Venerdì 18 Giugno 2021 | 16:48

NEWS DALLA SEZIONE

Giustizia svenduta
Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione.

Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione

 
La curiosità
Barletta, la chiesa di Sant'Andrea come non la avete mai vista

Barletta, la chiesa di Sant'Andrea come non la avete mai vista

 
Il caso
Barletta, sulla ex 16 la vegetazione si «mangia» le carreggiate

Barletta, sulla ex 16 la vegetazione si «mangia» le carreggiate

 
Il caso
Bisceglie, piscina, il mistero della struttura comunale fantasma

Bisceglie, piscina, il mistero della struttura comunale fantasma

 
L’incidente
Barletta, crolla palazzina dopo esplosione: 3 feriti trasportati d’urgenza in ospedale

Barletta, crolla palazzina dopo esplosione: 3 feriti gravi ma non rischiano la vita

 
La novità
Aneddoti e segreti della vita di Lino Banfi nel libro di Baldi

Aneddoti e segreti della vita di Lino Banfi nel libro di Baldi

 
Ambiente
Bat, continua la moria di tartarughe

Bat, continua la moria di tartarughe

 
Nella Bat
Bisceglie, spacciano droga in casa: arrestati due giovani, sequestrato mezzo kg di cocaina

Bisceglie, spacciano droga in casa: arrestati due giovani, sequestrato mezzo kg di cocaina

 
l'evento
Barletta, nel teatro Curci, la terza edizione della conferenza-spettacolo TEDx

Barletta, al Castello la terza edizione della conferenza-spettacolo TEDx

 

Il Biancorosso

verso il futuro
Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl Bollettino
Potenza, 14 positivi su 660 tamponi esaminati

Potenza, 14 positivi su 660 tamponi esaminati

 
LecceLa tragedia
Surbo, intrappolato tra le fiamme: muore 64enne

Surbo, intrappolato tra le fiamme: muore 64enne

 
BatGiustizia svenduta
Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione.

Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione

 
BatLa curiosità
Barletta, la chiesa di Sant'Andrea come non la avete mai vista

Barletta, la chiesa di Sant'Andrea come non la avete mai vista

 
MateraIl caso
Matera, donna di 90 anni truffata dal finto nipote del cuore

Matera, donna di 90 anni truffata dal finto nipote del cuore

 
FoggiaLa storia
Foggia, poliziotto accompagna all'altare una nigeriana che salvò 23 anni fa

Foggia, poliziotto accompagna all'altare una nigeriana che salvò 23 anni fa

 
Brindisinel brindisino
Oria, furgone in retromarcia senza freni: tragedia sfiorata

Oria, furgone in retromarcia senza freni: tragedia sfiorata

 
TarantoMonitoraggio
Taranto, in carcere 34 positivi ma uno solo è ricoverato

Taranto, in carcere 34 positivi ma uno solo è ricoverato

 

i più letti

La curiosità

Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa: pesa 300 kg

Era riversa al lato della strada verso Minervino Murge

Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

Canosa - Quando si dice le persone giuste al momento giusto. A beneficiare di una serie di coincidenze positive la maialina Mariarosa.

La piccola, ma non troppo, era stata segnalata riversa al lato della strada tra Canosa e Minervino circostanza che ha fatto scattare l'allarme tra i volontari. A salvare la maialina di 300 kg sono arrivati i volontari dell’Enpa di Canosa di Puglia che l'hanno soccorsa e si sono mobilitati per aiutarla. La scrofa, infatti, probabilmente caduta da un camion che la portava al macello si è ferita sul guardrail.

«Quando siamo arrivati – raccontano i volontari dell’Enpa di Canosa di Puglia – ci siamo subito resi conto della difficoltà del recupero. Mariarosa, così abbiamo ribattezzato la maialina, era disidratata e aveva importanti ferite sulla zampa bisognava trovare un mezzo per portarla in fattoria. E’ stato un lavoro di squadra. Abbiamo chiamato i vigili del fuoco, che hanno letteralmente smontato il guardrail. Ci hanno aiutato altro volontari che saputa la notizia sono accorsi. È arrivato il carro attrezzi (dopo qualche peripezia) e finalmente dopo sette interminabili ore è stato scritto il lieto fine. Ora Mariarosa, che ha lottato per la sua libertà, sebbene abbia ancora bisogno di cure, può vivere serena accolta con amore dalla Fattoria di Nonno Peppino. Lì, infatti, faranno di tutto per farle dimenticare l'orrore che ha vissuto. Buona vita Mariarosa».

Pubblicato da ENPA Canosa di puglia su Giovedì 13 maggio 2021

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie