Mercoledì 18 Settembre 2019 | 07:30

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

L'ANALISI

Bari, le prove sono finitemanca una identità definita

Bari, le prove sono finite manca una identità definita

Gli esami iniziano subito: domenica comincia il campionato più atteso

Le prove sono finite. Da oggi si fa sul serio: nel pomeriggio il Bari cominceranno a preparare l’esordio in campionato, fissato a domenica, alle 17,30 a Lentini, contro la Sicula Leonzio. I biancorossi si avvicinano al debutto nella Lega Pro 2019-20, reduci dalla sconfitta rimediata domenica ad Avellino, costata l’eliminazione dalla Coppa Italia di serie C. Tra luci ed ombre, quindi, ecco l’ultimo borsino dei galletti.
GLI ASPETTI POSITIVI - Lo stop in Irpinia non deve cancellare un precampionato nel complesso positivo, contraddistinto da una sola sconfitta, nonché dai successi contro compagini di categoria superiore come Pisa e Salernitana. Cornacchini ha a disposizione abbondanza di uomini in ogni settore, in particolare dal centrocampo in su le qualità tecniche e la varietà di soluzioni sono nettamente di categoria superiore. I pugliesi, inoltre, hanno coscienza del ruolo che dovranno disputare in campionato, dei favori del pronostico e del dovere di lottare per la promozione diretta. Vero è che in ogni occasione hanno tentato di assumere il comando delle operazioni, di prendere iniziativa e di dettare i ritmi delle gare. Segno di maturità e personalità. Tra i singoli, infine, Antenucci ha già mostrato quanto possa essere decisivo, così come continua ad essere positivo Terrani ed imprescindibile Hamlili, al momento il più «connesso» tra i centrocampisti. Reparto in cui può ritagliarsi un ruolo da protagonista Schiavone: out finora per un infortunio, al «Partenio» ha mostrato quella propensione alla regia che nessun altro galletto possiede.
GLI ASPETTI NEGATIVI- Il più importante: manca un’identità definita. Cornacchini ha variato dal 4-2-3-1 al 4-4-2, passando per il 4-3-3. Saper cambiar pelle è una dote preziosa, eppure il Bari al momento non sembra aver raggiunto la formula che consenta di sprigionare per intero il suo potenziale. Se Antenucci agisce da unico terminale, allora deve essere supportato a dovere, onde non finire isolato dal gioco e inghiottito dalle munitissime difese che si opporranno ai galletti. Esterni e centrocampisti devono supportare l’azione del bomber, liberargli spazi e riempire l’area. Se, invece, si opta per il tandem di punta, bisogna migliorare i movimenti dell’intero complesso, al fine di rifornire e coinvolgere continuamente gli attaccanti. I biancorossi, infatti, appaiono troppo prevedibili o legati ai colpi delle individualità. In C, peraltro, occorre calarsi nella categoria, come ha sottolineato lo stesso Cornacchini. Non tralasciare l’agonismo, la ferocia, la voglia di ottenere il risultato. Il Bari a volte tende a gestire senza forzare la mano, nella certezza che prima o poi qualcuno estragga la giocata vincente. Forse sarebbe il caso di essere più determinati, soprattutto quando la differenza di valori appare evidente. La condizione fisica, infine. E’ scontato che lo stato atletico sia perfettibile: in settimana si dovrà lavorare sulla brillantezza e sulla velocità di esecuzione. I difensori devono trovare gli opportuni automatismi, onde non pagare dazio nelle pochissime chance concesse agli avversari, così come chi viene da intoppi fisici (Scavone paga i cinque mesi out della scorsa stagione, Floriano l’aver saltato l’intera preparazione estiva) non ha ancora raggiunto uno standard da campionato. «Domenica vedremo se siamo tosti o meno», ha sentenziato Cornacchini. Già, gli esami iniziano subito. Ma questo il Bari lo ha sempre saputo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

 
Calcio, Bari-Reggina:

Calcio, Bari-Reggina: finisce 1-1. Gol di Sabbione

 
Bari pensa in grande, la Reggina per volare

Bari pensa in grande, la Reggina per volare

 
Il nuovo Bari ricomincia da tre

Il nuovo Bari ricomincia da tre

 
Parla il tifoso Paolo Sassanelli: «Il mio Bari? Sembra un film»

Parla il tifoso Paolo Sassanelli: «Il mio Bari? Sembra ...

 
Bianco si confessa: «Ricomincio dal Bari»

Bianco si confessa: «Ricomincio dal Bari»

 
Bari, l'ira di De Laurentiis: basta critiche a Cornacchini

Bari, l'ira di De Laurentiis: basta critiche a Cornacch...

 
Rieti-Bari, biancorossi soffrono, rimontano e vincono su rigore al 92'

Rieti-Bari, biancorossi soffrono, rimontano e vincono s...