Mercoledì 01 Aprile 2020 | 20:45

NEWS DALLA SEZIONE

università
Come cambia lo stile di vita al tempo del Covid-19? La risposta in una tesi di Laurea di un barlettano

Come cambia lo stile di vita al tempo del Covid-19? La risposta in una tesi di Laurea di un barlettano

 
la storia
Da Barletta in quarantena nella cabina di una crociera a Marsiglia: parla la cantante Martina Cafagna

Da Barletta in quarantena nella cabina di una crociera a Marsiglia: parla la cantante Martina Cafagna

 
la storia
Coronavirus, la testimonianza di una barlettana in Lussemburgo

Coronavirus, la testimonianza di una barlettana in Lussemburgo

 
emergenza coronavirus
Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

 
La denuncia
Poliziotti penitenziari picchiati in carcere a Foggia e Trani: «Siamo abbandonati»

Poliziotti penitenziari picchiati in carcere a Foggia e Trani: «Siamo abbandonati»

 
nuoto
«Stop Olimpiadi, ma penso positivo», parla la biscegliese Elena Di Liddo

«Stop Olimpiadi, ma penso positivo», parla la biscegliese Elena Di Liddo

 
l'emergenza
Coronavirus, altri 2 decessi nella Bat, uno è di Trani l'altro di Andria

Coronavirus, altri 2 decessi nella Bat, uno è di Trani l'altro di Andria

 
emergenza coronavirus
Bat, attivati i droni per il controllo dall'alto anti-assembramenti

Bat, attivati i droni per il controllo dall'alto anti-assembramenti

 
il gesto
#Uscirnesipuo, il primo guarito nella Bat lancia campagna di solidarietà

#Uscirnesipuo, il primo guarito nella Bat lancia campagna di solidarietà

 
sanità
Emergenza coronavirus, Asl Bt avvia procedura per reclutamento medici

Emergenza coronavirus, Asl Bt avvia procedura per reclutamento medici

 

Il Biancorosso

l'annuncio
Comune Bari stanzia 3,6mln per manutenzione stadio San Nicola

Comune Bari stanzia 3,6mln per manutenzione stadio San Nicola

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariemergenza coronavirus
Bari, alla Mater Dei mascherine «Andrà tutto bene» alle partorienti

Bari, alla Mater Dei mascherine «Andrà tutto bene» alle partorienti

 
Materasolidarietà
Matera, 5mila mascherine donate all'ospedale Madonna delle Grazie

Matera, 5mila mascherine donate all'ospedale Madonna delle Grazie

 
Tarantola segnalazione
Mittal Taranto, «gravi carenze igieniche in Acciaieria»

Mittal Taranto, «gravi carenze igieniche in Acciaieria»

 
Foggiaraid
Foggia: bomba contro centro anziani, danni. Secondo attentato in tre mesi

Foggia: bomba contro Rsa. Secondo attentato in tre mesi
La gente dai balconi: «Basta mafia»

 
Batuniversità
Come cambia lo stile di vita al tempo del Covid-19? La risposta in una tesi di Laurea di un barlettano

Come cambia lo stile di vita al tempo del Covid-19? La risposta in una tesi di Laurea di un barlettano

 
Brindisia mesagne
Sacra Corona Unita: pentito si suicida in località protetta del Brindisino

Sacra Corona Unita: pentito si suicida in località protetta del Brindisino

 
Leccel'operazione
Lecce, cc arrestano in flagrante giovane con marijuana e 395 euro in contanti

Lecce, cc arrestano in flagrante giovane con marijuana e 395 euro in contanti

 

i più letti

la festa

Trani, cittadinanza per la vedova di Astor Piazzolla

Ieri in Cattedrale un bel momento dedicato alla vedova del mito della musica

Trani, cittadinanza per la vedova di Astor Piazzolla

Ottantasei e non dimostrarli, sia per l’aspetto fisico sia per l’enorme energia che ancora trasmette in tutto quello che fa. Laura Escalada, vedova del grande maestro argentino di origini tranesi, Astor Piazzolla, ieri sera in cattedrale ha ricevuto dalle mani del sindaco, Amedeo Bottaro, la cittadinanza onoraria «per avere tramandato e rinnovato, con amorevole perseveranza, l’eredità di uno dei più importanti compositori argentini, il più grande interprete del tango, senza mai tradire il legame profondo che lega Astor Piazzolla, la sua musica e la città di Trani (in cui nacque suo nonno, ndr)».
La serata è stata trionfale in tutti i sensi sia per l’omaggio alla consorte del grande musicista, sia per il concerto del «Quinteto Piazzolla», da lei coordinato in qualità di presidente dell’omonima fondazione, sia soprattutto per quel clima magico che si respirava in basilica, tra un passato glorioso ed un futuro, neanche troppo lontano, con riferimento all’esito della candidatura di Trani a capitale italiana della cultura 2021.

La notte magica di Astor Piazzolla era iniziata, in realtà, ieri mattina con la visita di Laura Escalada al luogo della villa comunale intitolato proprio a suo marito Astor.
L’amministrazione comunale lo ha ridenominato «piazzale della musica Astor Piazzolla», ed è stata proprio Laura Escalada la madrina dello scoprimento del toponimo: «Sono emozionata da tempo per questo mio ritorno a Trani - ha detto l’illustre ospite Argentina -. Ringrazio la città per la splendida sensibilità e spero di ricambiarla nel miglior modo possibile con altri progetti, oltre lo spettacolo di questa sera (ieri, ndr). Ci tengo tantissimo che Trani sia veramente la città di Astor Piazzolla, di nome e di fatto»

Il Maestro formò il suo primo quintetto nel 1960, portando così il tango alle sue estreme conseguenze. Cinque strumenti solisti che cantavano il corpo elettrico della città, il nuovo fervore di Buenos Aires, con una potenza di fuoco inusitata, una ricchezza melodica, ritmica, armonica senza precedenti e un sound finalmente all’altezza dei tempi.
Quando il tango ormai non sapeva più che farsene delle maestose macchine orchestrali degli anni d’oro, il quintetto venne a indicare le nuove strade da percorrere.
Sebbene oggi Piazzolla sia uno dei compositori contemporanei più eseguiti al mondo e il suo catalogo comprenda oltre mille composizioni per gli ensemble più diversi, il quintetto fu sempre la sua formazione prediletta, la più innovativa, un laboratorio di sperimentazione permanente.

Per precise motivazioni, quindi, la Fondazione Astor Piazzolla è nata per proteggere e diffondere il suo enorme lascito, creando il «Quinteto Astor Piazzolla” sotto la direzione della moglie, Laura Escalada Piazzolla.
Il concerto, organizzato dall’associazione In movimento (già curatrice da anni del Festival del tango), ha visto protagonisti i seguenti artisti argentini, tutti con una solida preparazione di tango alle spalle come sarebbe piaciuto ad Astor: Pablo Mainetti, bandoneón; Armando de la Vega, chitarra; Serdar Geldymuradov, violino; Daniel Falasca, contrabbasso; Nicolás Guerschberg, pianoforte. A dirigerli, il maestro Julian Vat.
Il loro concerto è arrivato a distanza di trentadue anni dalla gloriosa esibizione dello stesso Astor Piazzolla, proprio nella basilica cattedrale di Trani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie