Lunedì 25 Gennaio 2021 | 22:03

NEWS DALLA SEZIONE

viabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
L'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccela polemica
Lecce, a Palazzo Carafa girata scena di video trap: il Comune si dissocia

Lecce, a Palazzo Carafa girata scena di video trap: il Comune si dissocia

 
Tarantopiano industriale
Mittal Taranto, azienda conferma per il 2021 produzione di 5 milioni di tonnellate d’acciaio

Mittal Taranto, azienda conferma per il 2021 produzione di 5 milioni di tonnellate d’acciaio

 
Homela tragedia
Bari, bambino di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipoitizza suicidio

Bari, bimbo di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipotizza suicidio. Gioco online? «Non sappiamo»

 
FoggiaLa decisione
Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

 
Potenzamaltempo
Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 

i più letti

L'impianto

Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

Aggiudicato l'incarico di progettazione delle opere necessarie

Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

Sarà la stessa impresa esecutrice dei lavori di messa in sicurezza in emergenza della discarica di Trani, vale a dire lo studio Romanazzi-Boscia e associati, di Bari, ad eseguire l’incarico professionale di progettazione definitiva ed esecutiva per il riutilizzo a fini irrigui delle acque reflue affinate licenziate dal depuratore al servizio del territorio comunale di Trani.
Lo ha determinato il dirigente dell’Area lavori pubblici, Luigi Puzziferri, procedendo all’aggiudicazione definitiva del bando ad evidenza pubblica emanato l’11 dicembre 2017, con cui si stabiliva di procedere a progettazione definitiva, geologo, archeologo, acquisizione di pareri, progettazione esecutiva, direzione lavori, misura e contabilità, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione delle opere di riutilizzo a fini irrigui dei reflui del depuratore.
L’importo a base d’asta era di poco meno di 390mila euro e l’aggiudicazione è avvenuta con un ribasso del 40,14 per cento, al prezzo contrattuale netto di 233mila euro, oltre Iva. L’aggiudicatario ha tempo 80 giorni per presentare il suo progetto, come da contratto. I progettisti sono l’architetto Giuseppe Berardi, il geologo Pietro Pepe ed il dott. Giacomo Carreras.
Lo studio Romanazzi-Boscia e associati aveva risposto al bando insieme con la Astra engineering, di Milano, e le napoltane Engco e Geoingegneria.

La commissione di gara, inizialmente formata dall’ingegner Vincenzo Altamura (presidente) e dai colleghi componenti, Raffaele Andriani e Domenico Petruzzelli, con quarto componente il Responsabile unico del procedimento, Rosario Sarcinelli, aveva inizialmente escluso proprio la Romanazzi-Boscia e associati all’esito del primo esame della documentazione pervenuta, ammettendo le altre ditte che avevano risposto al bando.
Il 28 maggio gli esclusi avevano chiesto la revoca del provvedimento, a loro dire illegittimo, e successivamente​ la commissione si riuniva in diverse occasioni, sottoponendo la documentazione al vaglio dell’Autorità nazionale anticorruzione, dopo che la Romanazzi-Boscia aveva dichiarato la disponibilità ad aderire alla procedura di richiesta del parere di precontenzioso.
Nel frattempo ing. Petruzzellis aveva rassegnato le dimissioni dalla commissione giudicatrice e veniva sostituito da collega Sebastiano Longano. L’Anac comunicava che l’esclusione della Romanazzi-Boscia non era stata conforme alla normativa di settore e, pertanto, il presidente della commissione riammetteva il raggruppamento temporaneo di imprese inizialmente escluso.

All’esito della seduta per la lettura dei punteggi dell’offerta tecnica e di quella economica, la commissione proclamava proprio la Romanazzi-Boscia aggiudicataria del bando, con un punteggio totale di 96,44, davanti alla Astra engineering (67,02), Engco (58,89) e Geoingegneria (28,88).
Attraverso questo primo bando, definitivamente aggiudicato, si è dunque definito il progettista dell’impianto.
Successivamente si passerà alla realizzazione della vera e propria struttura per convogliare i reflui depurati verso i campi, e per la quale il Comune di Trani ha beneficiato di un finanziamento regionale di circa 8 milioni di euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie