Mercoledì 18 Settembre 2019 | 07:08

NEWS DALLA SEZIONE

Il personaggio
Luigi, il super ingegnere di Barletta che fa «volare» la McLaren

Luigi, il super ingegnere di Barletta che fa «volare» la McLaren

 
L'iniziativa
Caro cancelleria, a Barletta il «quaderno sospeso»: la scuola è più umana

Caro cancelleria, a Barletta il «quaderno sospeso»: la scuola è più umana

 
Arrestato
Barletta, marocchino accoltella tunisino e gli aizza contro un Pitbull

Barletta, marocchino accoltella tunisino e gli aizza contro un Pitbull

 
L'evento
Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

 
La lite
Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

 
La difesa
Andria, ucciso per mancata precedenza, il presunto killer: «Si è scagliato e ha urtato il coltellino»

Andria, ucciso per mancata precedenza, il presunto killer: «Si è scagliato e ha urtato il coltellino»

 
Nel nordbarese
Barletta, 17enne con marijuana e cocaina in casa: arrestato

Barletta, 17enne con marijuana e cocaina in casa: arrestato

 
Nel Nordbarese
Andria, nega precedenza e viene accoltellato davanti a moglie e figlia: muore 28enne

Andria, nega precedenza, muore accoltellato davanti a moglie e figlio Fermato 50enne

 
Il campione
Mennea, a 40 anni dal record i numeri e le curiosità sul barlettano che ha cambiato la storia della corsa

Mennea, a 40 anni dal record i numeri e le curiosità sul barlettano

 

Il Biancorosso

Dopo Bari Reggina
Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiDai Cc
Mesagne, una coltellata vicino all'occhio: preso l'aggressore

Mesagne, una coltellata vicino all'occhio: preso l'aggressore

 
BatIl personaggio
Luigi, il super ingegnere di Barletta che fa «volare» la McLaren

Luigi, il super ingegnere di Barletta che fa «volare» la McLaren

 
Foggia
Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

 
MateraSasso Caveoso
Matera, la conferma di due rabbini: qui la sinagoga più antica d'Europa

Matera, la conferma di due rabbini: qui la sinagoga più antica d'Europa

 
BariPolis-Deloitte
toghe, avvocati

Bari, Finanza e diritto penale: alleanza tra studi legali barese e milanese

 
PotenzaA Sant'Arcangelo
Piante di marijuana sul terrazzo, arrestato 46enne

Piante di marijuana sul terrazzo, arrestato 46enne

 
TarantoIn centro
Taranto, si barrica in casa e minaccia d far saltare in aria lo stabile

Taranto, si barrica in casa e minaccia d far saltare in aria lo stabile

 
LecceIl duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 

i più letti

I numeri

Burrata di Andria irresistibile: vendite cresciute del 17,5%

Superate le 2100 tonnellate di prodotto venduto: conquistati nuovi mercati

burrata di Andria

La tentazione alla quale i buongustai non sanno dire di no è rappresentata dalla burrata. “Con la sua fresca, voluttuosa e “irresistibile scioglievolezza” ha conquistato schiere di appassionati di tutto il mondo, dalla Scandinavia agli Stati Uniti, dal Giappone alla Francia. E anche in Italia non scherza: nel 2018 le quantità di burrata confezionata vendute nella grande distribuzione organizzata, sono cresciute del 17,5%, arrivando a superare le 2.100 tonnellate”, fa sapere Assolatte, l’associazione delle industrie lattiero casearie italiane, che ha sede a Milano.

Considerando anche la burrata a peso variabile, l’associazione che rappresenta i produttori di formaggio, stima che l’anno scorso nella distribuzione moderna le vendite di burrata abbiano sfondato il traguardo delle 5.000 tonnellate per un giro d’affari di circa 56 milioni di euro. Numeri davvero importanti per un formaggio fresco delicato e inimitabile. E, sottolinea, che la burrata è l’ultimo “fenomeno” emerso nel panorama lattiero-caseario, la più recente eccellenza scoperta nel nostro patrimonio caseario e l’ennesimo caso di successo di un formaggio tradizionale che le imprese casearie hanno saputo valorizzare, facendolo conoscere prima in tutta Italia, poi in Europa e quindi nel resto del mondo. Così oggi la burrata, deliziosamente golosa e succulenta, si può gustare a Tokyo come a New York, a Parigi come a Copenaghen, come massima espressione del piacere italiano.

“E pensare che solo fino a pochi anni fa questa delizia era commercializzata e consumata praticamente solo in Puglia, la regione dov’è nata. La produzione si è poi estesa anche in Campania e Basilicata ma è solo dalla regione di nascita che arriva l’unica Burrata Igp, quella di Andria”, commentano nella sede di Assolatte. E, secondo gli esperti interpellati dall’associazione, la burrata piace per il suo gusto rotondo, il sapore dolce e intenso e il suo cuore tenero e pastoso. Che indicano anche il modo migliore per apprezzarne la ricchezza di gusto e di aromi, consigliando di spolverarla con una macinata di pepe e sale e accompagnarla con verdure fresche di stagione, come cime di rapa, zucchine, melanzane e peperoni. Il modo più raffinato è stenderla su un fondo di basilico fresco e cospargerla con bottarga di tonno, succo di lime e olio extravergine di oliva. Il modo più fresco e veloce è quello di accompagnarla con un’insalata di limoni e acciughe.

E, proseguono: in cucina la burrata è sfiziosa in tempura, fantastica su pizza e focacce, e sorprendente per farcire il pesce azzurro o per arricchire il ripieno dei tortelli. E, poi, c’è il giovane cuoco di origini peruviane, Sergio Daniel Porras Salazar, che nel 2016 al concorso “Premio Gallo, il risotto dell’anno”, presso il ridotto del Teatro alla Scala, a Milano, propose un sublime risotto con burrata, trota affumicata, uova di trota, scorza di limone e shiso, che fece andare in estasi i membri della giuria. Il giovane chef ci confidò che a rendere eccellente il piatto era la burrata perché è l’unico formaggio che permette una perfetta mantecatura del riso”.
Ecco spiegato il successo della burrata, adesso ufficializzato dall’associazione che rappresenta la quasi totalità dei produttori di formaggio che fatturano all’incirca 15 miliardi di euro all’anno. D’altronde non c’è locale di Milano e di tutte le regioni del Nord Italia, che non ha in carta qualche piatto con la burrata come ingrediente. Anche se molti ristoratori insistono a non aggiungere l’indicazione Andria affianco al nome del formaggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie