Sabato 06 Giugno 2020 | 06:43

NEWS DALLA SEZIONE

Edilizia
San Giovanni Rotondo, l'Arca consegna 18 alloggi. Emiliano: «Casa è sinonimo di dignità»

San Giovanni Rotondo, l'Arca consegna 18 alloggi. Emiliano: «Casa è sinonimo di dignità»

 
La denuncia
Foggia, in fumo decine di ettari di grano, Coldiretti Puglia: «Colpa della criminalità»

Foggia, in fumo decine di ettari di grano, Coldiretti Puglia: «Colpa della criminalità»

 
L'iniziativa
Foggia, oltre 22mila litri di alcol sequestrati e devoluti dalla Gdf al Riuniti (e non solo)

Foggia, oltre 22mila litri di alcol sequestrati e devoluti dalla Gdf al Riuniti (e non solo)

 
Infrastrutture e servizi
Il tratto di pista già realizzato

Gino Lisa a Foggia, l'Enac chiede interventi radicali sulla pista

 
Viale Candelaro
Foggia, auto travolge donna in bicicletta: nell'impatto sfondato il parabrezza

Foggia, auto travolge donna in bicicletta: nell'impatto sfondato il parabrezza

 
I provvedimenti
Tre casi di stalking nel Foggiano: tra questi una 26enne che molestava una sua ex amica

Tre casi di stalking nel Foggiano: tra questi una 26enne che molestava una sua ex amica

 
Post coronavirus
Vieste, la costa del Gargano è «Covid free»: niente più contagiati o non ci sono mai stati

Vieste, la costa del Gargano è «Covid free»: niente più contagiati o non ci sono mai stati

 
nel foggiano
San Severo, in casa eroina e cocaina: giovane pusher ai domiciliari

San Severo, in casa eroina e cocaina: giovane pusher ai domiciliari

 
operazione della gdf
Eroina e cocaina da Lucera al Molise: 6 arresti, smantellato gruppo criminale

Droga da Lucera al Molise: 6 arresti, smantellato gruppo criminale VD

 
luoghi di culto
San Giovanni Rotondo, ripresa celebrazioni liturgiche: fedeli prenotano posto per funzione religiose

San Giovanni Rotondo, ripresa celebrazioni liturgiche: fedeli prenotano posto per funzioni religiose

 
Nel Tavoliere
Foggia, si riparte con la mietitura: dai campi spallata al Covid

Foggia, si riparte con la mietitura: dai campi la spallata al Covid

 

Il Biancorosso

serie C
C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariAmbiente
Polignano, Parco Costa Ripagnola, ricorso proprietari a Mattarella per annullamento legge istitutiva

Polignano, Parco Costa Ripagnola, ricorso proprietari a Mattarella per annullamento legge istitutiva

 
FoggiaEdilizia
San Giovanni Rotondo, l'Arca consegna 18 alloggi. Emiliano: «Casa è sinonimo di dignità»

San Giovanni Rotondo, l'Arca consegna 18 alloggi. Emiliano: «Casa è sinonimo di dignità»

 
Brindisiterapia Covid
Brindisi, al «Perrino» prime 2 donazioni di plasma iperimmune

Brindisi, al «Perrino» prime 2 donazioni di plasma iperimmune

 
LecceCoronavirus
Soleto, anziana di nuovo malata di Covid dopo 4 tamponi negativi

Soleto, anziana di nuovo malata di Covid dopo 4 tamponi negativi

 
Potenzafase 3
Basilicata, piattaforma online per autosegnalazioni di lucani che tonano in regione

Basilicata, piattaforma online per autosegnalazioni di lucani che tornano in regione

 
BariI dati
Effetto Covid 19, meno reati a Bari e nella Bat: il bilancio dei carabinieri

Effetto Covid 19, meno reati a Bari e nella Bat: il bilancio dei carabinieri

 
Tarantomobilità sostenibile
Taranto prima in Puglia nella graduatoria: 800mila euro per piste ciclopedonali

Taranto prima in Puglia nella graduatoria: 800mila euro per piste ciclopedonali. Stanziati 13,8 mln dalla Regione

 

i più letti

Violenza e maltrattamenti

Foggia, bimba 4 anni picchiata dai genitori: «Così avevo le botte»
Donne maltrattate, due ordinanze

Interessate quattro persone, tra cui una coppia di conviventi: le misure eseguite dalla Polizia

Maltrattamenti in famiglia arrestato 2 volte in 2 giorni

Maltrattamenti di bambini, persecuzioni: tre misure cautelari emessi dal gip del tribunale di Foggia secondo la normativa «Codice rosse» sono state eseguite dalla Questura di Foggia nei confronti di 4 persone ritenute accusate di episodio di violenza.

LA BAMBINA PICCHIATA: LA SUA TESTIMONIANZA - «Ho fatto cadere il bicchiere, l’ho rotto. Papà è venuto e mi ha dato le botte» . Così la bambina di 4 anni ha raccontato agli agenti della squadra mobile di Foggia che indagano sull'accaduto e che l’hanno ascoltata in presenza di una neuro-psichiatra infantile, le violenze che avrebbe subito dal padre e dalla nuova compagna dell’uomo. La coppia, lui di 27 anni, lei di 24 anni, è stata raggiunta dalla misura cautelare di avvicinamento a meno di 200 metri dalla giovanissima vittima.

«Papà mi ha cercato con il cucchiaio» - ha detto la piccola durante l’interrogatorio; poi ha fatto riferimento anche alle percosse subite dalla donna: «Stava lavando a terra e con la scopa mi ha dato in testa». A riscontro di quanto dichiarato dalla bambina ci sono i referti medici che parlano di lividi sul lato destro del viso all’altezza delle tempie e sulle gambe. A sporgere denuncia agli uomini della squadra mobile è stata la nonna della vittima (a cui la stessa è stata affidata) che ha raccontato il calvario della nipotina culminato con l’episodio dello scorso primo settembre quando il padre prima ha preso a schiaffi la figlia mentre quest’ultima piangeva per il suo momentaneo allontanamento, poi l’ha colpita al volto con un cucchiaio

LO STALKER E LE 82 TELEFONATE - Un altro primo provvedimento, un divieto di avvicinamento, ha riguardato un 30enne, ritenuto responsabile del reato di atti persecutori ai danni della propria ex compagna, in quanto, dopo l’interruzione della relazione, la pedinava con la proporia auto anche sotto la sua abitazione anche in orario notturno, tempestandola con messaggi sui social e sull’utenza telefonica, nonché a mezzo di numerose chiamate – anche 82 in una sola giornata, con contenuto molesto, intimidatorio e umiliante - ingenerando così nella stessa un perdurante stato di ansia e paura, ed il fondato timore per la propria incolumità, costringendola ad alterare le proprie abitudini di vita, a diradare le proprie frequentazioni, e a mantenersi in contatto telefonico con i familiari o con una amica ogni qual volta rientrava da sola a casa.

ACCECATO DALLA GELOSIA, MALTRATTAVA LA SUA DONNA - Infine è stata notificata a un 51enne foggiano la misura dell’obbligo di allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento alla parte offesa, nonché ai luoghi dalla stessa frequentati, in quanto ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia ai danni della propria moglie convivente. Secondo la Polizia, animato da futili motivi legati all’eccessiva gelosia, l'uomo maltrattava la donna, sottoponendola a sistematiche vessazioni psicofisiche, ingiuriandola ripetutamente ed inveendo nei suoi confronti, minacciandola in più occasioni di ucciderla e farle del male se non avesse smesso di lavorare, pedinandola e appostandosi nei luoghi di lavoro per ingiuriarla e minacciarla ulteriormente, sino a percuoterla con schiaffi al viso in occasione dei frequenti litigi, anche dopo aver abusato di sostanze alcoliche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie