Lunedì 06 Luglio 2020 | 15:23

Il Biancorosso

Calcio
Bari, che bel mix a centrocampo con il trio di senatori e rampanti

Bari, che bel mix a centrocampo con il trio di senatori e rampanti

 

NEWS DALLE PROVINCE

Brindisinel brindisino
Ostuni, carabiniere fuori servizio salva ragazzina picchiata dal fidanzato: 19enne arrestato

Ostuni, carabiniere fuori servizio salva ragazzina picchiata dal fidanzato: 19enne arrestato

 
Baridalla guardia costiera
Bari, pesce lavorato illegalmente: sequestrato stabilimento e un quintale e mezzo di prodotto

Bari, pesce lavorato illegalmente: sequestrato stabilimento e un quintale e mezzo di prodotto

 
Tarantonel Tarantino
Martina Franca, picchia infermiere del pronto soccorso: arrestato 50enne

Martina Franca, picchia infermiere del pronto soccorso: arrestato 50enne

 
Foggianel foggiano
Manfredonia, vendono pesce in cattivo stato di conservazione: due denunce

Manfredonia, vendono pesce in cattivo stato di conservazione: due denunce

 
PotenzaL'intervista
Basilicata, strutture ricettive lucane a giugno occupate al 50%

Basilicata, strutture ricettive lucane a giugno occupate al 50%

 
LecceIl caso
ri

Nardò, ritrovata a Ostia la mamma sparita il 30 giugno: allontanamento volontario

 
MateraIl fenomeno
Marina di Pisticci, chiazze sullo Jonio, già scomparse. Al via gli accertamenti

Marina di Pisticci, chiazze sullo Jonio, già scomparse: al via gli accertamenti

 

i più letti

60 anni di attività

Bari, targa d’oro a «La Taberna»

Un omaggio alla tradizione eccellente e ai volumi del gastronomo Luigi Sada

LA FESTA - Il sindaco  premia il  ristoratore Filippo Carella

LA FESTA - Il sindaco premia il ristoratore Filippo Carella

La tradizione va onorata. E, così, il sindaco Antonio Decaro e la consigliera Anita Maurodinoia hanno consegnato una targa ricordo a Filippo Carella, fondatore dello storico ristorante “La Taberna” di Bari nel quartiere Carbonara, in occasione dei suoi 60 anni di attività.

Il noto locale fu aperto nel 1959 all’interno di un suggestivo spazio architettonico dalle mura in pietra ricavato da un’antica cantina. Il 26 dicembre prossimo compirà 60 anni di attività. Anche quest’anno il suo titolare, animato da vero spirito natalizio, ieri nel giorno di Santo Stefano ha offerto il pranzo alle persone meno fortunate della chiesa di San Nicola a Carbonara. Perché la tradizione di una città è un insieme di molti elementi, tra i quali chiaramente spiccano la generosità d’animo nel fare, la passione nel produrre, la dedizione in ciò che si intende perseguire. Ed ovviamente, il buon cibo.

Ci sono luoghi a Bari in cui la ristorazione si sposa proprio con tutti questi elementi. Si tratta di luoghi in cui l’arte del cucinare non è semplice mansione professionale, ma amore e patrimonio familiare. La Taberna è uno di questi e si riconferma ancora una volta il ristorante barese che da quasi sessant’anni accoglie la clientela con una premura che rimane inalterata nel tempo. La sua è una cucina verace, ma preparata con garbo. Cicorie e fave, braciola al sugo, frittate, verdure cucinate in mille modi, fritture e pastelle doratissime, primi piatti della tradizione barese in cui la pasta si sposa con ingredienti selezionati, secondi di carne e di pesce di prima scelta. E poi i dolci, il vero paradiso per i più golosi.

Il segreto del successo costante di un posto così è da cercare proprio nella profonda passione quotidiana di Filippo Carella, titolare del locale.

La Taberna, tra i vari riconoscimenti ottenuti, è entrata a far parte della “Guida d'oro” di Luigi Veronelli. All’interno del ristorante è stato anche ricavato uno spazio dedicato alla lettura con la “Bibliotechina della Taberna” dove si possono consultare liberamente le opere di Luigi Sada, cognato di Filippo Carella, uno dei maggiori studiosi di gastronomia regionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie