Venerdì 03 Luglio 2020 | 22:03

NEWS DALLA SEZIONE

Serie A
Lecce calcio, Liverani: «Essere positivi per la salvezza»

Lecce calcio, Liverani: «Essere positivi per la salvezza»

 
Calcio serie A
Lecce rialzati: non ci sono incontri dall'esito scontato

Lecce rialzati: non ci sono incontri dall'esito scontato

 
Serie A
Lecce, affondano i giallorossi in casa contro la Sampdoria

Lecce, affondano i giallorossi in casa contro la Sampdoria

 
Documento congiunto
Calcio, Lecce e Bari chiedono alla Regione riapertura stadi al pubblico

Calcio, Lecce e Bari chiedono alla Regione riapertura stadi al pubblico

 
L'INTERVISTA
Lecce, in arrivo un mercoledì da leoni. Contro la Samp primo bivio salvezza

Lecce, in arrivo un mercoledì da leoni. Contro la Samp primo bivio salvezza

 
serie a
Lecce calcio, caso Barak, centrocampista in bilico cobn l'Udinese

Lecce calcio, caso Barak, centrocampista in bilico con l'Udinese

 
Calcio serie A
Meluso tiene il Lecce a galla «Con la Samp per ripartire»

Meluso tiene il Lecce a galla: «Con la Samp per ripartire»

 
Calcio serie A
Il Lecce e le mille distrazioni fatali, così la salvezza si fa sempre più dura

Il Lecce e le mille distrazioni fatali, così la salvezza si fa sempre più dura

 
Serie A
Lecce agguerrito, regge un tempo contro la Juve poi cade e perde 4-0

Lecce agguerrito, regge un tempo contro la Juve poi cade e perde 4-0

 
SERIE A

Il Lecce con la Juve cerca il colpaccio, Liverani suona la carica

 
L'INTERVISTA
Questo Lecce non si arrende: parola del ds Meluso

Questo Lecce non si arrende: parola del ds Meluso

 

Il Biancorosso

SERIE C
Bari calcio, Schiavone: «In campo sempre per vincere»

Bari calcio, Schiavone: «In campo sempre per vincere»

 

NEWS DALLE PROVINCE

GdM.TVIl video
Bari, incivili festeggiano a Largo Giannella: all'alba i resti del degrado

Bari, incivili festeggiano a Largo Giannella: all'alba i resti del degrado

 
LecceEmergenza nel territorio
Le campagne in balìa delle bande. Maxi-furto sventato in extremis

Salento, le campagne in balìa delle bande: maxi-furto sventato in extremis

 
FoggiaIl salvataggio
Tartaruga in difficoltà perde uova in mare: visitata nel centro di Manfredonia

Tartaruga in difficoltà perde uova in mare: visitata nel centro di Manfredonia

 
MateraIl caso
Matera, minaccia di morte la moglie poi va in questura con un taglierino: arrestato

Matera, minaccia di morte la moglie poi va in questura con un taglierino: arrestato

 
Potenzasicurezza
Potenza, Tempa Rossa: «risultati analisi non concordanti»

Potenza, Tempa Rossa: «Risultati analisi non concordanti»

 
Tarantofase3
Taranto, uffici comunali: pronta ordinanza per riaprirli al pubblico

Taranto, uffici comunali: pronta ordinanza per riaprirli al pubblico

 
Brindisinel brindisino
Fasano, sparò all'interno di un bar arrestato 32enne: era ricercato anche per traffico di droga

Fasano, sparò all'interno di un bar arrestato 32enne: era ricercato anche per traffico di droga

 
Batfase 3
Asl BAT, dopo 4 mesi accesso controllato negli ospedali

Asl BAT, dopo 4 mesi accesso controllato negli ospedali

 

i più letti

SERIE A

Lecce, Meluso suona la carica: «Pronti a fare la nostra parte»

«Milan forte anche senza Ibrahimovic. Via del Mare deserto? I tifosi sono imprescindibili»

Marco Mancosu

LECCE - Vigilia di fuoco, in casa del Lecce, in vista della sfida con il Milan che, domani, alle 19,30, al Via del Mare, inaugurerà l’ottava giornata di ritorno del campionato di massima serie ed il cammino del team salentino, dopo la lunga sosta dovuta alla pandemia. Archiviata la gara con lo schieramento guidato da Stefano Pioli, tra l’altro, Marco Mancosu e compagni saranno impegnati a Torino, contro i campioni d’Italia in carca della Juventus ed avranno, pertanto, un altro compito estremamente arduo.

«In questi giorni, sono stato costantemente a contatto con la squadra (che è in ritiro ad Acaya dalla serata di venerdì e ci resterà sino al momento di trasferirsi allo stadio domani) e tutti gli allenamenti sono stati caratterizzati dalla massima concentrazione e dalla serenità che deriva dal fatto che mister Liverani ha le idee chiare su cosa fare - afferma il direttore sportivo Mauro Meluso -. Inoltre, c’è spirito di gruppo e tanta abnegazione. Tutto ciò ci rende fiduciosi. Siamo pronti a fare la nostra parte, decisi a giocare al meglio tutte le nostre carte per cercare di raggiungere l’obiettivo-permanenza».

Domani il Lecce dovrà fare i conti con alcune assenze. Qualcuno degli incerti potrebbe recuperare?

«Speravamo di presentarci alla fase-2 dell’annata agonistica al completo. Anche noi, però, come tutte le altre formazioni, siamo alle prese con i problemi dovuti al fatto che stiamo riprendendo dopo alcuni mesi di stop, aspetto che ha portato fatalmente delle conseguenze negative. Saremo privi di Deiola e Farias, con il brasiliano che dovrebbe essere pronto per la partita con la Juventus o per quella con la Sampdoria, e dello squalificato Donati, che rientrerà con i bianconeri. Le condizioni di Barak saranno valutate in extremis, in quanto ha subito una forte botta che lo condiziona».

Che impressione le ha fatto il Milan, in Coppa Italia?

«La sua prova è stata condizionata dall’espulsione di Rebic, avvenuta dopo pochi minuti. Il fatto di avere rotto il ghiaccio e di essere tornati in campo prima di noi concede ai rossoneri un piccolo vantaggio, anche se le due manifestazioni sono differenti. Quello meneghino è uno dei club più importanti d’Europa e del mondo. Indipendentemente dalla posizione che occupa in classifica, il Milan dispone di un organico di altissimo livello e noi per ottenere un risultato positivo contro simili complessi dobbiamo dare il 120 per cento. Ciò premesso, tornare a giocare dopo il lungo stop che siamo stati costretti ad osservare riserverà delle incognite anche alle altre compagini, non solo alla nostra».

Zlatan Ibrahimovic non dovrebbe essere della gara. Per il Lecce sarà un vantaggio rilevante?

«La caratura dell’attaccante svedese non si può certo discutere. Le assenze, però, pesano di più nelle squadre che lottano per la permanenza, in quanto gli schieramenti di alto livello dispongono di rose ampie ed omogenee».

Prima il Milan e poi, venerdì, la Juventus. Teme questo avvio in salita?

«Daremo il massimo per muovere la classifica in questi due scontri sulla carta proibitivi. Ma abbiamo l’obbligo di essere equilibrati e di tenere sempre presente che stiamo affrontando un mini-torneo di 12 giornate, nel quale saranno in palio 36 punti. Guai, quindi, a farci condizionare, in negativo o in positivo, dall’esito delle singole sfide, esaltandoci o deprimendoci, a seconda dei casi. Dopo essere stati fermi tanto a lungo, sono certo che affrontare l’ultima in graduatoria sarà complicato tanto quanto duellare con la prima della classe».

Come sarà entrare in un Via del Mare deserto?

«Avremo tutti una sensazione bruttissima. Sono stato calciatore e so quale carica garantisca il calore dei tifosi sin da quando si va in campo per il riscaldamento. Il pubblico è una componente imprescindibile per il calcio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie