Martedì 26 Gennaio 2021 | 20:49

NEWS DALLA SEZIONE

L'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
viabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
L'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggiatragedia
Orta Nova, donna morta in casa: si pensa ad un omicidio

Orta Nova, donna di 48 anni accoltellata in casa alla gola: sospetti su un 46enne.
A dare l'allarme alcuni vicini

 
Potenzaemergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
Bariemergenza Covid
Bari, Sos lanciato dalle guide turistiche: «Siamo senza lavoro da due anni»

Bari, Sos lanciato dalle guide turistiche: «Siamo senza lavoro da due anni»

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto e 4 feriti. Uno è in gravi condizioni

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

i più letti

sanità a barletta

Narracci: «Massima
attenzione ai disabili»

Intanto è stato consegnato il «telo speciale» atteso da tre mesi

Narracci: «Massima attenzione ai disabili»

di Paolo Pinnelli

BARLETTA - Non si è fatta attendere la risposta del direttore generale della Asl Bat, Ottavio Narracci, alle accuse del coordinatore Camera del Lavoro Cgil, Francesco Corcella, sui disagi dei pazienti - e delle loro famiglie - che necessitano di ausili sanitari e all’invito ai vertici della Asl «ad una maggiore attenzione nella distribuzione e, prima ancora, in quella dell’approvvigionamento e delle procedure amministrative sulle gare d’appalto».

Alle accuse di “indolenza amministrativa, lentocrazia e inaffidabilità” Narracci risponde piccato: «Garantire assistenza sanitaria e rispettare i principi di legalità e trasparenza: sono questi gli obiettivi imprescindibili del nostro operato e ai quali miriamo con quotidiano impegno di tutte le aree aziendali, sanitarie e amministrative, pur nelle numerose difficoltà da affrontare. Ai tutti i nostri pazienti, e in maniera particolare a chi si trova in situazioni di estrema difficoltà, vengono sempre e comunque garantite assistenza e approvvigionamento di farmaci e ausili. Ma le difficoltà sanitarie dei nostri cittadini non ci esimono dal pedissequo rispetto della legge e della normativa in tema di gare e acquisto».

«Il nostro operato è e deve essere improntato sul rispetto di tutti i principi di legalità e trasparenza definiti dal Codice degli Appalti e dai regolamenti attuativi che sono a garanzia, per tutti, innanzitutto degli assistiti, del principio di legalità e della parità di trattamento dei concorrenti, della pubblicità delle procedure, del rispetto della concorrenza e del rispetto della normativa comunitaria».

«Quella che viene definita lentocrazia è rispetto della legge, è correttezza nelle procedure che mai, nonostante le numerose difficoltà, si tramuta in assenza di assistenza. Le attività svolte dagli apparati amministrativi di questa azienda sanitaria garantiscono sul territorio quel che viene richiesto nel rispetto della normativa vigente».

Poi conclude: «Comprendo e conosco le situazioni di estrema difficoltà come quella descritta nell’articolo: la nostra realtà lavorativa ci mette di fronte a situazioni simili ogni giorno e faccio questo mestiere, a servizio soprattutto dei più sfortunati, da un numero di anni che mi consente di essere pienamente consapevole delle difficoltà che devono affrontare. Ma è proprio per il rispetto che nutriamo nei loro confronti, oltre che per il dovere di osservanza della legge, che il nostro operato non può che essere improntato ai principi di legalità e trasparenza».

Il riferimento è a G., la 27enne affetta da “Stato di coma e tetraplegia” la cui famiglia, tra l’altro, attendeva da oltre tre mesi un “telo-doccia per disabili” per consentire l’igiene completa della giovane. Il direttore generale non ce lo comunica, ma la famiglia ha fatto sapere che nei giorni scorsi quel «telo» è stato finalmente consegnato. Non aggiungiamo altro.

[paolo.pinnelli@gazzettamezzogiorno.it]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie