Sabato 26 Settembre 2020 | 01:54

NEWS DALLA SEZIONE

ambiente
Andria capannone incendiato, Arpa Puglia: «In corso indagini per definire inquinamento provocato»

Andria capannone incendiato, Arpa Puglia: «In corso indagini per definire inquinamento provocato»

 
la novità
Andria, inaugurato impianto biogas tra i primi in Europa

Andria, inaugurato impianto biogas tra i primi in Europa

 
verso il ballottaggio
Di Maio ad Andria: «Grazie alla Puglia. Referendum, qi il 75% ha votato Sì»

Di Maio ad Andria: «Grazie alla Puglia. Referendum, qi il 75% ha votato Sì»

 
Al Cafiero
Barletta, studente positivo: chiuso per due giorni liceo scientifico

Barletta, studente positivo al Covid: chiuso per due giorni liceo scientifico

 
post voto
Trani, con il Bottaro bis ecco il nuovo consiglio comunale

Trani, con il Bottaro bis ecco il nuovo consiglio comunale

 
Il contagio
Barletta docenti positivi al Covid: restano chiuse due elementari e una media

Barletta docenti positivi al Covid: restano chiuse due elementari e una media

 
Ambiente
Barletta, giovani volontari con impegno ripuliscono tutta la città

Barletta, giovani volontari con impegno ripuliscono tutta la città

 
Lavori pubblici
Bisceglie, manutenzione del Ponte Lama: arrivano 5 milioni

Bisceglie, manutenzione del Ponte Lama: arrivano 5 milioni

 
il rogo
Andria, deposito di merce divorato dalle fiamme: un fulmine forse all'origine

Andria, deposito di merce divorato dalle fiamme: un fulmine forse all'origine VD

 
Il rogo
Vasto incendio ad Andria: il sindaco invita i cittadini a chiudere le finestre

Vasto incendio ad Andria: il sindaco invita i cittadini a chiudere le finestre

 
L'addio di un amico
Barletta, addio a Pasquale meccanico alla Ferrari morto per infarto

Barletta, addio a Pasquale meccanico alla Ferrari morto per infarto

 

Il Biancorosso

serie c
Bari calcio, ds Romairone: «Dalla Coppa Italia buone indicazioni per prossimi acquisti»

Bari calcio, ds Romairone: «Dalla Coppa Italia buone indicazioni per prossimi acquisti»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoAl Frascolla
Taranto, docente positivo al Covid: sindaco chiude scuola sino al 7 ottobre

Taranto, docente positivo al Covid: sindaco chiude scuola sino al 7 ottobre

 
LecceLe indagini
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer aveva una mappa per evitare le telecamere

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer aveva una mappa per evitare le telecamere

 
PotenzaL'iniziativa
Covid, da Shell 70mila mascherine per 14 comuni Val d'Agri e Sauro

Covid, da Shell 70mila mascherine per 14 comuni Val d'Agri e Sauro

 
Bariil raggiro continuato
Bari, ex barbiere truffa anziana: si fa consegnare 450mila euro in sei anni

Bari, ex barbiere truffa anziana: si fa consegnare 450mila euro in sei anni

 
Batambiente
Andria capannone incendiato, Arpa Puglia: «In corso indagini per definire inquinamento provocato»

Andria capannone incendiato, Arpa Puglia: «In corso indagini per definire inquinamento provocato»

 
Foggia«In vino veritas»
Torremaggiore, imprenditori agricoli vessati da richieste estorsive: due in manette

Torremaggiore, imprenditori agricoli vessati da richieste estorsive: due in manette

 
BrindisiControlli dei CC
Mesagne, a spasso con fucile, machete e munizioni: arrestato 29enne ghanese

Mesagne, a spasso con fucile, machete e munizioni: arrestato 29enne ghanese

 

i più letti

MALASANITÀ

Barletta, «Il ricovero-odissea di mia sorella tra attese e mancanza di acqua e cibo»

La replica del Direttore Delle Donne: «Abbiamo curato la signora con grande attenzione»

Barletta, «Il ricovero-odissea di mia sorella tra attese e mancanza di acqua e cibo»

BARLETTA - «Non avrei mai pensato che potesse accadere una cosa del genere nella sanità pubblica. Continuo a non comprendere come mai possano accadere certe cose. Con la salute dei malati non si scherza. Ho visto la sofferenza sul volto di mia sorella e di tanti pazienti all’interno dell’ospedale Monsignor Raffaele Dimiccoli». Esordisce così alla Gazzetta Giovanni Giannella, barlettano di nascita da anni a Trieste, nel raccontare «l’odissea che abbiamo subito sin dall’arrivo dei soccorsi per mia sorella». «Mi preme sottolineare che l’altro giorno, intorno alle 10.30, a casa nostra sono arrivate, praticamente in contemporanea, due ambulanze. Una da Barletta e una da Trani e già questo mi sembra alquanto strano», ha esordito.

E poi: «Purtroppo, però, all’arrivo in ospedale è iniziata l’odissea alla luce del fatto che per accedere nei reparti è necessario che ci sia l’esito del tampone nell’ambito delle norme anti Covid. Abbiamo aspettato il responso dell’esame, con tutti gli altri malati, fino alle 23 a causa del fatto che il laboratorio sarebbe andato in tilt e non arrivavano i risultati. Durante questa lunghissima attesa a nessuno è stato dato cibo e acqua. Sinceramene ad un certo punto ho anche pensato di fa arrivare delle pizze ma sono stato trattenuto dal farlo non essendo possibile. La prima volta che mia sorella, ricoverata nel reparto di neurologia, ha mangiato è stata durante la colazione della mattina».

La conclusione di Giannella: «Tutto questo non è affatto giusto e sarebbe bene che non accada mai più perché i malati sono sacri».

LA REPLICA DEL DIRETTORE DELLE DONNE: «I malati sono sacri e noi lo sappiamo molto bene, tanto che facciamo tutto quello che é necessario per il loro benessere e per la loro sicurezza», così Alessandro Delle Donne, direttore generale della Asl. Il riferimento è all'articolo «Il ricovero-odissea di mia sorella tra attese e mancanza di acqua e cibo» pubblicato il 10 agosto dalla Gazzetta del Mezzogiorno, edizione nord barese. Nell'articolo un cittadino lamenta, per nome e per conto di sua sorella, la lunga attesa in Pronto Soccorso e l'assenza di acqua e cibo.

«La paziente é arrivata in pronto soccorso alle 11.19 ed é stata presa in carico alle 11.42. È stato eseguito un primo consulto neurologico e poi la paziente é stata tenuta a digiuno perché é stata eseguita una Angio tc con mezzo di contrasto per verificare un sospetto neurologico - precisa Delle Donne - alle 17 è stato eseguito ulteriore consulto neurologico, dopo il quale é stato disposto il ricovero in neurologia».

«Come prevedono le linee guida e come avviene ormai da marzo in tutti i presidi viene eseguito un tampone pre ricovero a beneficio della sicurezza innanzitutto dei pazienti e poi degli operatori - continua - al laboratorio analisi dell'ospedale di Barletta lavorano con due apparecchiature senza sosta da mesi ed è possibile che si possano creare momenti di sovraccarico dovuti al numero dei tamponi da eseguire e al tempo necessario per le apparecchiature di completare il lavoro. Ma si comprenderà che questa modalità organizzativa ha consentito di mantenere "integra" e sicura la struttura ospedaliera. Noi non abbiamo mai abbassato la guardia e non lo faremo certamente ora. Continuiamo a lavorare e a fare prevenzione su tutto il territorio, facendo tamponi ai pazienti che devono essere ricoverati, ai pazienti che devono affrontare interventi chirurgici, ai cittadini che si autodenunciano e che provengono da zone a rischio».

«La mancata distribuzione di cibo e acqua nelle strutture di Pronto Soccorso - continua Delle Donne - dipende dalla circostanza che non si tratta di struttura di degenza, ma certamente può essere ovviata dall'utilizzo delle macchine distributrici di acqua e cibo posizionate nei presidi. La paziente in questione, per la quale si lamenta il fratello, ha ricevuto tutte le cure necessarie, sono stati chiesti ed eseguiti i consulti ritenuti utili alla corretta diagnosi e sono stati eseguiti esami diagnostici fondamentali per individuare la fonte del malessere. L'attesa in Pronto Soccorso é dipensa dalla necessità di eseguire il tampone pre ricovero che difendo con convinzione e che continuerà ad essere eseguito per mantenere le nostre strutture sicure per pazienti e operatori. Perché per noi i pazienti sono sacri sul serio».
«'Invito tutti ad astenersi da giudizi superficiali e affettati - conclude il Direttore Generale - soprattutto quando si tratta di sanità, quando dietro c'è la tutela della salute, il lavoro di uomini e donne, la necessità di rispettare procedure di sicurezza per tutti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie