunta a sorpresa. Probabilmente avvertendo un clima generale non completamente tranquillo, Cornacchini predica l’equilibrio mentale.

«Il mio compito è lasciare i ragazzi tranquilli, liberi di esprimersi», le parole del trainer marchigiano. «Sul piano dello sviluppo del gioco siamo indietro per vari motivi, ma sotto l’aspetto fisico non ho dubbi sul fatto che la strada intrapresa sia giusta. Basti vedere i dati che emergono dall’allenamento: la squadra lavora con un’intensità tale da non poterle rimproverare nulla. Certo, poi si va in campo ed evidentemente occorre dare qualcosa in più: chi ci affronta, disputa la gara della vita. Quindi, serve coraggio, spirito di sacrificio, coraggio. L’ambiente giustamente pretende: perciò, tocca a me rasserenare il gruppo».
Il tecnico nato a Fano si aspetta una battaglia sul terreno della Virtus. «Occorrerà aggressività - prosegue Cornacchini -, attenzione per sbagliare il meno possibile, grande furore. Probabilmente cambierò qualcosa sulla formazione, anche in considerazione dei tre impegni in una settimana (si replica mercoledì in casa con il Monopoli, nonché sabato 28 in trasferta con il Picerno). Ma tutto sommato, è relativo chi inizia il match e chi entra a gara in corso. Se consideriamo un undici di base, le squadre potenzialmente sullo stesso livello sono molte. Noi, invece, siamo forti perché disponiamo di tante alternative e possiamo decidere gli incontri anche con le sostituzioni giuste. La squadra è stata costruita secondo le mie indicazioni? In Italia forse soltanto Conte può scegliere i giocatori, nemmeno Sarri può concedersi questo lusso, eppure è alla Juventus. Il mio compito è allenare il materiale che ho a disposizione». Inutile dire che il derby con il Francavilla sia determinante pure per il futuro dell’allenatore: un passo falso in terre brindisina potrebbe aprire ufficialmente l’unità di crisi. “Dobbiamo fare risultato, è fuori di dubbio”, replica Cornacchini. «Per il resto, è giusto assorbire le critiche. Tuttavia, mi fanno sorridere i sondaggi nei quali si chiede a chiunque un’opinione: mica sono tutti professoroni o addetti ai lavori. Ad ogni modo, certe considerazioni mi stimolano ulteriormente: io proseguo sulla mia strada e se ho una convinzione o se devo difendere uno dei miei ragazzi, si può star certi che sono pronto a combattere fino alla morte».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Il Bari aggancia il Potenza: la partita giocata in casa finisce 2-1

Il Bari aggancia il Potenza: il match finisce 2-1. Rive...

 
Bari, Vivarini: «Con il Potenza sarà una grande gara»

Bari, Vivarini: «Con il Potenza sarà una grande gara»

 
Bari calcio, Strambelli: «La quadratura è raggiunta»

Bari calcio, Strambelli: «La quadratura è raggiunta»

 
«Bari blindato e spietato». Perrotta promette ruggiti

«Bari blindato e spietato». Perrotta promette ruggiti

 
Bari, morto lo storico ds Franco Ianich: portò il Bari in serie A

Bari, morto lo storico ds Franco Janich: portò i bianco...

 
Rende-Bari, biancorossi cercano balzo in avanti: segui la diretta dalle 15

Rende-Bari, balzo in avanti dei biancorossi: 0-3. Rived...

 
Rende-Bari, 24 convocati tra i biancorossi: D'Ursi in rampa di lancio

Rende-Bari, 24 convocati tra i biancorossi: D'Ursi in r...

 
Tifoso del Bari calcio aggredito: daspo per due ultrà del Catania

Rubano sciarpa a due tifosi del Bari: arrestati due ult...