Mercoledì 13 Novembre 2019 | 12:42

NEWS DALLA SEZIONE

Palazzo Della Marra
Maltempo a Barletta, si stacca pezzo di cornicione a Pinacoteca

Maltempo a Barletta, si stacca pezzo di cornicione a Pinacoteca

 
la tragedia nel 2016
Scontro treni Puglia, chiesta condanna ex dirigente Ministero Infrastrutture

Scontro treni Puglia, chiesta condanna ex dirigente Ministero Infrastrutture

 
il processo a Lecce
Giustizia svenduta a Trani, cento testimoni per Nardi, anche Conte e Lotti

Giustizia svenduta a Trani, cento testimoni per Nardi, anche Conte e Lotti

 
la denuncia
Barletta, tenta approcci sessuali con ragazzini, inchiesta delle Iene in tv

Barletta, tenta approcci sessuali con ragazzini, inchiesta delle Iene in tv

 
La denuncia
Andria, è allarme furti in ospedale

Andria, è allarme furti in ospedale

 
teatro
Compagnia Dialettale Biscegliese: la storia diventa argomento di una tesi di laurea

Compagnia Dialettale Biscegliese: la storia diventa argomento di una tesi di laurea

 
il progetto
Margherita di Savoia: un museo nel «Magazzino Nervi», convenzione col Politecnico

Margherita di Savoia: un museo nel «Magazzino Nervi», convenzione col Politecnico

 
L'inchiesta
Andria, crollo palazzina via Pisani: gli indagati salgono a 8

Andria, crollo palazzina via Pisani: gli indagati salgono a 8

 
il caso
Andria, picchia fidanzata ma lei non lo denuncia: arrestato grazie a video sul web

Andria, picchia fidanzata ma lei non lo denuncia: arrestato grazie a video sul web

 
nel Nordbarese
Trinitapoli, GdF trovò enorme piantagione di marijuana: identificati e arrestati 2 responsabili

Trinitapoli, GdF trovò enorme piantagione di marijuana: identificati e arrestati 2 responsabili

 
nel Nordbarese
A Minervino Murge giunta troppo «rosa»: proteste

A Minervino Murge giunta troppo «rosa»: proteste

 

Il Biancorosso

serie c
Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIn località Posta Aucello
Cerignola, 69enne uccide una donna e si ammazza: grave una vicina di casa

Cerignola, 69enne uccide una donna e si ammazza: grave una vicina di casa

 
TarantoRione Borgo
Taranto, picchiava e maltrattava la madre: in cella 21enne

Taranto, picchiava e maltrattava la madre: in cella 21enne

 
PotenzaSoccorso in Basilicata
Potenza, acquistate 57 ambulanze per 118, consegnate 25: le prime 14 assegnate dopo il collaudo

Potenza, acquistate 57 ambulanze per 118, consegnate 25: le prime 14 assegnate solo dopo il collaudo

 
LecceIl processo
Sogliano Cavour, il pentito accusa ex sindaco: mi diede 30mila € per le elezioni

Sogliano Cavour, il pentito accusa ex sindaco: mi diede 30mila € per le elezioni

 
BrindisiL'arresto
Oria, affidato ai servizi sociali se ne infischia: finisce in cella

Oria, affidato ai servizi sociali se ne infischia: finisce in cella

 
BariOperazioni dei Cc
Droga, due arresti a Sammichele e Gioia: anche una donna di 65 anni

Droga, due arresti a Sammichele e Gioia: anche una donna di 65 anni

 
BatPalazzo Della Marra
Maltempo a Barletta, si stacca pezzo di cornicione a Pinacoteca

Maltempo a Barletta, si stacca pezzo di cornicione a Pinacoteca

 

i più letti

La viabilità in centro

Barletta, nessun beneficio con la chiusura di piazza Caduti

Da settimana la chiusura starebbe causando molti disagi ai cittadini

Barletta, nessun beneficio con la chiusura di piazza Caduti

Barletta - La «pedonalizzazione» di una parte di piazza Caduti è l’oggetto di una lettera aperta inviata al sindaco Cosimo Cannito da parte dell’Associazione «Le Strade dello Shopping» di Barletta che raggruppa circa 200 commercianti del centro cittadino. Come è noto, da alcune settimane, la piazza è stata pedonalizzata nel tratto che attraversa il lato dell’ex Palazzo delle Poste, dove il 12 settembre 1943 avvenne l’eccidio dei vigili urbani.

La premessa - Nella lettera al sindaco, i firmatari ricordano che: «Lo spirito che da sempre ci contraddistingue passa dalla volontà di offrire un fattivo contributo in collaborazione con gli altri soggetti attivi nel sociale oltre che con l’Amministrazione Pubblica. Abbiamo l’ambizione di lavorare per rendere Barletta una città sempre più moderna e sostenibile. Intendiamo la nostra realtà associativa come un’occasione per supportare l’Amministrazione comunale in carica: anche perché il nostro coinvolgimento in quanto operatori commerciali è inevitabile visto che qualsiasi decisione ci riguarda sia nelle vesti di operatori economici che di cittadini attivi. Scriviamo la presente nota per intervenire su un tema che ci sta molto a cuore e di cui si parla con sempre più frequenza. È da mesi infatti che si parla delle questioni relative alla viabilità, al traffico congestionato specialmente nelle vie centrali ma anche alla esigenza di molti cittadini di riappropriarsi di spazi che spesso e quasi sempre vengono ingiustamente occupati dalle auto. Si parla di salubrità dell’aria e del tema ambientale che è diventato per Barletta una priorità. Tutto ciò ci porta a dire che urgono delle scelte: siamo convinti che bisogna invertire la rotta anche con dei cambiamenti sostanziali in ordine alla viabilità».

Piazza Caduti - Secondo l’associazione Le Strade dello Shopping: «Non si può più far finta di non vedere ma riteniamo, e questo lo ribadiamo con la necessaria forza, che non si può pensare di risolvere il problema con interventi isolati e al di fuori di qualsiasi programmazione. Ci sentiamo di dire che si è partiti con scelte improvvisate e dannose, che nulla portano ad una buona riorganizzazione ed un miglioramento della situazione del traffico cittadino e delle condizioni ambientali. Ci riferiamo alla chiusura di una parte di piazza Caduti che seppur presentata come sperimentale, da settimane sta causando gravissimi danni a tutti, senza apportare alcun tipo di beneficio. Segnaliamo che la chiusura di piazza Caduti non è presente in alcun atto programmatico amministrativo. Nei fatti è una decisione unilaterale, non concertata e improvvisata rispetto a qualsiasi elemento. Un esempio? È una fuga in avanti rispetto all’approvazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (Pums, ndr), quello stesso strumento rispetto a cui l’amministrazione comunale ha pubblicamente riconosciuto di essere in ritardo».

La richiesta - «Cogliamo l’occasione - prosegue la lettera della suddetta associazione - per chiedere, al sindaco e all’intera Amministrazione comunale, di accelerare e portare a conclusione tale percorso in modo da sviluppare proposte di ampio respiro. Proprio il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile di Barletta ha il compito di analizzare tutte le criticità attualmente presenti nella viabilità cittadina. Quale occasione migliore per studiare e introdurre in città soluzioni intelligenti nell’assoluto principio del “prima i cittadini”. Il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile può essere, attraverso la sua approvazione e attivazione, l’elemento risolutore delle attuali criticità. Come operatori economici e commercianti ci teniamo a sottolineare che siamo dalla stessa parte dei nostri concittadini. Non potrebbe essere altrimenti visto che noi stessi siamo Barlettani e viviamo la città in prima persona, siamo i primi a tenere fermamente alla salute pubblica, essendo cittadini di Barletta noi stessi».

Le proposte - Alla luce di quanto esposto, l’associazione Le Strade dello Shopping formula una serie di proposte. «Per le ragioni sopra esposte e convinti come siamo della capacità di ascolto del sindaco di Barletta Cosimo Cannito e degli amministratori in carica auspichiamo l’attuazione di un’area pedonale adeguata alla bellezza della nostra città. Un’area pedonale dotata dei necessari presupposti per poter essere utilizzata. E cioè: ampi parcheggi nelle zone limitrofe al centro per disincentivare gli automobilisti a raggiungere le vie centrali e invogliarli a posteggiare comodamente nelle vicinanze. A titolo di esempio la città di Monza ha chiuso l’intero centro cittadino creando due ampi parcheggi, con centinaia di posti, nelle immediate vicinanze del centro con una tariffa oraria di 60 cent./ora che invoglia gli stessi a fruire del servizio. E poi: il miglioramento del servizio di trasporto pubblico locale. Basti pensare che quando nelle domeniche di dicembre il traffico veicolare in centro è impedito, gli autobus pubblici non circolano! Quindi: la realizzazione e completamento di una rete ciclabile fruibile che consenta ai cittadini che lo desiderano di lasciare l’auto e transitare con mezzi ecologici come la bici, circolando in città senza pericoli».

L’appello - «L’Associazione Le Strade dello Shopping di Barletta nel condividere gli auspici dell’Amministrazione comunale, di una città più a misura d’uomo in cui sia consentito passeggiare per la città chiede che sia rivista la scelta di chiudere piazza Caduti. Una decisione che come è sotto gli occhi di tutti sta producendo solo grandi disagi ai cittadini: ha peggiorato le condizioni del traffico e aumentato le criticità ambientali conseguenti. Allo stesso tempo chiediamo all’Amministrazione comunale di seguire percorsi condivisi che partano dalla necessaria progettualità e rispetto ai quali comunichiamo da subito la nostra totale disponibilità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie