Martedì 26 Marzo 2019 | 23:52

NEWS DALLA SEZIONE

Sempre più voglia di vino pugliese
Cantine aperte San Martino

Vini più acquistati nei supermercati della Puglia: Negroamaro, Nero di Troia e Primitivo

 
La sfida è aperta
TUTELATI - Bietola melanzane ripiene  sivone e lampascione

Puglia, crescono i prodotti «Pat»

 
Innovazione della filiera agroalimentare
Da sinistra: Antonello Magistà (SALA), Salvatore Turturo (CHEF) e Marianna Cardone (VINO)

La «primavera» arriva in cucina

 
Prima iniziativa il 14 aprile
Da sinistra: Donato Taurino presidente di Buonaterra, Maria Teresa Varvaglione presidente Mtv Puglia, Giuseppe Schino presidente La Puglia è servita

2019, anno ad alti livelli per enogastronomia e ristorazione di qualità

 
La qualità trionfa
VERONA - La premiazione  dell’allevatrice  Mariangela Netti di Turi

Quando il latte non è tutto uguale

 

Il Biancorosso

LA PARTITA
Il meglio di Palmese-Baritutte le emozioni biancorosse

Il meglio di Palmese-Bari
tutte le emozioni biancorosse

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaL'annuncio
Basilicata, lo sconfitto Trerotola resterà in consiglio regionale

Basilicata, lo sconfitto Trerotola resterà in consiglio regionale

 
LecceLa sentenza
Lecce, processo a gruppo Scu: 12 condanne e un patteggiamento

Lecce, processo a gruppo Scu: 12 condanne e un patteggiamento

 
BrindisiL'episodio
Francavilla F.na, tenta di uccidere il cognato, arrestato

Francavilla F.na, tenta di uccidere il cognato, arrestato

 
TarantoUn 36enne
Consegnava eroina nascosta nei panini: arrestato a Taranto

Consegnava eroina nascosta nei panini: arrestato a Taranto

 
GdM.TVNel foggiano
«Servizio completo»: così i 7 arrestati di S.Severo fornivano droga e sesso

«Servizio completo»: così i 7 arrestati di S.Severo fornivano droga e sesso

 
HomeL'operazione dei cc
Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

 
GdM.TVLo spettacolo sportivo
Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

Matera 2019, Fiona May in scena con «Maratona di New York»

 

Buongusto

Le signore del vino con il nuovo innesto
Come rifiorisce il castello di Serranova

TRADIZIONE - Vittoria e Maria Teresa Vallone, al centro l'enologa

TRADIZIONE - Vittoria e Maria Teresa Vallone, al centro l'enologa

BUONGUSTO - Le signore del vino. Nel castello di Serranova, che porta con leggerezza secoli e grande bellezza del Salento brindisino, Vittoria e Maria Teresa Vallone sono l’icona del vino fatto con stile. Alla loro riservatezza, ed eleganza, da qualche anno si è aggiunta la capacità tecnica dell’enologa Graziana Grassini, toscana Doc ed innamorata del Salento. Il celebre Graticciaia, che ha fatto viaggiare agricole Vallone nel mondo insieme alla Puglia, è un concentrato di salentinità alimentato dalla brezza del mare Adriatico. Grassini, che lega il suo nome anche al grandioso Sassicaia, esprime nel calice la potenza tecnica di una passione che si chiama Negroamaro.

Il nuovo innesto, il nipote Francesco Vallone, 40 anni, alla guida dell’azienda è l’arcobaleno di sentimenti e di sogni che ora si proiettano senza indugi verso il futuro.

L’azzurro degli occhi di Francesco, sembra essere il filo conduttore di un antico splenore che ora ha una forza rinnovata. Le origini normanne, ci portano a mille anni fa. La managerialità di Francesco, sono il nuovo che è entrato in una azienda simbolo del Made in Puglia nel mondo.

«Il vino? E’ una grandissima emozione quasi sentimentale» dice Maria Teresa. E la sfida di portare avanti l’ambizioso progetto del fratello Franco, papà di Francesco, andato via troppo prematuramente nel racconto delle due sorelle è un percorso lungo quasi quattro decenni, fatto di incertezze. Andare avanti oppure no? Poi la decisione di non spegnere quella fiammella di innovazione, nel cuore dell’oasi protetta di Torre Guaceto.

Il Graticciaia, realizzato con il parziale appassimento di grappoli recisi messi al sole e vento nelle celebri terrazze del castello di Serranova era, e resterà, solamente il «gioiello» di famiglia: esprime il 5% della produzione aziendale. In anteprima, a Serranova, abbiamo degustato il rosso ottavianello di Ostuni e la soavità in rosato Tenuta Serranova da Sussumaniello. Una ventata di fresca gioventù, sempre con equilibrio e stile, e tanta macchia mediterranea.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400